Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Special Olympics: la felicità è partecipazione

Hanno cominciato nelle “vasche” in una piccola struttura della piscina comunale della loro città. Sono  tre campioni, Luigi Daccò, Ylenia Cirullo e Paola Giorgetta.

Nella gara, “Play the Games” organizzata da Special Olympics hanno avuto, tutti insieme, cinque medaglie d’oro e due d’argento.

La loro allenatrice Stefania De Felice è orgogliosa e fiera di questi risultati sorprendenti e allo stesso tempo attesi dagli atleti:

Luigi Daccò,  tre medaglie d’oro, una 100 mt dorso, 25 mt stile libero e nei 25 mt dorso, Ylenia Cirullo con due medaglie d’oro nei 100 mt dorso e nei 25 stile libero, si conferma Paola Giorgetta con due medaglie d’argento nei 25 e 50 stile libero (già oro ai mondiali di Los Angeles).

medaglie-special-olympics-h

Special Olympics nasceva moltissimi anni fa, quando la famiglia Kennedy, tra tanti figli viveva l’esperienza della disabilità di uno di loro. Partì in questo modo la proposta di far ‘uscire’ i ragazzi costretti negli istituti per introdurli allo sport, carta vincente per una inclusione e partecipazione alla vita sociale.

Da allora in poi oltre che negli Stati Uniti, Special Olympics è diventata presente in tutto il mondo con risultati meravigliosi e soprattutto rivolti a tutti, dando opportunità  alle esigenze di ognuno, anche nelle gravissime disabilità.

Non sono nuovi a salire sul podio, questi atleti, vincitori  già campioni, come Paola Giorgetta, che ha conquistato l’ oro ai mondiali di Los Angeles per i 25 metri dorso e altre medaglie per lo stile libero.

Chiedo alla loro istruttrice, Stefania De Felice :

Cosa si prova a vivere emozioni così forti e come si comprendono le capacità dei ragazzi?

Gareggiano tutti a seconda delle proprie possibilità, superandole, questo accade in Special Olympics e questo lo fa anche la FISDIR e la FINP, senza escludere mai nessuno.
Vivo con loro gli allenamenti, intuisco la determinazione, la volontà, la forza che impiegano, la gioia e la passione per questo sport.  Essere con loro, incitarli, gridare ed esultare, partecipare attivamente anima e corpo e quando le loro mani “ toccano il bordo , è il segnale  del superamento e della conquista.

Atleti in tour, Biella, Venezia, Viterbo, La Spezia. Siete pronti per continuare? Certo! E’ la prima in coro.

Una domanda rivolta ai genitori di questi giovani atleti: Quanto è importante esserci, partecipare per voi genitori?

E’ molto importante coinvolgersi, essere parte di un gruppo forte, composto da genitori e figli che vivono la gioia, la festa di esserci tutti insieme, senza alcuna esclusione, senza nostra figlia non avremmo girato  il mondo

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso? Avrebbe compiuto oggi 42 anni Kobe Bryant, la leggenda dei Los Angeles Lakers recentemente scomparso...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Sport & Diritti

Smart Games: lo Sport a casa di Special Olympics per contrastare il Coronavirus “Everywhere We Play”, il Claim che accompagna questo evento la dice...

Doping

Il rischio del taglio drastico di peso negli Sport da combattimento Negli sport di combattimento gli atleti sono consoni perdere peso velocemente per rientrare...

Altri Sport

La risposta di Special Olympics alla quarantena: “Insieme siamo più forti” L’isolamento che insegna il valore dell’inclusione Nello stare lontani si può comunque essere...

Pugilato

Harold Reitman, il dottore combattente per amore della figlia Nel 1971, i Golden Gloves del New England si disputarono a Lowell, nel Massachusetts, città...

Altri Sport

Valentina Vezzali: a tu per tu con la Regina della scherma In questo momento così delicato e inaspettato che mette, e ci rimette, tutti...

Doping

[themoneytizer id=”27127-1″] Lo strano caso del nuotatore Sun Yang Il destino di Sun Yang era nelle mani della WADA l’agenzia anti-doping mondiale che lo...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] L’armonia di Manuel Bortuzzo Testo: Ettore Zanca Illustrazione: Enrico Natoli Se questo fosse un film degli Avengers, ora Manuel tornerebbe indietro nel...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Second Life: non solo Cech, quanti atleti hanno cambiato Sport? L’avevamo salutato prima dell’estate, in occasione della finale di Europa League tra...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Sandro Campagna: a tu per tu con la Leggenda della pallanuoto azzurra Nell’universo dello sport italiano le ondate cicliche si susseguono senza...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Filippo Magnini: a tu per tu con Re Magno Gli occhi sono vivaci, lo sguardo fermo, mentre le mani si intrecciano tra...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro