Connect with us

Cerca articoli

Varie

Tripletta Bolt, saluta le Olimpiadi: “Sono il più grande”

Era l’atleta più atteso alle Olimpiadi di Rio 2016. E tutte le aspettative erano su di lui. E lui, Usain Bolt, non ha tradito. Con la vittoria giamaicana della staffetta, infatti, Lightning Bolt ha ottenuto il terzo oro olimpico ai Giochi brasiliani, ripetendo l’impresa delle scorse Olimpiadi di Londra 2012 e Pechino 2008.

Nove medaglie che lo portano nell’olimpo dell’atletica al pari del figlio del vento Carl Lewis e del fenomeno finlandese Paavo Nurmi. Alla fine della gara, l’euforico, come sempre, giamaicano ha dichiarato tutta la sua felicità, evidenziando come con questa vittoria abbia raggiunto quello che si era prefissato di fare, cioè vincere tutto come sempre. In pieno stile del compianto recentemente scomparso Muhammad Ali ha concluso dicendo: “Adesso posso dirlo: Sono il più grande”. Evidenziando, però, che con grandissima probabilità non prenderà parte alle Olimpiadi 2020 a Tokyo. Il suo ritiro, verosimilmente, è previsto tra circa un anno dopo i Mondiali di Londra.

Per lui, un futuro come ambasciatore del suo Paese per portare a conoscenza del mondo intero, come da lui stesso dichiarato, tutte le necessità della Giamaica. Ha concluso poi ringraziando Dio, i suoi compagni e i milioni di fans che da sempre lo supportano. Adesso per lui è tempo di ferie, ovviamente meritate.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Basket

Brandon Roy, il raffinato killer dalle ginocchia di cristallo Ha compiuto ieri 38 anni Brandon Roy, uno dei talenti più forti della NBA recente,...

Altri Sport

Dorando Pietri, storia dell’atleta che perse (vincendo) le Olimpiadi Il 24 luglio 1908 durante la maratona delle Olimpiadi di Londra l’atleta italiano Dorando Pietri...

Altri Sport

A tu per tu con Igor Cassina, il ginnasta venuto dallo spazio Con mille imprevisti e diecimila difficoltà siamo arrivati alla partenza di questa...

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Ripetuto volteggio fra apice e baratro, la vita di Nadia Comăneci si è sviluppata quasi fosse...

Altri Sport

A tu per tu con Francesco Attolico, l’Airone azzurro della pallanuoto Momenti frenetici a Tokyo dove a giorni sta per partire la trentaduesima edizione...

Interviste

Gli Dei di Olimpia: intervista a Valerio Iafrate – Io ha sempre utilizzato Olimpiadi e Mondiali di calcio (ma pure Europei di calcio e Mondiali...

Pugilato

Cleveland Williams, la strada spezzata di “Big Cat” Il 30 giugno 1933 nasceva Cleveland Williams, considerato uno dei più grandi pugili della storia a...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 25 giugno 1903 nasceva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 23 Giugno 1894 su iniziativa del Barone De Coubertin...

Altri Sport

Wilma Rudolph, la Gazzella Nera che conquistò Berruti e l’Italia Il 23 giugno 1940 nasceva Wilma Rudolph, la Gazzella Nera che alle Olimpiadi di...

Basket

A tu per tu con Charlie Recalcati, la leggenda del basket italiano La riapertura parziale al pubblico degli eventi sportivi, che procede di pari...

Pugilato

Teófilo Stevenson: tutto l’oro di Cuba  L’11 giugno 2012 moriva a Cuba, Teófilo Stevenson, leggendario pugile caraibico che durante tutta la sua vita non...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro