Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Terremoto durante una partita: ecco le reazioni (così diverse) tra Italia e Stati Uniti

Il terremoto non si può prevedere. Ma dobbiamo conoscerlo, saperlo affrontare in ogni momento e in ogni dove. Viviamo in un Paese ad alto rischio sismico e questo è il motivo per cui da un po’ di anni il Dipartimento Nazionale di Protezione civile, insieme ad Anpas, Ingv e ReLuis, propone ogni anno la campagna di comunicazione “Io non rischio”, che punta a far conoscere alla popolazione le buone pratiche di protezione civile. Lo scorso 15 e 16 ottobre sono scesi in piazza ben 7 mila volontari in tutta Italia, i contenuti sono comunque scaricabili in ogni momento sul sito www.iononrischio.it

La campagna, oltre al terremoto, fa conoscere anche gli altri rischi ai quali esposto il nostro territorio nazionale, dunque quello del maremoto e quello dell’alluvione. Il terremoto, come detto, non si può prevedere, ma sapere cosa fare durante e dopo una scossa può certamente limitare i danni ed evitare di farsi avvolgere dal pericoloso numero uno in questi casi: il panico.

Gli eventi sportivi sono per ovvi motivi tra i più esposti al rischio di panico in caso di emergenza, la grande concentrazione di persone impreparate ad affrontare il momento e questo amplifica inevitabilmente gli eventuali problemi causati.

Emblematica la differenza di reazione al terremoto durante due eventi sportivi: il primo in Italia, durante la partita di pallavolo serie D femminile a Tolentino in provincia di Macerata. Il secondo in America, California, in un match di Baseball. Dai filmati si evince chiaramente come le giocatrici italiane siano prese dal panico, fuggendo all’impazzata. Negli Stati Uniti, il pubblico così come gli atleti in campo, aspettano che la scossa finisca per poi ricominciare a giocare in totale tranquillità. Addirittura con applauso a condire il tutto.

Problematica delle infrastrutture antisismiche a parte (l’Italia è molto indietro rispetto ad altre parti del mondo che hanno adeguato la propria quotidianità ai rischi del territorio), bisogna continuare a sensibilizzare alla cultura della protezione civile e far aumentare nella popolazione la consapevolezza dei rischi del territorio al fine di limitare conseguenze amplificate in caso di emergenza. E in questo senso lo Sport può essere un ottimo strumento per veicolare le buone pratiche di comportamento da far conoscere. Roba da #IoGiocoPulito, insomma.

[foogallery id=”10321″]

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Lo Sport secondo Andrea Camilleri Il 17 luglio del 2019 ci lasciava il grande scrittore siciliano Andrea Camilleri. Nato il 6 settembre 1925 a...

Calcio

Sport Criminale: quando gli atleti sono vittime di agguati Quando parliamo di giocatori vittime di agguati non possiamo non cominciare da quello che, purtroppo,...

Altri Sport

Lo Sport secondo Ernest Hemingway Il 2 luglio 1961 si suicidava, a poco più di 60 anni di età, lo scrittore americano Ernest Miller...

Calcio

Borgonovo e gli altri: vittime innocenti della Sla, la malattia dei calciatori Il 27 giugno 2013 ci salutava Stefano Borgonovo. La causa della morte...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 25 giugno 1903 nasceva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 23 Giugno 1894 su iniziativa del Barone De Coubertin...

Calcio

Quando Leopardi inventò la letteratura sportiva Il 14 giugno 1837 moriva Giacomo Leopardi, uno dei più grandi poeti della storia dell’umanità. Per ricordarlo vi...

Calcio

4 giugno 1944, Roma Liberata: i destini incrociati di Attilio Ferraris IV e Bruno Buozzi Il 4 giugno 1944 terminava, dopo quasi nove mesi,...

Altri Sport

Lo Skate Football è lo Sport più bello per l’Africa Che il calcio sia lo sport più amato al mondo, si sa. Che esistono...

Allenamento

E-bike: ecco i modelli più gettonati tra gli appassionati per fare sport Le e-bike negli ultimi mesi stanno vivendo un vero e proprio boom...

Calcio

Omosessualità e Sport: nel calcio nessuno è “libero” di amare davvero Il 17 maggio si celebra la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la bifobia e...

Economia

Criptovalute: cresce anche nel mondo dello sport l’attenzione per la blockchain Nell’ultimo anno molte aziende hanno iniziato ad accettare pagamenti con le criptovalute e...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro