Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Tesoretto Champions: quanto guadagna la Roma con la semifinale?

Una rimonta che riscrive la storia e…i libri contabili. La Roma sbarca, italiana in solitaria, nelle semifinali di Champions. Un risultato che, al netto del merito sportivo, è inestimabile anche da quello finanziario. O, meglio lo diviene per il valore che assume: 81 milioni.

La Roma ringrazia…Oliver

L’eliminazione della Juventus ha permesso alla Roma di godere dei benefici della dipartita bianconera. Nessuna antipatia, anzi. I rapporti fra le due società sono ottimi. Però quanto accaduto al Bernabeu arricchisce ancor di più i giallorossi che giocando due partite in più rispetto ai bianconeri che si “fermano” a quota 79,4.  Il market pool però dipende anche dal numero di partite giocate rispetto a quelle totali della nazione di appartenenza. E in questo senso ecco piovere altri 10 milioni che permettono di raggiungere e superare gli ottanta milioni. Senza contare gli incassi dello stadio. Ecco, appunto.

Adesso lo stadio

Il presidente James Pallotta è stato chiaro: vuole lo stadio, giudicato un asset indispensabile per la crescita economica della squadra. Indispensabile per mantenerla ai livelli raggiunti. Si dirà che lo stadio non aiuta a vincere trofei. Del resto la Juventus è fuori dalla Champions e negli anni, nonostante i soldi provenienti dall’Europa che conta e i proventi dello Stadium non è riuscita a trattenere Pogba. E le altre? In Italia vi sono altre quattro società con lo stadio di proprietà. La Reggiana, ma ci gioca il Sassuolo. L’Atlanta che ha acquistato l’Atleti Azzurri d’Italia. L’Udinese che naviga a metà classifica e il Frosinone che prova a tornare in Serie A.  Dunque si potrebbe dire che non è cosi decisivo? Altrettanto innegabile però, che uno stadio di proprietà incrementa e non poco il fatturato.

 

Fatturato e addio FPF: i due fattori di crescita

Già, il fatturato. La parola magica. Ciò che serve alla Roma per far quadrare i conti in ottica FPF. Un compagno di viaggio che  influisce sulla capacità della Roma per trattenere i campioni. Inutile girarci intorno: le cessioni più recenti, quelle di Salah e Rudiger e di Pjanic e Benatia, dipendono anche e soprattutto dal Fair Play finanziario. Il settlment agreement prevede il “break even” ovvero un pareggio di bilancio sino alla stagione in corso. Ciò significa che il raggiungimento delle semifinali è molto più di una boccata di ossigeno. Le cessioni eccellenti sono scongiurate e si può resistere anche agli assalti, prevedibili, per i top player come Manolas, Alisson e Dzeko. Se andranno via, sarà per scelta (anche dei calciatori, come è successo per Salah) e non per obbligo. Premesse più che rosee. E il percorso, fra l’altro, non è finito qui…

 

Luigi Pellicone
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Lo scorso 6 aprile è stato il trentesimo anniversario dal primo ritorno di Roberto Baggio a Firenze da avversario. Il ‘Divin Codino’ alla Juventus...

Calcio

Il 10 Aprile 2018 allo Stadio Olimpico la Roma compie una delle più grandi imprese della sua storia battendo il Barcellona per 3 a...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Altri Sport

Fosse Ardeatine: Anticoli e Gelsomini, storie di sportivi uccisi dai nazisti Il 24 marzo 1944 si consumò uno degli eventi più tragici del periodo...

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Domani sera si giocherà all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita il “Derby...

Calcio

Edin Dzeko, il Diamante di Sarajevo Compie oggi 35 anni Edin Dzeko, centravanti bosniaco della Roma che dopo aver vissuto in prima persona i...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa La storia di John “Jock” Stein inizia nel lontano 1922 a Burnbank, nel...

Calcio

Bruno Conti, il MaraZico che giocava a Baseball Compie oggi 66 anni Bruno Conti, formidabile ala dell’Italia Campione del Mondo 1982 e del secondo...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Via del Campo: Nemmeno Roy Keane ha fermato gli Haaland Haaland, Haaland, Haaland. Negli ultimi giorni, il web si è riempito del...

Calcio

113 anni di Inter, la squadra (quasi) mai stata in B Il 9 Marzo 1908 nasceva il Foot-Ball Club Internazionale, meglio conosciuto come Inter. La squadra...

Calcio

Anna Magnani e Francisco Lojacono: una storia di calcio e di un tango a Via Veneto Il 7 marzo 1908 nasceva nel quartiere capitolino...

Calcio

Le meteore della Serie A: El Uablo bianconero Juan Eduardo Esnaider Compie oggi 48 anni Juan Eduardo Esnaider, uno dei tanti “fenomeni parastatali” (come...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro