Connect with us

Cerca articoli

Motori

Uno champagne dal gusto nuovo per Jorge Lorenzo

Ci si nasconde tante volte dietro a frasi del tipo “io sono fatto così”, “io in certe situazioni agisco sempre così” ecc ecc; dietro a ciò si cela, tra le altre cose, in modo abbastanza evidente, l’umana finitezza e dunque la paura verso la vastità del Diverso che sembrerebbe minacciarci.
Jorge Lorenzo è, forse, uno dei piloti che da tempo è sempre stato legato a questo modo di intendere la propria identità (e diciamocela tutta, forse a certi livelli serve anche), è uno sportivo che ha voluto attribuirsi la figura del guerriero arcaico, dello spartano, del duro (risultando talvolta anche ridicolo). Ma non si può essere guerrieri vincendo sempre allo stesso modo, sempre con le stesse armi, sempre con lo stesso stilema.

 

A voler fare un paragone la versione pilota spagnolo andata in scena in Austria ha battuto il Napoli di Sarri. La forma ideale immutabile e sempre funzionante collassa davanti alla mutevolezza del concreto, dell’esistente che diviene. Un’identità legata a questo tipo di forma non può darsi, non abita il mondo e Jorge Lorenzo durante questo secondo anno in Ducati, ma soprattutto durante l’ultima vittoria, ce lo ha dimostrato. Allontanandoci dalla facile e semplicistica retorica del “non mollare mai”, del “nulla è impossibile” Jorge ha invece  sconfitto quell”io sono fatto così” che gli ha impedito in passato di riconoscere la ricchezza dell’Altro, dell’Altro che è la primaria e più fertile fonte di crescita, dell’Altro che già sempre bussa alla nostra porta sfondata. Lorenzo ha capito che il guerriero cambia, muta per essere tale. Lorenzo ci ha spiegato che mollare se stessi, intesi come entità inconcussa non uccide, anzi, vivifica. Ha mostrato che gli ideali statici rischiano di avvilire e condannare la realtà, condannando di conseguenza anche l’individuo ad una vita che non riconosce e che non riesce a sopportare.

Nietzsche in Ecce Homo scrive: “non soltanto sopportare il necessario, e ancor meno nasconderlo; bensì amarlo”, ciò non significa abbandonarsi ad un inaggirabile fatalismo che fonda un assoggettamento alla sorte annullando ogni volontà, ma bensì fare in modo che l’eterno cambiamento nel quale sempre siamo gettati diventi un divenire in cui ci immedesimiamo, un destino che arriviamo ad amare in quanto scaturente da un passato che abbiamo voluto, questo è Amor fati.
Bevi lo Champagne Jorge, ora ha un sapore diverso.

di Gianluigi e Carmelo Mazza 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

L’Inter vuole approfittare di questo periodo particolare per battere la Juventus Dopo aver regnato incontrastata sul calcio nostrano per ben cinque anni, dal 2005...

Motori

9 anni senza il Sic 23 ottobre 2011. Nove anni fa si interrompe la corsa di Marco Simoncelli. Sepang, Malesia. Marco vuole vincere e...

Calcio

Quando Messi stava per andare al Como Compie oggi 33 anni Leo Messi, l’alieno del Barcellona che in Catalogna trascorrerà probabilmente l’intera carriera. Ma...

Motori

Kevin Schwantz, il “kamikaze” che ha reso pazzo il motociclismo Compie oggi 56 anni Kevin Schwantz, pilota iconico del Motociclismo a cavallo tra gli...

Calcio

La C2 del Licata e le origini di “Zemanlandia” Dilectissima. Così nel XIII° secolo Federico II di Svevia appellò Licata, cittadina in provincia di...

Calcio

Via libera alle cinque sostituzioni anche in Italia. La Figc ha ufficializzato la modifica temporanea promossa dalla Fifa e approvata dall’Ifab per fronteggiare l’enormità...

Motori

Ciao Nicky, il ragazzo normale che diventò Campione del Mondo Il 22 maggio 2017 ci lasciava Nicky Hayden, il campione del Mondo di Motociclismo,...

Ultime Notizie Calcio

Dopo due mesi di stop riparte il campionato tedesco di Bundesliga. Le prime gare disputate sono state sei, tra cui il big match Borussia...

Motori

[themoneytizer id=”27127-1″] Auguri Dottore, 41 anni di rivoluzione Spegne oggi 41 candeline Valentino Rossi. A contarle sono tante per uno sportivo, poche invece per...

Calcio

Il Paliano, Imanol e i treni che passano Questa è la storia di una squadra e di treni che passano una volta sola. Il...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è...

Inchieste & Focus

[themoneytizer id=”27127-1″] Leclerc e Ferrari: un rinnovo per scrivere il futuro. E, chissà, anche la Storia… Un contratto, una scelta, un futuro. O almeno...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro