Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Slum Soccer e le Shakti Girls, un pallone può cambiare il Mondo

[themoneytizer id=”27127-1″]

Slum Soccer e le Shakti Girls, un pallone può cambiare il Mondo

Siamo in India, dove gli Slum sono una realtà forte che segna molte vite. L’assenza di acqua potabile, di elettricità e di servizi per molti ragazzi è una verità quotidiana. Come anche la ricerca del cibo, non sempre positiva. In un ambiente così degradato, la speranza sta provando a farsi vedere tramite vie secondarie. Una di queste è il pallone.

13166005_928566520593339_2221448759302159445_n

La Slum Soccer, organizzazione non governativa nata nel 2001, attraverso il calcio sta cercando di portar via dalle baraccopoli quanti più ragazzi possibili. L’organizzazione crede nel calcio come ad un veicolo per trascendere la religione, la razza, la lingua, il sesso. Prova così ad offrire ai ragazzi un po’ di fiducia. Il gioco di squadra, il movimento, la tenacia per inseguire un obiettivo. Tutto concretizzato in tornei coma la Homeless World Cup, progetto nato nel 2003 che oggi arriva a coinvolgere 70 Paesi. In tutto ciò non manca poi una attenzione particolare alla realtà femminile, dove i matrimoni combinati ancora esistono e dove le ragazze vengono spesso mandate a lavorare altrove come collaboratrici domestiche fin da piccole.

slum+soccer_3994

Un destino che spesse volte le Shakti Girls sono riuscite a cambiare. Proprio attraverso il calcio. Queste ragazze si allenano tutti i giorni, sopportate sempre dalla Slum Soccer ed allenate da Prashanna Kharat, e credono nelle pari opportunità. Nel loro modo di vedere il calcio non esiste etichetta, maschio o femmina. Ognuno può giocare e dire la sua. Perché fondamentale è proprio questo: far sentire la propria voce. Ognuno deve essere in grado di prendere le decisioni in modo autonomo ma consapevole, così da non subire più le azioni degli altri. Ognuna delle fanciulle che partecipa a questo progetto gioca con la maglietta del suo calciatore preferito o della sua squadra del cuore ed ognuna di loro sogna di diventare calciatrice professionista.

 

Non tutte riescono ma molte iniziano a girare il mondo dietro quel pallone per rappresentare il loro Paese. Iniziano a conoscere la vita al di là degli slum. Ciò le aiuta a costruirsi una coscienza ed una identità propria, tale da far comprendere loro che vi è altro di importante nella vita che non la collaborazione domestica o un matrimonio già prestabilito. Inoltre le aiuta a staccarsi da quella realtà grigia che soffoca. Oggi circa 70.000 persone sono riuscite a cambiare il loro destino ed hanno raggiunti risultati eccezionali. Fosse questo il passo giusto? L’impegno della Slum Soccer è ad ogni modo notevole, meritandosi anche il premio FiFa Diveristy Award, istituito dalla Fifa, la federazione internazionale di calcio. Le baraccapoli non diminuiscono, ma le possibilità per molti aumentano. Dopotutto, basta seguire il pallone per inseguire i sogni.

[themoneytizer id=”27127-28″]

 

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La “Resistenza del Pallone” del Mahatma Gandhi Il 2 ottobre si celebra nel mondo la Giornata Internazionale della Non-violenza nel giorno della nascita di...

Calcio

Mohun Bagan Athletic Club: il club più antico d’India, simbolo di libertà dall’Impero Il 15 Agosto 1947 l’India dichiarava ufficialmente la sua indipendenza dal...

Calcio

L’India ai Mondiali del 1950: una storia da raccontare mai accaduta Il 16 luglio 1950 si chiudeva con la mitica finale tra Uruguay e...

Altri Sport

Lo Skate Football è lo Sport più bello per l’Africa Che il calcio sia lo sport più amato al mondo, si sa. Che esistono...

Altri Sport

Dutee Chand, l’atleta che corre per la libertà in India Il 19 Maggio 2019 la sprinter Dutee Chand  fa coming out, diventando la prima...

Calcio

Quando Divock Origi divenne uno Spot sulla sicurezza Compie oggi 25 Anni Divock Origi, l’attaccante belga del Liverpool che si rese protagonista di goal...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Natali Shaheen: dalla Palestina alla Torres con un sogno chiamato Calcio Natali Shaheen è una ragazza palestinese che ha il calcio nel...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Velokhaya: i pedali d’oro dell’Accademia che toglie i bambini dalle strade del Sudafrica Khayelitsha. Sudafrica. Anno 2003. In pochi possono immaginare che...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Calcutta Cup: la “guerra ovale” anglo-scozzese nel ricordo dell’India Nel weekend appena concluso è iniziato il 6 Nazioni di Rugby 2020, il...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Le donne e il calcio: a tu per tu con Viviana Greco Nella vita di Viviana Greco, modella e giornalista argentina originaria...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Alex Morgan: una storia talmente strana che dovrebbe essere normale Testo: Ettore Zanca Illustrazione: Enrico Natoli Questa è una storia strana, strana...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Sport femminile: chiamateci Professioniste Svolta storica nel mondo dello sport femminile. La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento alla manovra...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro