Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Shaun Barker e l’importanza di lasciare un buon odore

Shaun Barker e l’importanza di lasciare un buon odore

Ricordati di lasciare sempre buon odore. Mio padre me lo diceva spesso. Mi esortava ad avere onestà intellettuale e correttezza. Spero di non averlo deluso, di sicuro ho persone che ogni giorno quando mi sveglio hanno la mia vita in mano e non ho la minima paura di cosa ne faranno. Qualcosa vorrà significare.

Il buon ricordo che lasci a volte torna come onda di mare che ama perdutamente la riva. Come è successo a questo signore qui. Si chiama Shaun Barker. Nel marzo del 2012, Shaun sta giocando col Derby County una partita. Ne è il capitano. Un fortuito scontro di gioco e Shaun si maciulla letteralmente un ginocchio.

Niente più legamenti o ossa che abbiano collocazione naturale. La gamba piegata ad L. Un miracolo se tornerà a camminare, dicono i medici. Shaun inizia una riabilitazione paziente e dolorosa. Nel frattempo il calcio si scorda di lui, di uno che ha sempre avuto una dedizione particolare per il suo ruolo, giocando con un agonismo che non gli ha mai lasciato la maglia intonsa.

Shaun ormai si sta rassegnando alla carriera di ex calciatore. Anche perchè gli hanno detto che una partita intera non potrebbe più farla. Un giorno di 4 anni dopo, gli telefona Nigel Clough. Suo ex allenatore, che adesso allena il Burton Albion (tra l’altro figlio di Brian, se non sapete chi era il padre leggetevi “il maledetto United”). Nigel si è ricordato di lui. Shaun quasi commosso, dice che però non sa se può essere utile. Clough gli risponde: “a me serve uno come te, sai che facciamo? Tu entri nelle partite difficili, quelle dove dobbiamo lottare e per dieci minuti, mi spazzi l’area da qualsiasi palla pericolosa, te la senti?”.

La risposta? In questa foto. 26 agosto 2016, Shaun è in campo a poco dalla fine. Il Burton sta vincendo 1-0 e serve lui. Ah, sapete con chi è rientrato vincendo e spazzando 4 anni dopo? Proprio contro il Derby. La sua ex squadra. Alle volte la vita cosa riserva a chi lascia buon odore.

A cura di

Da non perdere

Pugilato

Thomas Hearns, un macigno sui trampoli Compie oggi 63 anni Thomas Hearns, uno dei pugili più forti della storia, protagonista insieme a Marvin Hagler...

Calcio

Matthew Le Tissier, una scelta da Dio Strano stadio, il vecchio “The Dell”; trentamila anime di gomiti che si strofinavano uno contro l’altro, nei...

Calcio

Jules Rimet, il visionario padre dei Mondiali che ha cambiato il ‘900 Il 14 ottobre 1873 nasceva Jules Rimet, il padre dei Mondiali di...

Calcio

Una piccola storia ignobile Il ragazzo, senegalese, quando prende palla è difficile fermarlo; sin dal primo tempo si alternano, gli avversari, nel tentare di...

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” I trentenni, o chi gli gira intorno, a quell’età, ricordando John Fashanu. “Idolo” della Gialappa’s e di “Mai dire...

Altri Sport

10Cosa significa essere Gianni Mura Avrebbe compiuto ieri 76 anni Gianni Mura, maestro di giornalismo e non solo, che ci ha lasciato lo scorso...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati quattro esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e conduttore...

Calcio

Ezio Pascutti, l’ultima ala sinistra del Bologna Come la Juventus, anche se non vestì mai la casacca bianconera. O lo si ama(va) o lo...

Calcio

Josè Leandro Andrade: la vita estrema della Maravilla Negra Il 5 Ottobre 1957 ci lasciava Josè Leandro Andrade, la Maravilla Negra, il fenomeno dell’Uruguay...

Calcio

Dirk Schlegel e Falko Götz, i due talenti della Germania Est fuggiti dalla Stasi Ieri in Germania si è festeggiata la Giornata della Riunificazione...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro