Connect with us

Cerca articoli

Varie

Tokyo 2020 nel segno di Super Mario, Holly & Benji, Hello Kitty e Doraemon

Appena concluse le Olimpiadi di Rio 2016 lo sguardo va diretto ai prossimi 4 anni quando i Giochi si trasferiranno in Asia, in Giappone per la precisione. Alla cerimonia di chiusura di domenica scorsa è stato mostrato il video di presentazione di Tokyo 2020 ed ha lasciato tutti a bocca aperta. Nel video oltre agli sport sono stati i celebri anime giapponesi a farla da padrone difatti le guest star sono state Hello Kitty, Doraemon, Holly & Benji e soprattutto Super Mario che ha “costruito” il suo classico tubo da idraulico che ha idealmente unito il Giappone ed il Brasile affinché Shinzo Abe, primo ministro del Paese nipponico, arrivasse in tempo a Rio. Sarà preciso, arriverà in tempo e si presenterà travestito proprio da Super Mario.

Una scena incredibile che resterà negli annali della storia dei Giochi e che si può paragonare solo agli sketch tra la Regina Elisabetta a Londra 2012 quando giocava con James Bond e Mr.Bean, due icone inglesi, proprio come manga ed anime sono icone del Giappone.

Non deve sorprendere la scelta di Abe di sfruttare i “marchi” esportati dal Sol Levante anche perché non è stato il primo.

Ai Mondiali del 2002, organizzati dalla Corea del Sud e dal Giappone, fu presentata un’edizione speciale di Holly & Benji, ovvero Captain Tsubasa Road to 2002, che creò anche dei contenziosi con la Fifa perché la serie di fumetti utilizza stadi e squadre senza pagare i diritti all’ente con sede in Svizzera.

Anche in vista dei mondiali brasiliani del 2014 il Giappone ha sfruttato la propria letteratura per creare delle maglie assolutamente uniche: i Pokemon hanno preso parte alla presentazione delle divise della nazionale nipponica ed i mostri creati dalla Nintendo non si sono limitati all’apparizione sulle divise della squadra, ma hanno anche colorato l’aereo che ha portato i calciatori allenati da Zaccheroni a Rio de Janeiro.

La presentazione di Tokyo 2020 ha già creato un’aspettativa enorme intorno ai Giochi, ma bisognerà aspettare 4 anni per vedere cosa sarà in grado di fare la nazione di Yoichi Takahashi e Fusajiro Yamauchi.

Ecco il teaser di presentazione

https://www.youtube.com/watch?v=tgIyKEaIfp8

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Compie oggi 59 anni Nadia Comaneci, fenomenale ginnasta rumena che alle Olimpiadi 1976 mandò in tilt...

Altri Sport

Stefania Belmondo: a tu per tu con la “Trapulin d’oro” dello sci italiano Il mondo dello sport riparte con fatica tra la seconda ondata...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 22 ottobre 1929 nasceva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore ad aver vinto il Pallone...

Altri Sport

Steven Bradbury: quando l’idolo della Gialappa’s rischiò di morire Compie oggi 47 anni Steven Bradbury, l’idolo della Gialappa’s che vinse per caso la medaglia...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Storie di Sport

Strage di Monaco, le colpe dei tedeschi Durante le Olimpiadi di Monaco 1972, nella notte tra il 5 e il 6 Settembre un gruppo...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 2 settembre 1937 moriva Pierre De Coubertin, padre delle...

Altri Sport

Jonathan Edwards, il Gabbiano che non volava di domenica Il 7 agosto 1995 ai Mondiali di atletica di Goteborg, Jonathan Edwards, l’uomo volante del...

Altri Sport

Lo sport non è soltanto passione ed intrattenimento, ma anche impegno ed abnegazione. Un misto di determinazione e sacrificio, senza i quali, come spesso...

Altri Sport

Hassiba Boulmerka, un oro per la libertà Compie oggi 52 anni Hassiba Boulmerka, l’atleta algerina divenuta simbolo di libertà contro la discriminazione che soffriva...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 25 giugno 1903 nasceva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro