Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Una partita per ricordare Marco Sguaitzer, simbolo della lotta alla SLA

[themoneytizer id=”27127-1″]

Una partita per ricordare Marco Sguaitzer, simbolo della lotta alla SLA

Per unire così tante teste ormai ci vuole un miracolo. Oppure una persona che riesca a far stare tutti attenti quando parla e a farli stare tutti vicini. Con Marco Sguaitzer è proprio successo così. E adesso siamo tutti insieme in suo onore.

La storia è questa: Marco è un ragazzo destinato ad una vita agiata e tranquilla, deve solo scegliere cosa fare e decide che vorrebbe fare il calciatore, inizia una carriera nelle giovanili del Mantova e il ragazzo promette bene. La sua vita è una girandola di belle emozioni e di vita tranquilla.

Nel 2006 l’incontro con Aiste Andriulionyte, una ragazza lituana che per lui è la svolta d’amore. Aiste gli resterà accanto tutta la vita e lo sposerà nel 2016.

Tutto bello se non fosse che Marco nel 2008 scopre di avere la Sla. La malattia gli pregiudica ogni possibilità di movimento e alla fine anche di parola. Lui racconterà la sua esperienza in un libro dal titolo Senza Limite Alcuno,  che sarà un vero e proprio fenomeno di diffusione con 2000 copie vendute in pochi giorni e che sarà letto da tanti, tra cui il Papa.

Marco ogni mattina riuniva un popolo di lettori sulla sua pagina fb, raccontava che era vissuto molto più del calcolo medio di un malato di Sla e che il suo scopo era insegnare alle persone ad amare la vita e le sue fortune, specie quando non si ha quello che era successo a lui. Un inno al non piangersi addosso. Agli inizi di marzo di quest’anno Marco ci ha lasciati. E ha lasciato un vuoto incolmabile. Talmente incolmabile che i suoi amici hanno provato a riunire tutti quelli che Marco lo vogliono ricordare con il calcio, la sua passione.

Sabato 29 giugno allo stadio Martelli di Mantova ci sarà il primo memorial dedicato a Marco Sguaitzer, voluto fortemente da chi gli ha voluto più bene, Aiste, la moglie e i suoi amici, tra cui Alessandro Martini, promotore e anima invincibile dell’intera manifestazione. Fischio d’inizio alle ore 16. All’interno dell’evento ci sarà una simpatica iniziativa “Una frase per Marco”, anche per adulti per un gruppo di 15 persone che porteranno uno striscione con una frase che ricordi Marco Sguaitzer. La frase più bella vincerà soggiorno a Gardaland per ogni componente del gruppo (15 pacchetti). Il costo del biglietto a persona è di 5 euro. Per le persone che faranno parte del gruppo dello striscione il costo sarà di 3 euro a persona. I biglietti si potranno acquistare in prevendita chiamando il numero 3382865185 (Alessandro Martini) e 3420720250 (Claudia Cominotti) e anche nei punti vendita: La Corte dei Gonzaga, La città del Sole, edicola Smile, Bp Factory, Bar centrale di Roverbella. La Uisp ha messo a disposizione gli arbitri. L’intero incasso sarà devoluto alla Onlus di Marco, che ha finalità precise. Aiutare i malati di Sla che hanno fattivamente bisogno di assistenza concreta.

Le squadre saranno 4: “Amici di Marco”, gli Ultras Mantova, gli ex giocatori del Mantova e una All Stars, in cui indosserà gli scarpini anche il sindaco Mattia Palazzi.

Il sottoscritto avrà l’onore e il privilegio di indossare gli scarpini con gli “amici di Marco”. E credo sarà l’unico caso in cui nessuno si lamenterà del turn over o delle scelte del mister. Non vi nascondo l’emozione enorme, e il sentirmi indegno di calpestare il prato di uno stadio così storicamente importante.

Vi aspettiamo.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Ettore Zanca
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Il 23 Gennaio 1939 moriva in circostanze misteriose Matthias Sindelar, il fenomeno austriaco che con il suo gesto...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Il Mistero Scaini: la triste storia di un ragazzo che non era Paolo Rossi Il 21 Gennaio 1983 se ne andava Enzo Scaini, il...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Chiedi chi era Masinga Il nostro tributo a Phil Masinga, simbolo dei Bafana Bafana, che due anni fa ci lasciava a soli 49 anni....

Calcio

La cantina Nevio Scala: dalla panchina alle vigne Capolavoro in Emilia-Romagna. Tra calcio e buon vino Nevio Scala ha scritto un romantico romanzo di...

Calcio

A tu per tu con Ambra Lombardo tra calcio e spettacolo a Tiki Taka e non solo A tu per tu con la bellissima...

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Calcio

La coppa fantasma: quella finale tra Udinese e Atalanta senza trofeo… La coppa fantasma. Fin dal giorno della sua assegnazione. Dove nessuno la vide...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro