Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Saldi di Fine Mondiale: quando (per una volta) l’asta per i Diritti Tv è una corsa al ribasso

Un Mondiale che, semplicemente, non interessa. Del resto dopo Italia-Svezia l’attenzione verso la kermesse è scemato. Certo, tutto il mondo si fermerà, come sempre è accaduto, in occasione della finale. Ma chi ha intenzione di investire su tutte le 64 partite di un torneo che non vedrà gli azzurri ai nastri di partenza? Ecco perché l’asta per l’acquisizione dei diritti tv di Russia 2018 si sta trasformando in una sorta di tresette a perdere. Vince chi acquista di più, al minor prezzo possibile.

Lo scherzetto della Svezia costa carissimo: la Rai era in prima fila per gli azzurri. Ha speso diversi milioni di euro per accompagnare l’Italia sino in Russia, ma è rimasta appiedata. Viale Mazzini era pronto a sborsare circa 190 milioni di euro per acquisire le 25 partite più importanti. Adesso non è disposta a spenderne più della metà. Discorso pressochè identico per Sky, pronta a scendere lancia in resta accanto agli azzurri quanto attendista adesso. Del resto, il ragionamento non fa una grinza: meglio assicurarsi i diritti televisivi della prossima Champions, con la certezza di avere quattro squadre italiane al via, che puntare sull’incognita.


La corsa al ribasso, ovviamente, coinvolge anche il guppo Mediaset, interessato a un semplice tentativo. Secondo i bene informati, Cologno Monzese era disposta a muoversi sui 130 milioni di euro. Anche in questo caso si parla di cifra dimezzata. La sensazione è che la tv privata si chiamerà fuori dalla corsa, a beneficio di un’asse Sky-Rai, che sembra la soluzione più probabile. La piattaforma satellitare, proprio come la tv di stato, vuole muoversi con i piedi di piombo e non è escluso che Sky acquisti i diritti a costi ridotti e poi li subappalti ai canali nazionali che si garantirebbero comunque le partite più interessanti a costi più che competitivi. L’unica certezza è che l’offerta arriverà. Seppur con investimenti contenuti e impegni differenti, i mondiali restano pur sempre un evento seguitissimo. Basti considerare che nella storia della TV sui 60 programmi più visti di sempre, più della metà sono partite di calcio dei mondiali.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Il 4 Gennaio 1998 il calcio riconosceva la grandezza di Ronaldo il Fenomeno, consegnandogli il primo Pallone d’Oro...

Altri Sport

“Non ci credo ma…”: le cinque scaramanzie (e furbate) più strane nel mondo dello sport Qualunque atleta in qualunque sport farebbe qualsiasi cosa pur...

Calcio

La calma di Kuba Ha compiuto ieri 36 anni Jakub Błaszczykowski, il calciatore polacco la cui infanzia è stata straziata da una tragedia che...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Avrebbe compiuto oggi 101 anni l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

Nobby Stiles: l’anti-divo che arrivò sul tetto del mondo Lo scorso 30 ottobre ricorreva la scomparsa, avvenuta nel 2020, di Nobby Stiles, il piccolo...

Calcio

Daniel Subasic, nel cuore e nella mente Compie oggi 37 anni Daniel Subasic, il portiere della Croazia che in ogni partita non dimentica mai...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 22 ottobre 1929 nasceva Lev Yashin, fenomenale portiere russo, unico estremo difensore a conquistare il Pallone d’oro....

Calcio

Streaming illegale e IPTV: ecco come funziona il “Pezzotto” e quanto è facile abbonarsi Lo streaming illegale delle IPTV torna d’attualità con l’intervento della...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 45 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

Sempre jogando, Dirceu Il 15 settembre 1995 moriva in un incidente stradale a soli 43 anni il calciatore brasiliano Dirceu, vecchia conoscenza della Serie...

Calcio

Paul Breitner: oltre il Muro dell’apparenza Compie oggi 70 anni Paul Breitner, iconico calciatore tedesco che non ha mai nascosto le sue idee politiche...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro