Connect with us

Cerca articoli

Viaggi e Turismo

Trasferte aziendali: consigli e suggerimenti per organizzare il viaggio

Trasferte aziendali: consigli e suggerimenti per organizzare il viaggio

Organizzare una trasferta aziendale è sempre stata una sfida logistica, con tante decisioni delicate da prendere in merito alla scelta dei mezzi di trasporto, alla gestione dei pagamenti e alla definizione degli itinerari di viaggio.

Allo stesso tempo, si tratta di attività indispensabili, necessarie per la crescita dell’azienda, l’individuazione di nuove partnership e di collaborazioni proficue.

Pianificare un viaggio aziendale, di gruppo o singolo, richiede esperienza, travel policy accurate e il supporto di aziende specializzate capaci di proporre soluzioni utili ed efficienti. Inoltre, è essenziale garantire la sicurezza del dipendente o del manager, la giusta comodità e la possibilità di spostarsi rapidamente per ottenere un ritorno economico elevato e un’adeguata produttività.

Le trasferte aziendali ai tempi del coronavirus

Al giorno d’oggi, è necessario fare i conti con le problematiche legate alla pandemia di Codiv-19, sia per quanto riguarda le restrizioni di legge, sia per la tutela del personale aziendale.

L’aspetto della sicurezza sanitaria è diventato estremamente importante nella scelta del mezzo di trasporto, con molte imprese che preferiscono l’auto per i tragitti brevi e il jet privato per gli spostamenti di media e lunga distanza in Italia, in Europa e ovviamente nei Paesi extra UE.

I voli privati consentono di viaggiare individualmente o con altri membri del proprio gruppo, evitando la presenza di altri passeggeri e garantendo una totale assenza di possibili contatti con l’equipaggio del velivolo. Gli aerei sono igienizzati dopo ogni utilizzo, inoltre questi mezzi prevedono dinamiche d’imbarco e sbarco diverse da quelle classiche, con maggiore isolamento e distanziamento sociale.

In più, è possibile velocizzare il viaggio e gestire in modo smart le richieste, con la prenotazione online del jet privato su portali specializzati come quello di fastprivatejet, che offre la possibilità di confrontare le caratteristiche dei diversi velivoli messi a disposizione degli utenti, in modo che gli stessi possano scegliere quello più idoneo alle proprie necessità.

Al contrario, è in forte riduzione l’impiego del treno, del car sharing, al quale viene preferito il noleggio auto, degli aerei di linea tradizionali e dei mezzi pubblici. Queste opzioni non garantiscono standard di sicurezza sufficienti, rendendone l’utilizzo marginale, con grandissima attenzione da parte delle aziende alla tutela della salute di dipendenti e collaboratori contro il rischio di contagio del coronavirus.

L’importanza di un travel manager in azienda

Per organizzare al meglio le trasferte aziendali servono competenze specifiche, per questo motivo nelle medie e grandi aziende viene spesso incaricato un travel manager, un professionista in grado di gestire tutte le attività inerenti i viaggi del team aziendale.

Allo stesso tempo, il travel manager si avvale di capacità particolari nei diversi settori, ad esempio richiedendo il supporto di specialisti nei sistemi di pagamento aziendali, nelle soluzioni di mobilità e nella logistica dei trasporti.

Avere una figura di riferimento nell’impresa semplifica le operazioni, con una maggiore consapevolezza sul rapporto costi-benefici delle trasferte, una gestione più accorta sulla rendicontazione delle spese e un’analisi più approfondita delle proposte dei vari fornitori di servizi.

Non meno importante è la capacità del travel manager di assicurare assistenza ai dipendenti in viaggio, attivandosi immediatamente in caso di emergenza seguendo protocolli precisi per ogni evenienza.

Come calcolare il valore reale delle trasferte?

Prima di progettare una trasferta aziendale devono essere realizzati degli appositi studi, indispensabili per capire sia la reale utilità del viaggio, sia come organizzarlo in modo ottimale in base alla finalità dell’evento.

Specialmente oggi, quando le nuove tecnologie consentono di gestire molte attività online in modo digitale, la trasferta deve essere giustificata da un’effettiva esigenza aziendale, in grado di portare un valore diretto o indiretto all’impresa.

Per effettuare queste analisi si possono utilizzare sistemi informatici, per considerare una serie di variabili e comprendere per l’azienda la convenienza di tale spostamento. Tuttavia, rimane fondamentale il fattore umano, poiché in alcuni contesti è essenziale il rapporto sociale, l’interazione diretta dal vivo in maniera fisica, affinché si possano intrecciare relazioni d’affari e professionali serie e durature.

Calcolare il valore reale delle trasferte è senza dubbio molto complesso, ad ogni modo in questo momento è importante guardare all’efficienza, alla velocità e alla sicurezza degli spostamenti.

Sicuramente, organizzare trasferte aziendali non è mai stato così difficile, per tale motivo è indispensabile rivolgersi a partner competenti, valutando con attenzione ogni opzione per gestire al meglio la logistica dei viaggi aziendali.

A cura di

Da non perdere

Motori

Dal coma al ritorno in pista: la vittoriosa battaglia di Mika Hakkinen Compie oggi 53 anni Mika Hakkinen, leggendario pilota finlandese di Formula Uno,...

Storie di Sport

Jimmy Connors e quel desiderio indomabile di lottare per vincere Compie oggi 69 anni Jimmy Connors, iconico e fenomenale tennista statunitense. Per celebrarlo vi...

Calcio

Il viaggio di Javi Poves: la storia di un calciatore anti-sistema Ultimamente dal mondo del calcio potremmo aspettarci qualsiasi cosa: molti altri giocatori universalmente...

Calcio

Dmitrij Šostakovič, il musicista ultras Il 9 Agosto 1975 moriva a Mosca il musicista e compositore russo Dmitrij Šostakovič. Nella sua vita, oltre alla...

Viaggi e Turismo

A Tu per Tu con Stefano Straface, travel blogger. Stefano, che è insegnante alla scuola primaria, viaggia da tempo e documenta minuziosamente i luoghi...

Storie di Sport

Walter Bonatti: la solitudine e la grandezza del “Re delle Alpi” Nella notte tra il 30 e il 31 luglio 1954 veniva raggiunta la...

Storie di Sport

Uruguay 1930, l’inizio di tutto (dove successe di tutto) Il 30 luglio 1930 terminava la prima edizione dei Mondiali di calcio della storia, con...

Viaggi e Turismo

T•SPACE è una community di viaggiatori alla continua scoperta dell’identità culturale e naturalistica dei territori con cui si interfaccia, attraverso esperienze incentrate sul senso...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Arcadio Venturi, il Piombino e la Roma in Serie B. Un incubo divenuto leggenda Il 18 Maggio 1929 nasceva Arcadio Venturi, storico...

Economia

Il ruolo della Consob negli investimenti in rete Il mercato degli strumenti finanziari è stato letteralmente rivoluzionato negli ultimi anni, sulla scia di nuovi...

Calcio

Padbol: lo Sport immune alla Pandemia C’erano una volta il calcio, il basket, il tennis e molti altri. C’erano una volta e ci sono...

Calcio

Francesco Acerbi: storia di una rinascita Compie oggi 33 anni Francesco Acerbi, colonna difensiva della Lazio, la cui storia, oggi più che mai, ci...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro