Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Saul Malatrasi, l’uomo delle Coppe

Saul Malatrasi, l’uomo delle Coppe

Quando qualche anno fa la Spal tornava in Serie A dopo quasi mezzo secolo venivano citati i giocatori lanciati dal club ferrarese. Senza però ricordare il polivalente Saul Malatrasi, un campionato in maglia estense (1958-’59) prima del quadriennio in maglia viola. Nella Fiorentina solo nelle ultime due stagioni divenne titolare, festeggiando dunque da comprimario la Coppa delle Coppe e la coccarda tricolore del 1961.

Nel 1964, nell’unica annata nella Capitale, la Roma arrivò alla finale della coppa nazionale, disputata però a novembre. Quando il giocatore si era trasferito all’Inter: deludente in avvio sia da mediano che da terzino destro, si rivelò poi un’ottima alternativa al capitano nerazzurro Armando Picchi nel ruolo di libero. Disputò da titolare la finale di ritorno della Coppa Intercontinentale e la ‘bella’ della stessa competizione, giocata a Madrid e decisa da Mario Corso. Sette gare nella stagione 1965-’66, prima del trasferimento al Lecco, il quale terminò il campionato all’ultimo posto.

Una bocciatura per Saul? No, perché arrivava la chiamata di Nereo Rocco, tornato al Milan, e il giocatore si rigenerò: uno scudetto, una Coppa delle Coppe, una Coppa dei Campioni. Senza dimenticare la Coppa Intercontinentale del 1969, che ha fatto di lui l’unico calciatore italiano ad averla conquistata con due club diversi (Trapattoni con la Juventus l’ha vinta da allenatore). Chiuse la carriera da giocatore nella Spal. Picchi, Capello: gli estensi hanno lanciato anche Saul Malatrasi.

 

A cura di

Da non perdere

Pugilato

Chi era Jackie McCoy, eroe silenzioso nel rumoroso mondo della boxe Il 15 gennaio del 1997 moriva di cancro Jackie McCoy, per quarantasei lunghi...

Storie di Sport

Bjorn Borg, l’uomo di ghiaccio vissuto nell’eccesso Il 22 Gennaio 1983 annunciava il suo ritiro (sarebbe poi tornato nel 1991, senza lasciare traccia) il...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Basket

L’incredibile Febbraio ’95 di Hakeem Olajuwon Compie oggi 59 anni Hakeem Olajuwon, fenomenale cestista di origini nigeriane, due volte campione NBA con gli Houston...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Pugilato

Muhammad Ali, in principio fu la bicicletta Quale ragazzino, negli anni Cinquanta, non avrebbe desiderato una bicicletta Schwinn? Una di quelle così belle e...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Franco Citti: l'”Accattone” che amava il calcio Il 14 gennaio 2016 moriva a 80 anni il grande Franco Citti. Per ricordarlo vi raccontiamo la...

Calcio

Il calcio è una chiave per vincere il dolore di un bambino mai nato Ci sono molti modi per esorcizzare il dolore. C’è chi...

Calcio

Luciano Castellini, il Giaguaro dal cuore tenero Il 16 maggio 1976 Claudio Baglioni festeggiava un quarto di secolo, Rosario Fiorello compiva sedici anni e...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro