Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Un “attacco funghicida” ha spento i sogni dei bambini di Bologna

[themoneytizer id=”27127-28″]

Un “attacco funghicida” ha spento i sogni dei bambini di Bologna

Nei giorni scorsi in redazione ci è arrivata questa segnalazione e il link ad un lungo post facebook che noi riportiamo in versione integrale:

“Sabato 18 maggio, i giovani dell’HSL Pescarola (categoria 2008-2009), avrebbero dovuto partecipare alla festa del Fair Play – Memorial Maurizio Cevenini allo stadio Renato Dall’Ara. Avrebbero, appunto.

Era già tutto organizzato da tempo fra Uisp Bologna, Comune e Bologna Fc 1909, come si legge dalle foto ma a pochissimi giorni dall’evento il B ologna FC ha pensato bene di ritirare la propria parola e quindi la disponibilità ad ospitare la festa e di conseguenza ha interrotto bruscamente il sogno di decine di bambini, figli di questa città, di poter scendere in campo e giocare per la prima volta all’interno dello stadio dei loro sogni e della loro squadra perché “stresserebbero il manto erboso causando forti rischi di attacco FUNGHICIDA”.

Ovviamente non sta a noi giudicare la discutibile decisione da parte del BFC ma ci poniamo alcune domande e spunti di riflessione.

1) Possibile che questo sia il modo migliore per una società calcistica, storica e importante che rappresenta il territorio bolognese e nazionale di interagire con le realtà sportive cittadine e tutti i suoi tesserati?

2) Va bene il manto erboso del Dall’Ara, va bene gli Europei Under 21 ma davvero è così pericoloso far giocare dei bambini con le scarpe da ginnastica per sole 5 ore? E comunicargli la “pericolosità” in questo modo?

3) Il Bologna Football Club e lo stadio Dall’Ara dovrebbero essere patrimonio di questa città, un valore aggiunto e portatori di sogni ed emozioni per tutti/e, tifosi adulti e giovani. Non si possono calpestare i sogni dei bambini per rischio di “Attacco funghicida”.
A questa festa ci stavamo preparando da qualche settimana non solo con impegno e dedizione durante gli allenamenti ma soprattutto i nostri bambini e le loro famiglie erano già pronti/e a trascorre una bellissima giornata di sport sul prato del Dall’Ara, il loro stadio, lo stadio in cui tutti sogniamo di giocare.

4) Auspichiamo e crediamo che maggiore disponibilità, collaborazione e sincerità debbano stare alla base del rapporto tra il Bologna Football Club e i cittadini e le cittadine di questa città. Ci auspichiamo che il BFC diventi la squadra di tutti e tutte, la squadra dei sogni, la squadra che aiuti ad amare questo fantastico sport e che continui ad emozionare i suoi tifosi e non solo per i risultati sportivi ottenuti sul campo.
L’attaccamento alla maglia e alla squadra della propria città, crescere nuovi tifosi rossoblú, accogliere e fare sentire a casa i piccoli appassionati delle nostre periferie, dovrebbero essere gli obiettivi delle società calcistiche di “Serie A” e vanno perseguiti anche con queste piccole (per il Bologna) e grandi conquiste (per noi e per i nostri bambini).

Hic Sunt Leones Football Antirazzista.
HSL Pescarola
Polisportiva Hic Sunt Leones”

Insomma al di là delle ragioni del Bologna, auspichiamo che questi bimbi privati del sogno di scendere sullo stesso manto erboso dei loro beniamini venga realizzato al più presto. Il calcio, specialmente quello italiano, deve rilanciarsi e per farlo non può che passare dalla voglia, il talento, i sogni dei più piccoli.

[themoneytizer id=”27127-28″]

 

Emanuele Sabatino

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

FC Stroitel Pripyat: il calcio dimenticato ai piedi del reattore di Chernobyl Il 26 aprile 1986, alle ore 01:23 di mattina, avvenne quello che...

Motori

[themoneytizer id=”27127-1″] La Mototerapia di Vanni Oddera: un salto pieno d’amore Tra le pagine di un quotidiano ho conosciuto la storia di Vanni Oddera,...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Il Biglietto della discordia: l’Iran, le donne e il divieto medievale per entrare allo Stadio La chiamavano Blue Girl, per i colori...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Guerra in Yemen: tra morte, distruzione e silenzio il Calcio prova a sopravvivere Il prossimo 19 marzo cadrà il quarto anniversario dello...

Altri Sport

Sono iniziati i lavori per la costruzione del famigerato muro tra il Messico e gli Stati Uniti, uno dei punti fondamentali della campagna elettorale...

Calcio

Che all’interno della Fifa la coerenza fosse presente come l’Italia a Russia 2018, questo lo sapevamo. Quello che ci era colpevolmente sfuggito era proprio...

Altri Sport

Discriminazione e sport: in Tonga le donne non possono giocare a rugby né praticare pugilato. Anche nel Pacifico esistono ancora divieti medievali. Essere donna...

Web e Tecnologia

  E’ un argomento che ci sta profondamente a cuore. Perché si tratta di “giocare pulito” in ambito social network. Soprattutto nel mondo dei...

Azzardo

Almeno un miliardo di dollari l’anno sono piazzati dentro account off-shore di compagnie russe legate ad una sola attività semi-legale ma sempre fiorente. Le...

Altri Sport

In una famosa canzone Zucchero cantava “donne, tududu, in cerca di guai” e sono sempre donne quelle che ancora oggi – soprattutto nello sport...

Calcio

Un nuovo taglio in serie C. E questa volta non si parla di squadre che non riescono ad arrivare a fine campionato. La questione...

Altri Sport

In una famosa canzone Zucchero cantava “donne, tududu, in cerca di guai” e sono sempre donne quelle che ancora oggi – soprattutto nello sport...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro