Connect with us

Cerca articoli

Calcio

A tu per tu con Eleonora Cristiani, tra social calcio e Cosenza

A tu per tu con Eleonora Cristiani, tra social calcio e Cosenza

Abbiamo intervistato Eleonora Cristiani, volto noto della Serie B. Eleonora, tifosissima del Cosenza, segue i calabresi in ogni partita di campionato di Serie B. Ha partecipato al programma “Lupi si nasce” realizzando le interviste post partita ai tifosi fuori dallo stadio e attualmente è attivissima sul mondo del web dove parla del suo Cosenza. Ecco cosa ci ha raccontato.

Come ti sei avvicinata al mondo del calcio?

Mi è sempre piaciuto lo sport in generale e tutti i cittadini di Cosenza seguono la squadra. Poi l’ex trasmissione con cui collaboravo (Lupi si nasce ndr) mi propose di realizzare interviste post partita fuori dallo stadio e dopo un primo momento di titubanza accettai e da lì mi appassionai sempre di più al mondo del calcio.

Conduci una trasmissione sul Cosenza, la squadra della tua città. Tifi Cosenza o hai un’altra squadra nel cuore?

Tifo solo Cosenza. In Serie A simpatizzo per il Napoli perché ha una tifoseria calorosa e attaccata alla squadra e con Gattuso allenatore è un incentivo in più.

Seguendo il Cosenza in B da addetta ai lavori che stagione prevedi per la squadra calabrese? E quali squadre secondo te saranno promosse in A?

Il Cosenza ogni anno riparte da zero. È una società che lavora di più durante il mercato invernale. Sono certa di una salvezza più tranquilla rispetto allo scorso anno che è stato un vero e proprio miracolo. Reputo squadre come Empoli, Monza, Spal e Lecce quelle squadre che possono ambire alla promozione in A e credo che tra queste sicuramente l’Empoli ci riuscirà.

In molti ti hanno accostato a Diletta Leotta per somiglianza estetica e per passione per il calcio. Questo paragone ti ha dato fastidio o invece ti ha dato una spinta positiva?

Questo paragone spesso mi è stato accostato ed è scontato vista la somiglianza ma non mi dà fastidio. Anche se però siamo diverse dal punto di vista lavorativo dato che io amo di più il web rispetto alla televisione.

Sei attivissima sui social, con dirette web inerenti al tema calcio e al Cosenza. Credi che i social nel mondo del calcio possano avere sempre più spazio nel futuro prossimo?

Come ho detto prima a me piace di più il web rispetto alla televisione. Sicuramente ci sono i lati positivi e quelli negativi del web. È il presente e sarà sicuramente il futuro del mondo del calcio.

In ultimo ti chiedo di chiudere gli occhi e pensare a Eleonora Cristiani tra 10 anni. Dove ti vedi? Sempre a seguire il Cosenza o magari altrove provando nuove esperienze lavorative?

Non so dove mi vedo tra 10 anni perché mai pensavo di fare quello che sto facendo. Spero di avere tante altre opportunità lavorative e di certo non abbandonerò mai il Cosenza perché è la mia squadra del cuore.  

A cura di

Da non perdere

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste Lo Sport spesso è stato strumento di resistenza alle ingiustizie e atrocità. Anche...

Altri Sport

Futsal, Bruno Coelho: il futsal è divertente ed emozionante più del calcio È in corso in questi giorni nei Paesi Bassi l’Europeo di Futsal...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Ieri, 23 gennaio, ricadeva l’anniversario della morte, datato 1939, avvenuta in circostanze misteriose di Matthias Sindelar, il fenomeno...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Altri Sport

Futsal, a tu per tu con Jorge Braz: In Nazionale è come se fosse sempre la prima volta Mancano esattamente due giorni all’Euro Futsal...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Il calcio è una chiave per vincere il dolore di un bambino mai nato Ci sono molti modi per esorcizzare il dolore. C’è chi...

Calcio

Milan-Roma: la distanza non è solo nei chilometri Oggi alle ore 18.30 si sfideranno a San Siro due squadre che rappresentano due città così...

Calcio

Wimbledon ’88, la gloria dei bastardi Per i 57 anni compiuti oggi da Vinnie Jones, vi raccontiamo in FA Cup della squadra più scorretta di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro