Connect with us

Cerca articoli

Doping

Rugby sotto accusa: “Giocatori come macchine. Troppi farmaci”

Nel circo mediatico che ruota attorno allo sport, il Rugby ha sempre avuto il ruolo di anima candida, legata ancora ai valori originari della lealtà e correttezza. Eppure pochi giorni è stato lanciato un allarme sulla situazione che sta vivendo la palla ovale, specificatamente per quel che riguarda le prestazioni degli atleti, costretti a fare i conti con le ambizioni della squadra e i ritmi frenetici richiesti dai vari campionati. A richiamare l’attenzione sono state le dichiarazioni del Presidente del sindacato dei rugbisti francesi, Robins Tchale Watchou, evidenziando come ormai il Rugby sia diventato, al pari di altri sport, una disciplina sforna macchine: “Un tempo il rugby costruiva degli uomini. Oggi costruisce delle macchine“.

L’uso indiscriminato di farmaci, anche se legali, avrebbe portato a situazioni insostenibili per i giocatori e, sempre secondo il camerunese, seconda linea del campionato francese, tuttociò avrebbe causato sindromi depressive, rischio di disabilità e tentativi di suicidio. A finire sul banco degli imputati anche i medici i quali non avrebbero il coraggio di dire di no nei casi in cui, per esigenze di risultati, le società sportive richiedono la presenza dei loro atleti anche nelle situazioni in cui dovrebbero rimanere a riposo: “Il dottore è in una posizione difficile. E’ responsabile della salute degli atleti, ma è sotto pressione perché la sua diagnosi non deve influire sulle prestazioni dell’atleta: e sa che quello vuole giocare a tutti i costi, che il club vuole vincere“.

Il risultato sono giocatori stremati e spremuti fino al limite. Watchou è lapidario anche quando parla alle nuove generazioni: “Non riusciranno mai a giocare sino alla mia età, se continuano così. Quando finirò mi porterò dietro un sacco di lividi, ma loro prima dei 30 anni andranno sotto il chirurgo almeno 3 o 4 volte“. La conclusione per il rappresentante dei rugbisti in Francia è solo una e non certo positiva: “Il lato umano era al centro dello sport, la chiave di tutto: ma se perdiamo questo presupposto, dove andremo a finire?

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Calcutta Cup: la “guerra ovale” anglo-scozzese nel ricordo dell’India Il 20 dicembre 1877 il segretario del Calcutta Football Club scrive alla Rugby Football Union offrendo...

Altri Sport

Mistero Pantani: storia di una morte ancora tutta da chiarire La riapertura dell’indagine da parte del procuratore capo di Rimini, Elisabetta Melotti, sulla morte...

Altri Sport

Quando i Re del Rugby curarono le ferite della Grande Guerra L’11 Novembre 1918 terminava la Prima Guerra Mondiale lasciando morte e miseria in...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 9 novembre 1997 moriva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Altri Sport

Brian Lochore, l’uomo oltre la maglia: storia del “padre” degli All Blacks Sabato 6 novembre in occasione dall’Autumn Nations Series l’Italia del Rugby se...

Calcio

Rachid Mekhloufi e la squadra del Fronte di Liberazione Nazionale Algerino Dopo i molteplici attacchi contro obiettivi sensibili da parte del Fronte di Liberazione...

Pugilato

Billy Collins e quel pugno “dopato” che ha distrutto la sua vita Il 21 settembre 1961 nasceva il pugile di origini irlandesi Billy Collins,...

Pugilato

Un bicchiere con Jean-Claude Bouttier Nel giugno del 2019 sono stato a Strasburgo, per la sessione estiva del Consiglio d’Europa, organismo presso cui rappresento...

Calcio

Tributo a Francesco Rocca, il Kawasaki giallorosso Per ricordarsi di Francesco Rocca, escludendo gli appassionati incalliti e gli addetti ai lavori, bisogna avere qualche...

Altri Sport

Scandalo Festina: il doping piomba sul Tour de France 1998 L’oscurità dei pedali. Il ciclismo, disciplina favolosa ma al tempo stesso maledetta in talune...

Calcio

Svezia 1958, il Mondo ai piedi di O’Rei Pelé Il 29 giugno 1958 al Rasundastadion di Stoccolma il Brasile si impone per 5 a...

Altri Sport

Spionaggio e ciclismo: come l’Affare Dreyfus portò alla nascita del Tour de France Inizia oggi da Brest l’edizione numero 108 del Tour de France. La grande...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro