/

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli almanacchi raccontano solamente in maniera implicita; in fondo anche a noi è venuto in mente quasi per caso:

/

Kurt Hamrin, l'”uccellino che vola”

Lunedì 3 febbraio 1964. Una data importante nella storia gigliata. Non ci riferiamo alla conquista di scudetti o trofei, ma il giorno dopo il netto successo a Bergamo sulle locandine de La Nazione vi era scritto: “L’uccellino che vola”. Il quotidiano fiorentino

/

Helmut Haller: il giocoliere teutonico

Helmut Haller: il giocoliere teutonico Il biondone di Augusta. Helmut Haller: un teutonico consacrato in Italia. Lo stivale è diventato presto casa sua. Lui, sorridente e spensierato al cospetto dell’esistenza, non ci ha mai dimenticato. In quell’angolo della Baviera Helmut nasce, cresce

/

Jack Grealish: l’Orfeo di Birmingham

Jack Grealish: l’Orfeo di Birmingham Scorrendo le classifiche dei top campionati in giro per l’Europa non si può che restare ammaliati dal richiamo della Premier League ciò che colpisce principalmente guardando infatti meramente la posizione in tabella delle contendenti al trono è

/

Tutti gli animali di Augustus Kargbo

I proverbi in Italia dicono che tutte le strade portano a Roma. E il detto dovrebbe essere ulteriormente vero se ti chiami Augusto, come Ottaviano. Ma l’altro adagio dice che le vie del calcio sono infinite e così finisci più a nord,

/

Quando lo stadio è un’astronave

Quando lo stadio è un’astronave Isola di Hokkaidō ( 北 海 道 ), la più settentrionale dell’arcipelago giapponese. Capoluogo della prefettura è Sapporo (札幌市), città di oltre 1.9 milioni di abitanti, nota a livello mondiale per le Olimpiadi invernali tenutesi nel 1972,

/

Il Calcio e i Ruoli Geneticamente Modificati

Il Calcio e i Ruoli Geneticamente Modificati “Passa il tempo sulle barbe, sui cappelli e sui capelli lunghi”: passaggio di una vecchia canzone di Antonello Venditti che, osservando il mutamento dei costumi nella società italiana degli anni Ottanta, rievocava i canoni estetici

/

Nicolò Zaniolo: quei gesti che ci mancavano

Nicolò Zaniolo: quei gesti che ci mancavano La notte di Roma-Porto, fredda e serena, per l’Europa del calcio ha avuto i connotati della rivelazione. Magari non per tecnici e addetti ai lavori, che delle qualità di Nicolò Zaniolo se ne erano accorti