Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Scommesse in ricevitoria: un’opportunità per il riciclaggio di denaro

Le ricevute delle scommesse effettuate permettono di avere certificata la provenienza dei soldi qualora qualcuno dovesse indagare su di voi. Ma chi controlla la provenienza dei soldi con cui queste scommesse sono state pagate?

Le scommesse fino a qualche anno fa erano legate a parole dall’accezione tutto sommato positiva quali divertimento, gioco, brivido, adrenalina. Negli ultimi anni la tendenza si è invertita e le parole legate alle scommesse hanno connotati molto più negativi quali malattia, patologia, ludopatia, truffa ed ora anche riciclaggio.

Proprio quest’ultimo è l’aspetto che ci preme sottolineare oggi in questo articolo. Mettiamoci nei panni di un disoccupato che grazie ad attività illegali abbia a disposizione 10.000 euro di soldi “sporchi”. Questi soldi o verranno tenuti per sempre dentro un borsone o sotto il materasso, perchè se versati in banca farebbero scattare subito un controllo da parte di Equitalia & Friends, oppure bisogna trovare il modo di rendere questi 10.000 euro un’entrata giustificata.

Ecco che allora arriva in soccorso dei delinquenti la vecchia e cara ricevitoria. Prendiamo una partita a caso, Germania-Cile di Confederations Cup che ha quote 1 2.55 X 3.60 2 2.80. Con la semplice formula 100/quota ci ricaviamo quanto dobbiamo investire su ogni esito per bilanciare l’operazione. Nello specifico 1 – 39% X – 28% 2 – 36% (tutti arrotondati). La somma come è facile intuire non è 100 bensì 103. Quel tre percento eccedente è l’aggio del banco, un tre percento che però il malvivente in questione sarà ben felice di pagare per vedere i suoi soldi sporchi ripuliti e soprattutto giustificabili di fronte al Fisco.

Fatta una piccola proporzione per armonizzare il tutto a 100 le percentuali finali sono 1 – 38%  X – 27% 2 – 35% (sempre arrotondati).

Adesso non rimane che suddividere la puntata:

per il segno 1 – 10.000 / 100 = 100. — 100 * 38 = 3800 — 3800*2.55 =9690

per il segno X –  10.000 / 100 = 100. — 100 * 27 = 2700 — 2700*3.60 =9720

per il segno 2 –  10.000 / 100 = 100. — 100 * 35 = 3500 — 3500*2.80 =9800

Come potete vedere, male che andrà al malvivente, segno 1, perderà solo 310 € euro dei suoi 10.000 euro iniziali ma in compenso avrà il grandissimo vantaggio di avere soldi puliti, non segnati, giustificabili di fronte al Fisco in virtù della ricevuta ma soprattutto bonificabili per vincite di grandi importi.

Sebbene questo articolo possa sembrare un vademecum su come riciclare i soldi sporchi o  comunque derivanti da attività illegali, non è assolutamente così ma questo non dipende da noi ma dall’onestà del lettore e dell’uso che fa delle informazioni, la nostra missione è quella di denunciare una minaccia concreta alle istituzioni preposte che si sono sempre preoccupate di evitare il riciclaggio di denaro attraverso le scommesse online ma si sono dimenticati che la stessa cosa, anzi peggio, si può fare tranquillamente sotto casa e senza controllo.

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

1 Comment

1 Comment

  1. Avatar

    Sergio Buzzi

    Giugno 23, 2017 at 2:06 pm

    Non c’è nulla da dire. Che lo vuole fare già sapeva il trucco.
    Stessa cosa per la sale slot-machine. Si mettono i soldi si fanno un po’ di tiri e poi stampi la ricevuta con la”vincita”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Altri Sport

Lou Gehrig, lo Sportivo che ci ha fatto conoscere la SLA Per la Giornata Mondiale per la lotta alla Sla che si celebra oggi,...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Il 20 giugno 2020 ci salutava Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue...

Altri Sport

I rivoluzionari dello Sport: Bill James, l’inventore dell’algoritmo vincente Il 17 giugno 2003 veniva pubblicato il libro “Moneyball” in cui l’autore Michael Lewis racconta...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 7 giugno 1993 ci lasciava Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Calcio

Roberto Baggio: Genealogia del Divin Codino Sta avendo enorme successo il film da poco uscito su Netflix “Il Divin Codino”, dedicato alla vita di...

Calcio

La nascita della Coppa dei Campioni Si giocherà questa sera la finale di Champions League 2020-21 tra Manchester City e Chelsea. Per l’occasione vi...

Altri Sport

Nino Bibbia: storia di un fruttivendolo diventato Campione Olimpico Il 28 maggio 2013 moriva Nino Bibbia, il primo azzurro a conquistare un oro nei...

Calcio

L’ultima partita di Roberto Baggio Il 16 Maggio 2004 giocava l’ultima partita della sua carriera, Roberto Baggio. Uno dei giocatori più forti della storia...

Pugilato

Bosisio e Mascena: due pugili, due destini opposti Il 15 maggio 1905 nasceva Pietro Mascena, il pugile la cui storia si intreccia incredibilmente con...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro