Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Sampaoli come Bielsa: aspettando Godot lungo la linea laterale

Una figuraccia epica, di proporzioni mondiali oserei dire, come tanti anni fa, nel 2002, successe a un vecchio ispiratore di Sampaoli, Bielsa. Stesso errore, stessa presunzione tattica, di un allenatore in balia delle onde e già dal pre partita, in confusione. Prima della partita mi chiedevo come facesse a non far giocare Fazio, in un 4 3 1 2 compatto e organizzato: la partita contro la Croazia ci ha dato la risposta. Squadra schierata senza senso con il 3 5 2 con giocatori non degni di indossare la gloriosa maglietta della selecciòn: Caballero, Tagliafico, Mercado, Salvio, Acuna, Perez e Meza, calciatori scarsi in rapporto al peso della camiceta, Mascherano sul viale del tramonto e l’intero reparto offensivo completamente lobotomizzato. Messi, Higuain, Dybala, Aguero non pervenuti. Squadra senza alcuna idea tattica, come sempre del resto. Croazia invece organizzata, compatta tutta dietro la linea del pallone con un 4 5 1 in cui Mandzukic agiva da punta e da grande aiuto per tutti i compagni che si inserivano, soprattutto facilmente nel secondo tempo. Il solito grande centrocampo con Brozovic, Rebic, Rakitic, Perisic e Modric a stradominare dal punto di vista fisico e tecnico.

LA SOLITUDINE DI SAMPAOLI  Jorge ha percorso km e km lungo la linea del fallo laterale, come quando Bielsa a Rifu, Giappone, nel lontano 12 giugno 2002, aspettava invano un goal di Crespo (poi arrivato ma non decisivo per la vittoria) o Batistuta, Ortega o Aimar contro la Svezia nella partita decisiva per la qualificazione agli ottavi di finale. Uguale l’atteggiamento e la sensazione di confusione e rassegnazione nelle due facce quasi al limite della disperazione. Accomunati entrambi da una sciagurata e sinistra assonanza nel cognome del portiere Cavallero per Bielsa e Caballero per Sampaoli, ma separati sicuramente dalla caratura dei calciatori in campo totalmente sbilanciata a favore di quelli del primo.

APPESO A UN FILO L’unica vera sostanziale differenza è il fatto che Bielsa dopo quella partita se ne dovette ritornare a casa dopo aver fatto trasparire la sensazione di nullità e pochezza nel gioco della sua nazionale che non aveva mai trovato il bandolo della matassa con troppi giocatori offensivi. Sampaoli ancora ha una speranza, minima, appesa a un filo, ma ce l’ha, e forse è proprio questa che lo continua a far andare su e giù per la linea laterale del campo togliendosi la giacca.

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Pugilato

La storia di Oscar “Ringo” Bonavena Fisico massiccio, sguardo accattivante e folta chioma nera come la pece era questo Oscar Bonavena, argentino di Buenos Aires...

Calcio

Pelé e Garrincha: lasciarsi e dirsi gol Nessuno dei due poteva saperlo. Forse per questo, anche per questo, entrambi fecero gol. Maledetto mondiale d’Inghilterra,...

Alimentazione

Alimenti ricchi di vitamina D La vitamina D è l’unico nutriente che il corpo produce quando è esposto alla luce solare. Tuttavia, fino al...

Calcio

Il Nottingham Forest di Brian Clough in un football che non esiste più Il 20 Settembre 2004 moriva all’età di 69 anni Brian Clough,...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 44 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

Happel, Vilanova e Maestrelli: Storie di Vita, Storie di Sport Avrebbe compiuto oggi 52 anni Tito Vilanova, compianto allenatore del Barcellona, portato via da...

Calcio

Campioni del mondo! Gli azzurri di Mancini riportano a casa…il titolo non ufficiale “Campioni del mondo! Grazie alla rete di Nicolò Barella gli azzurri...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Il 16 settembre 2016 moriva l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

Quando Diego Armando Maradona stava per andare alla Juventus Con l’apertura della sessione estiva di Calciomercato, cominciano a uscire come sempre nomi di ogni...

Calcio

Un Ufo alla partita di calcio: quando lo Stadio Franchi sembrò Roswell Di solito, quando si sente il termine extraterrestre nel mondo del pallone...

Calcio

Il nuovo infortunio occorso al giovane talento della Roma impone una riflessione sugli eccessi di un mondo, quello del calcio professionistico, che sembra incapace...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa Il 10 Settembre 1985 ci lasciava Jock Stein, leggendario allenatore del Celtic Campione...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro