Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Win For Life: se per vincere una casa rischi di giocartela

Vincere è un gioco? Ci puoi scommettere…casa. L’ultima grande illusione è vincerla, una casa, giocando al lotto. E c’è chi se l’è giocata davvero piuttosto che averla in premio.

“Vinci Casa” è l’ultima frontiera del gambling: sognare una casa, l’abitazione, non costa nulla. Giocare, invece sì.  In palio, 500 mila euro di cui 200 mila destinati all’acquisto di una casa. Come funziona “vinci casa”? Il gioco è stato lanciato nel 2014. Si gioca una schedina da due (minimo) euro. La scelta deve ricadere su 5 numeri dall’1 al 40. A quel punto si attende l’estrazione. E se la giocata corrisponde ai i cinque numeri della combinazione vincente, si vince…una casa. O meglio, i soldi per comprare un casa. Il primo premio, infatti è di 500 mila euro di cui  200 mila euro da utilizzare per acquistare, senza fretta, l’immobile: ci sono due anni di tempo e libertà di muoversi lungo tutto il territorio italiano. L’importante è presentarsi con la ricevuta vincente negli uffici Sisal di Milano o Roma. L’Ufficio Premi Sisal paga in denaro al vincitore il 40% del Premio. Il restante 60% è invece vincolato all’acquisto di uno o più immobili sul territorio italiano. E se non vinci casa? Pazienza. Ci si consola con i premi di categoria inferiore. Si vince anche con il due (10 euro) il tre (50 euro) e il quattro (2 mila euro). Tutto molto bello. Finché non si vanno ad analizzare i numeri

Probabilità di vincita? 1 su 658.008. Divertirsi è un conto. Credere di sistemarsi per la vita giocandosi i numeri è ben altro. Assimilabile a un sogno da grattare raschiando sino il fondo del barile e ancora più giù, fino all’ultimo centesimo.  Il rischio di incappare nell’ennesima illusione/delusione è piuttosto alto anche se la probabilità di vincita di “Vinci casa” è più alta rispetto al Superenalotto. Il nodo gordiano risiede però nel concetto stesso di “premio”. L’immaginario collettivo è evidentemente più solleticato dalla possibilità di vincere un immobile che dei “semplici” soldi. I giocatori più incalliti investono sino a 200 euro alla ricerca della combinazione giusta. Orbene, presto atto che ognuno è libero di investire i propri soldi dove ritiene sia più vantaggioso, resta un interrogativo legato all’oggettiva attualità. É etico che in un periodo di grave disagio sociale, in cui le banche sono restie a concedere mutui e l’emergenza abitativa incide pesantemente sul welfare, mettere in palio una casa con il gioco d’azzardo? É normale legare il bisogno di sicurezza della popolazione alle lotterie? Anche perché, probabilità di vincita alla mano, una casa è più facile perderla che vincerla: i tagliandi vincenti sono al di sotto dell’1% della produzione. I numeri possono leggersi in tanti modi. Una probabilità su 658mila è ben diverso, come messaggio, rispetto allo 0,00000151973% di possibilità. Stiamo parlando di numeri sotto i millesimali. Percentuali talmente basse che potrebbero scoraggiare persino il giocatore più incallito…

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 6 luglio 1967 l’esercito nigeriano entra nella regione del Biafra, dando...

Altri Sport

Quando i Re del Rugby curarono le ferite della Grande Guerra Il 28 giugno 1919 veniva firmato il Trattato di Versailles che poneva fine...

Altri Sport

Spionaggio e ciclismo: come l’Affare Dreyfus portò alla nascita del Tour de France Inizia oggi da Brest l’edizione numero 108 del Tour de France. La grande...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 23 Giugno 1894 su iniziativa del Barone De Coubertin...

Altri Sport

Lou Gehrig, lo Sportivo che ci ha fatto conoscere la SLA Per la Giornata Mondiale per la lotta alla Sla che si celebra oggi,...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Il 20 giugno 2020 ci salutava Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue...

Altri Sport

I rivoluzionari dello Sport: Bill James, l’inventore dell’algoritmo vincente Il 17 giugno 2003 veniva pubblicato il libro “Moneyball” in cui l’autore Michael Lewis racconta...

Calcio

Albino United: la squadra di calcio che combatte la stregoneria e la strage di innocenti in Africa Il 13 giugno di ogni anno ricorre...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 7 giugno 1993 ci lasciava Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Calcio

Roberto Baggio: Genealogia del Divin Codino Sta avendo enorme successo il film da poco uscito su Netflix “Il Divin Codino”, dedicato alla vita di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro