Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Calcio

A tu per tu con Eleonora Cristiani, tra social calcio e Cosenza

A tu per tu con Eleonora Cristiani, tra social calcio e Cosenza

Abbiamo intervistato Eleonora Cristiani, volto noto della Serie B. Eleonora, tifosissima del Cosenza, segue i calabresi in ogni partita di campionato di Serie B. Ha partecipato al programma “Lupi si nasce” realizzando le interviste post partita ai tifosi fuori dallo stadio e attualmente è attivissima sul mondo del web dove parla del suo Cosenza. Ecco cosa ci ha raccontato.

Come ti sei avvicinata al mondo del calcio?

Mi è sempre piaciuto lo sport in generale e tutti i cittadini di Cosenza seguono la squadra. Poi l’ex trasmissione con cui collaboravo (Lupi si nasce ndr) mi propose di realizzare interviste post partita fuori dallo stadio e dopo un primo momento di titubanza accettai e da lì mi appassionai sempre di più al mondo del calcio.

Conduci una trasmissione sul Cosenza, la squadra della tua città. Tifi Cosenza o hai un’altra squadra nel cuore?

Tifo solo Cosenza. In Serie A simpatizzo per il Napoli perché ha una tifoseria calorosa e attaccata alla squadra e con Gattuso allenatore è un incentivo in più.

Seguendo il Cosenza in B da addetta ai lavori che stagione prevedi per la squadra calabrese? E quali squadre secondo te saranno promosse in A?

Il Cosenza ogni anno riparte da zero. È una società che lavora di più durante il mercato invernale. Sono certa di una salvezza più tranquilla rispetto allo scorso anno che è stato un vero e proprio miracolo. Reputo squadre come Empoli, Monza, Spal e Lecce quelle squadre che possono ambire alla promozione in A e credo che tra queste sicuramente l’Empoli ci riuscirà.

In molti ti hanno accostato a Diletta Leotta per somiglianza estetica e per passione per il calcio. Questo paragone ti ha dato fastidio o invece ti ha dato una spinta positiva?

Questo paragone spesso mi è stato accostato ed è scontato vista la somiglianza ma non mi dà fastidio. Anche se però siamo diverse dal punto di vista lavorativo dato che io amo di più il web rispetto alla televisione.

Sei attivissima sui social, con dirette web inerenti al tema calcio e al Cosenza. Credi che i social nel mondo del calcio possano avere sempre più spazio nel futuro prossimo?

Come ho detto prima a me piace di più il web rispetto alla televisione. Sicuramente ci sono i lati positivi e quelli negativi del web. È il presente e sarà sicuramente il futuro del mondo del calcio.

In ultimo ti chiedo di chiudere gli occhi e pensare a Eleonora Cristiani tra 10 anni. Dove ti vedi? Sempre a seguire il Cosenza o magari altrove provando nuove esperienze lavorative?

Non so dove mi vedo tra 10 anni perché mai pensavo di fare quello che sto facendo. Spero di avere tante altre opportunità lavorative e di certo non abbandonerò mai il Cosenza perché è la mia squadra del cuore.  

Avatar
A cura di

Facebook

Da non perdere

Calcio

Il 21 giugno 1970 il Brasile dei fenomeni si impone sull’Italia, conquistando e portandosi a casa la Coppa Rimet. Riviviamo i fatti più salienti...

Calcio

Manu Chao, la passione per il calcio con il Genoa nel cuore Il 21 giugno 1961 nasceva, nella città di Parigi, José Manuel Arturo...

Altri Sport

A tu per tu con Inés Trocchia, tra Sport e Moda A Tu per Tu con Inés Trocchia, modella di successo. Ines ha avuto...

Calcio

Muro di Berlino: Dirk Schlegel e Falko Götz, i due talenti della Germania Est fuggiti dalla Stasi Compie oggi 60 anni Dirk Schlegel, il...

Calcio

Aye, Mr President! – Quando Donald Trump stava per irrompere nel mondo del Calcio Compie oggi 75 anni Donald Trump, il magnate americano divenuto...

Calcio

Albino United: la squadra di calcio che combatte la stregoneria e la strage di innocenti in Africa Il 13 giugno di ogni anno ricorre...

Calcio

Mauro Tassotti, il Djalma Santos bianco “Puoi togliere il ragazzo dal ghetto ma non il ghetto dal ragazzo”, dice Zlatan Ibrahimovic. Potremmo portare questa...

Calcio

Kim Vilfort, il meno importante dei miracoli – Lieve è il dolore che parla. Il grande, è muto –  Seneca I sopravvissuti non sono...

Calcio

31 anni da Italia 1990, le Notti Magiche e il trionfo dell’ultima Germania divisa L’8 giugno di 31 anni fa iniziavano i Mondiali di...

Calcio

Il Campionato Romano di Guerra: il calcio a Roma durante e dopo l’occupazione nazista Il 5 giugno 1944 a Roma si respirava un’aria nuova...

Calcio

Giornata Mondiale dell’Ambiente: Come il Calcio si sta muovendo per difendere la salute del pianeta Nel giorno in cui si celebra la Giornata Mondiale...

Calcio

4 giugno 1944, Roma Liberata: i destini incrociati di Attilio Ferraris IV e Bruno Buozzi Il 4 giugno 1944 terminava, dopo quasi nove mesi,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro