Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Viva i Grigi, la storia a fumetti dell’Alessandria Calcio

Un volume a fumetti, destinato ai bambini, per raccontare la storia dell’Alessandria calcio – che attualmente milia in Lega Pro, dal 1912 (l’anno di fondazione) fino ai giorni nostri. Perché i tifosi di domani si “coltivano” stimolando la fantasia e la voglia di conoscere dei piccoli supporters di oggi. È questo lo spirito con il quale il “Museo Grigio”, con il patrocinio della società piemontese, ha pubblicato il volume “Viva i Grigi” (un centinaio di pagine, costo 10 euro), i cui proventi saranno interamente devoluti a realtà dedite alla cura di bimbi gravemente ammalati. I testi del libro sono di Marcello Marcellini, le illustrazioni di Carlo Dossola, la grafica è curata da Mauro Risciglione, mentre la prefazione è del radiocronista Rai Emanuele Dotto, grande tifoso dell’Alessandria.

La vostra età è quella dei sogni e della spensieratezza. È giusto che sia così. Conoscerete la vita dei giocatori dei Grigi: alcuni sono stati tra i più grandi campioni del calcio, come Giuanin Ferrari. Saprete che ci sono stati grandi delusioni e grandi trionfi, i cori, gli applausi, i pomodori (non certo per condire gli spaghetti)”. Così l’introduzione di un volume, destinato in particolar modo ai più piccoli, il cui obiettivo è – prima di tutto – quello di “girare” nelle scuole. Spiega Emanuele Bellingeri, responsabile di Museo Grigio: “Grazie ai nostri nonni e padri noi, da bambini, abbiamo incominciato ad avere una grande simpatia per i Grigi. Quella che c’è in questo libro è nient’altro che una lunga storia, tutta vera, che adesso noi, come genitori, vogliamo tramandare ai nostri figli”. Stiamo parlando di una profonda fede calcistica, dunque, che si vuole portare avanti (anche) attraverso una lettura come questa, delicata e spensierata, ma ricca di spunti di riflessione.

Libro-fumetti-1

Rivolgendosi ai piccoli lettori, i curatori del piano editoriale di Viva i Grigi, Mario Bocchio e Sergio Giovanelli sottolineano: “Sicuramente sarete sorpresi da quel calcio con i giocatori che avevano scarponcini al posto delle scarpe, i palloni erano tutti marroni e ci si rivolgeva all’allenatore George Smith chiamandolo per la prima volta mister, proprio perché era inglese”. Conoscenza e passione che vanno di pari passo, appunto, così come lo sport e la scuola, e far conoscere la storia dei “Grigi” a fumetti è un’ottima iniziativa per veicolare il messaggio che alla base di ogni successo, sia come studenti sia come calciatori, devono esserci disciplina e impegno. Senza dimenticare il sano divertimento, una sorta di “abitudine” da coltivare. Riprende Marcellini: “Il lavoro di taglio c’è stato nelle fasi iniziali, ma avevo chiaro fin da subito cosa mi andava e cosa non mi andava di raccontare della vita del club. Con Dossola abbiamo voluto rispondere a una domanda usuale – ovvero: ‘Ma cosa ci trovate nell’Alessandria, che gioca nella terza serie del calcio italiano?’ – puntando su un linguaggio finora poco utilizzato nel calcio. Quello del fumetto”.

mezza hurr+á

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Viv Anderson, il primo Leone nero della Storia d’Inghilterra Il 29 Luglio 1956 nasceva Viv Anderson, il calciatore rimasto nella storia dello Sport per...

Calcio

Slavisa Zungul, il Maradona del Calcio Indoor Compie oggi 67 Slavisa Zungul, un nome ed un cognome che a tanti milioni di appassionati di...

Calcio

Chilavert non si giudica dalla copertina Compie oggi 56 anni José Luis Chilavert, leggendario portiere del Paraguay. Per celebrarlo vi raccontiamo un aneddoto davvero...

Calcio

21-6-1978, Argentina-Perù: Marmellata rosso sangue Se è vero che ogni edizione della Coppa del Mondo ha avuto il suo sottoscala, lo sgabuzzino dove si...

Calcio

Calcio e totalitarismo: Quali squadre tifavano i dittatori? Il 25 luglio 1943 terminava il Regime Fascista, ponendo fine alla dittatura di Benito Mussolini, un...

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Ubaldo Matildo Fillol, una vita tra i guanti Compie oggi 71 anni Ubaldo Matildo Fillol, leggendario portiere argentino campione del Mondo con l’Albiceleste nel...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

La chiamarono la Guerra del Calcio Il 14 Luglio 1969 iniziava quella che viene definita la “Guerra del Calcio” tra Honduras e El Salvador....

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro