Connect with us

Cerca articoli

Photo LiveMedia/DPPI/ Irh Alcala de Henares, Madrid, Spain, November 08, 2020, Spanish football Primeira Division Women match Atletico de Madrid and Sporting de Huelva Image shows: Deyna Castellanos of Atletico de Madrid during the Women's Spanish championship, Primera Iberdrola football match between Atletico de Madrid and Sporting de Huelva on November 8, 2020 at Ciudad Deportiva Wanda in Alcala de Henares, Madrid, Spain - Photo Irina RH / Spain DPPI / DPPI LiveMedia - World Copyright

Inchieste & Focus

“Abbiamo sempre fatto così”: quando violenze e abusi nello sport sono “normalità”

Grace Murray Hopper, matematica statunitense diceva che la frase più pericolosa del mondo è “abbiamo sempre fatto così”. Questo nello sport dovrebbe essere applicato nei suoi aspetti sani, ma anche in quelli poco edificanti.

Una voce da sempre sussurrata è che in molti ambienti professionistici sportivi, ci sia abbondanza di violenze e abusi, a essere fortunati(?) si rischia di essere vittime di molestia. Ultimamente da varie fonti sono venuti fuori episodi di violenza e abuso in ambiente sportivo che stanno lanciando l’allarme in più di un paese.

Lisa Vanna, calciatrice australiana ritiratasi da poco e più volte nazionale, ha confessato di essere stata vittima di abusi e violenze e di aver assistito a episodi simili accaduti alle sue compagne. Ha raccontato di aggressioni e palpeggiamenti in doccia quando era adolescente e tutto veniva fatto passare come uno scotto da pagare per far parte delle “grandi”. Inoltre ha ribadito che a più livelli ci sono manipolazioni psicologiche da parte di chi ha ruoli di guida per convincere le atlete che certe pratiche sono quasi legittime.

La situazione non cambia in Venezuela, dove Deyna Castellanos, calciatrice della nazionale ha pubblicato un documento firmato da 23 atleti per denunciare un episodio di violenza sessuale di cui è stata vittima una sua collega a 14 anni nel 2014, da parte dell’allenatore della nazionale di allora, Kenneth Zseremetra.

Nella lega femminile statunitense sono stati licenziati ben due allenatori: Paul Riley e Richard Burke, entrambi per violenze, molestie e abusi psicologici.

In Francia due allenatori di atletica leggera sono sotto inchiesta per stupro. Lo psicologo dello sport Guy Missoum ha evidenziato che purtroppo nello sport la denuncia di abusi e violenze non è facile per un semplice motivo: se l’atleta è nel pieno della carriera sportiva la sua denuncia rischia di azzerare tutte le speranze di futuro in quel mondo. Le molestie sono frequenti nel mondo dello sport perché il corpo dell’atleta è sotto i riflettori, scoperto. La violenza poi inizia nella modalità delle insinuazioni.

Non è raro che alcuni tecnici chiedano come battuta ai loro atleti stanchi con chi hanno fatto sesso il giorno prima. Il rapporto gerarchico poi, completa il tutto. Il ruolo del tecnico è di maestro e guida, quindi tutto quello che dice va fatto. In più, specie negli sport di squadra la distanza intima è totalmente azzerata.

Un fenomeno scomodo che troppo spesso bussa alla porta e difficilmente gli si vuole aprire. Si sa, le voci fastidiose ma vere, è meglio non farle venire fuori: lo spettacolo deve continuare. d’altronde “abbiamo sempre fatto così”

A cura di

Da non perdere

Calcio

Ciao Madiba: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni Il 5 Dicembre 2013 ci lasciava Nelson Mandela, uno degli uomini più...

Calcio

Socrates: storia di un Dottore che non faceva altro che essere se stesso Il 4 dicembre 2011 ci lasciava uno dei personaggi più iconici...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Avrebbe compiuto ieri 73 anni Luciano Re Cecconi, iconico calciatore della...

Calcio

Chi vinceva il Pallone d’Oro al posto di Maradona? Quest’anno torna il Pallone d’Oro, dopo l’anno di pausa a causa della pandemia di Covid19....

Calcio

Chapecoense 5 anni dopo: storia di un sogno rimasto in bianco e nero Il 28 Novembre 2016 l’aereo con a bordo la squadra brasiliana...

Calcio

Non sono andato a letto presto: Vita e Assist di Gianfranco Zigoni Lo scorso 25 novembre ha compiuto 77 anni Gianfranco Zigoni, iconico calciatore...

Calcio

Il calcio secondo Bernardo Bertolucci Il 26 novembre 2018 ci lasciava, all’età di 77 anni, Bernardo Bertolucci, il regista parmigiano, autore di alcuni capolavori...

Calcio

Last United: l’ultima volta di George Best Il 25 novembre 2005 ci lasciava George Best, uno dei più grandi giocatori della storia del calcio,...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 In occasione dei 60 anni compiuti oggi da Ricardo Alemao, l’ex centrocampista brasiliano...

Calcio

Guido Masetti, “primo portiere”, oggi più di ieri Il 22 novembre 1907 nasceva Guido Masetti, storico portiere della protagonista del primo scudetto giallorosso. Per...

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste Il 21 novembre 1894 nasceva a Budapest Géza Kertész, il calciatore e allenatore...

Calcio

Josè Leandro Andrade: la vita estrema della Maravilla Negra Il 20 novembre 1901 nasceva Josè Leandro Andrade, la Maravilla Negra, il fenomeno dell’Uruguay capace...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro