Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Terremoto durante una partita: ecco le reazioni (così diverse) tra Italia e Stati Uniti

Il terremoto non si può prevedere. Ma dobbiamo conoscerlo, saperlo affrontare in ogni momento e in ogni dove. Viviamo in un Paese ad alto rischio sismico e questo è il motivo per cui da un po’ di anni il Dipartimento Nazionale di Protezione civile, insieme ad Anpas, Ingv e ReLuis, propone ogni anno la campagna di comunicazione “Io non rischio”, che punta a far conoscere alla popolazione le buone pratiche di protezione civile. Lo scorso 15 e 16 ottobre sono scesi in piazza ben 7 mila volontari in tutta Italia, i contenuti sono comunque scaricabili in ogni momento sul sito www.iononrischio.it

La campagna, oltre al terremoto, fa conoscere anche gli altri rischi ai quali esposto il nostro territorio nazionale, dunque quello del maremoto e quello dell’alluvione. Il terremoto, come detto, non si può prevedere, ma sapere cosa fare durante e dopo una scossa può certamente limitare i danni ed evitare di farsi avvolgere dal pericoloso numero uno in questi casi: il panico.

Gli eventi sportivi sono per ovvi motivi tra i più esposti al rischio di panico in caso di emergenza, la grande concentrazione di persone impreparate ad affrontare il momento e questo amplifica inevitabilmente gli eventuali problemi causati.

Emblematica la differenza di reazione al terremoto durante due eventi sportivi: il primo in Italia, durante la partita di pallavolo serie D femminile a Tolentino in provincia di Macerata. Il secondo in America, California, in un match di Baseball. Dai filmati si evince chiaramente come le giocatrici italiane siano prese dal panico, fuggendo all’impazzata. Negli Stati Uniti, il pubblico così come gli atleti in campo, aspettano che la scossa finisca per poi ricominciare a giocare in totale tranquillità. Addirittura con applauso a condire il tutto.

Problematica delle infrastrutture antisismiche a parte (l’Italia è molto indietro rispetto ad altre parti del mondo che hanno adeguato la propria quotidianità ai rischi del territorio), bisogna continuare a sensibilizzare alla cultura della protezione civile e far aumentare nella popolazione la consapevolezza dei rischi del territorio al fine di limitare conseguenze amplificate in caso di emergenza. E in questo senso lo Sport può essere un ottimo strumento per veicolare le buone pratiche di comportamento da far conoscere. Roba da #IoGiocoPulito, insomma.

[foogallery id=”10321″]

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio Social

Nei primi giorni di aprile, Vivek Ranadivé, amministratore delegato dei Sacramento Kings, ha annunciato in una stanza su Clubhouse che tutti i membri della...

Altri Sport

La poesia “sbagliata” di Miguel: storia del desaparecido che amava correre e sognare Il 23 aprile 1985 a Buenos Aires si apriva il processo...

Allenamento

Cosa portare con te in palestra per un ottimo allenamento Hai scelto la palestra perfetta per te, cosa segue dopo? Bene, se vuoi che...

Integratori

Dieta e Integratori: ecco la bibbia per ogni sportivo Programmare settimanalmente dei momenti da dedicare all’attività fisica è diventato un aspetto sempre più presente...

Altri Sport

L’Aquila 12 anni dopo: storie di sportivi portate via da un terremoto Il 6 aprile 2009, alle ore 03:32 di notte, un terremoto di...

Calcio

Sarnano, 1 Aprile 1944: Partigiani contro Nazisti 1 a 1 Il Primo Aprile 1944, in centro Italia, si sarebbe giocata una partita di calcio...

Altri Sport

La rivoluzione del Surf: Shahla Yasini, la prima iraniana sulla cresta dell’onda Il primo aprile 1979 viene proclamata la nascita della Repubblica Islamica dell’Iran...

Calcio

Paolo List e gli altri: vittime innocenti della Sla, la malattia dei calciatori Il 28 Marzo 2016 moriva a soli 52 anni Paolo List,...

Altri Sport

Jurij Gagarin, il Cosmonauta che sognava le stelle e amava lo Sport Il 27 Marzo 1968 moriva Jurij Gagarin, il cosmonauta sovietico, primo uomo...

Altri Sport

Fosse Ardeatine: Anticoli e Gelsomini, storie di sportivi uccisi dai nazisti Il 24 marzo 1944 si consumò uno degli eventi più tragici del periodo...

Pugilato

Billy Collins e quel pugno “dopato” che ha distrutto la sua vita Il 6 marzo 1984 moriva il pugile di origini irlandesi Billy Collins,...

Allenamento

Cellulite, quando l’attività sportiva può essere utile È uno degli inestetismi maggiormente invisi alle donne di ogni età e di tutte le fasce di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro