Connect with us

Cerca articoli

Basket

Shumpert: “Il distintivo dovrebbe proteggerci, non spaventarci” e fa una promessa sul “campo”

Iman Shumpert si accoda alla protesta di Kaepernick ed anzi va oltre dopo l’ennesima sparatoria che ha portato all’omicidio di un afroamericano, Terence Crutcher. Attraverso il proprio profilo Instagram la guardia dei Cleveland Cavaliers ha spiegato che tutto ciò che fa da quando è nata la figlia, lo fa in suo nome e per lasciarle un mondo migliore e che dopo il nuovo episodio di violenza non sa più come spiegare la situazione alla piccola, perché “il distintivo dovrebbe proteggerci, non spaventarci”.
Shumpert ha deciso che la protesta di Kaepernick deve essere un pretesto ma non può essere una soluzione perché “Inginocchiarsi non serve più“. Allora qual è stata la soluzione dell’ex giocatore dei Knicks? Una promessa: “Per ogni palla rubata durante la regular season donerò dei soldi alle associazioni che si prefiggono come obiettivo quello di migliorare i rapporti tra la cittadinanza e la polizia“.
Un gesto nobile per il ragazzo nativo di Oak Park.
Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Strage di Hillsborough, 32 anni dopo: le verità scomode di una tragedia evitabile Il 15 Aprile 1989 allo stadio Hillsborough di Sheffield, avvenne una...

Altri Sport

Jackie Robinson: il pioniere dei diritti degli afroamericani nello Sport «Non sono interessato alla vostra simpatia o antipatia… tutto quello che chiedo è che...

Altri Sport

La “Diplomazia del Ping Pong” Il 10 Aprile 1971 la squadra di ping pong americana e i giornalisti al seguito accettarono l’invito e misero...

Storie di Sport

Arthur Ashe, il tennista con una missione L’8 aprile 1992 il tennista afroamericano Arthur Ashe dichiarava al mondo intero la sua sieropositività a causa...

Basket

Memento: C’erano una volta i Sonics, la Leggenda di Emerald City Il 5 Aprile 1994 Kurt Cobain si suicidava sparandosi nel suo garage. E...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 4 Aprile 1968 veniva assassinato a Memphis, Martin Luther King. Nello stesso periodo,...

Pugilato

La vera storia di Jack Johnson: un perdono lungo 100 anni Il 31 marzo 1878 nasceva Jack Johnson, il primo pugile afroamericano della storia...

Basket

Oral Roberts, i fondamentalisti cristiani cercano la gloria (sportiva) Due eliminazioni eccellenti. E una terza che potrebbe proiettarli nelle migliori otto squadre di basket...

Basket

Non solo March Madness: ecco la storia del vecchio NIT Inizia oggi il March Madness, il torneo finale che assegna il titolo di Campione...

Calcio

Bruno Conti, il MaraZico che giocava a Baseball Compie oggi 66 anni Bruno Conti, formidabile ala dell’Italia Campione del Mondo 1982 e del secondo...

Calcio

Clint Dempsey: il mondo im-“perfetto” Ha compiuto 37 anni ieri, ed è uno dei più grandi giocatori della storia del calcio statunitense, il suo...

Basket

Mahmoud Abdul Rauf: il cecchino del Mississippi che ce l’aveva con gli Stati Uniti Compie oggi 52 anni Mahmoud Abdul Rauf, il cestista americano,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro