Connect with us

Cerca articoli

Libri

Con il romanzo “Il collezionista” ritorna Nora Roberts, autrice da oltre cento milioni di copie vendute

Il lavoro di Lila Emerson consiste nel badare alle case altrui in assenza dei proprietari. Un’occupazione all’apparenza semplice e senza particolari implicazioni, almeno fino al giorno in cui, guardando fuori dalla finestra, assiste a un omicidio: una giovane donna precipita nel vuoto da un appartamento in cui verrà poi trovato il cadavere di un uomo, Oliver Archer.

Le prove fanno da subito supporre che si tratti di un caso di omicidio-suicidio, ma Ashton Archer, fratello dell’uomo e noto pittore, è convinto dell’innocenza di Oliver, incapace, a suo dire, di commettere una tale atrocità. La sola persona che può aiutarlo nella ricerca della verità è Lila, unica testimone oculare.

I loro destini si ritrovano così indissolubilmente legati in un gioco più pericoloso di quanto immaginassero, dove le dinamiche criminali s’intrecciano al traffico illegale di oggetti d’arte, in un mondo oscuro in cui la vita può valere meno di un cimelio.

E’ questa la trama de “Il collezionista” di Nora Roberts, edito da Fanucci Editore nella categoria Time Crime. Un romanzo che parte in sordina strizzando l’occhio a capolavori del cinema come La finestra sul cortile e indiana Jones, e ispirandosi a tratti a fenomeni editoriali come 50 Sfumature di grigio per poi proseguire sulle sue gambe diventando, a tutti gli effetti, un romanzo di successo. Dentro c’è un po’ di tutto: suspense, azione, romanticismo, arte, ricerca storica e quel pizzico di comicità che non guasta. Una storia che diventa appassionante soprattutto grazie al temperamento dei personaggi tratteggiati in maniera perfetta.

Lila Emerson, la protagonista, è una giovane scrittrice che si occupa di badare alle case degli altri.Per me è sempre stato un gioco, sin da quando ero piccola. Come la televisione o un film o un libro. Una volta sventai un furto con scasso, un paio d’anni fa a Parigi. Una notte, mentre gli inquilini erano fuori, vidi qualcuno fare irruzione nell’appartamento davanti al quale soggiornavo.” Una donna all’apparenza fragile e minuta, in realtà forte e chiacchierona, un personaggio molto alla Kinsella se vogliamo, che ama osservare ciò che le succede intorno e lo fa attraverso un binocolo ricostruendo così, nella sua mente, situazioni e storie basate sui momenti di vita quotidiana della persone. E proprio questa sua “passione” la scaraventerà in una situazione che cambierà completamente il percorso della sua vita facendola diventare testimone di un efferato omicidio. Insieme a lei il bello e ricco Ashton, artista premuroso e deciso, dalle parole struggenti e sconvolgenti. “Otterrò ciò che voglio perché nulla di ciò che abbia mai desiderato conta una minima parte di quel che conti tu”. Passando infine per i personaggi secondari che entrano nella vita di Lila: i due amici Luke e Julie, e la bella ladra.

Una delle cose più affascinanti di questo romanzo è l’uovo di Fabergè, l’oggetto russo al centro dell’intricata vicenda. Il fatto trattato è assolutamente reale, a differenza del suo ritrovamento. Davvero entusiasmante è l’indagine che, tra intimidazioni e violenti omicidi, porta i protagonisti in Italia, a Firenze. Gli eventi sono davvero numerosi e si susseguono alla velocità della luce. Le descrizioni risultano molto particolareggiate e sembra quasi che l’autrice si perda. E forse questa potrebbe essere una pecca. In sintesi, il collezionista risulta un thriller corposo e curato in ogni dettaglio. La scrittrice è riuscita, incastrando ogni pezzo, a dare vita ad una storia complessa realizzata attraverso complessi scenari che si intersecano perfettamente.

400 pagine di puro intrattenimento con una trama brillante intrisa di misteri e divertimento dove a prevalere su tutto è la storia d’amore tra i due protagonisti. Con oltre cento milioni di copie dei suoi romanzi pubblicati in tutto il mondo, Nora Roberts può essere definita un vero e proprio fenomeno editoriale.

Titolo: Il Collezionista

Autore: Nora Roberts

Editore: Fanucci Editore

Genere: Thriller

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Sandro Tonali e i sogni che si avverano “Santa Lucia io vorrei un completo del Milan pantaloncini, maglietta e calzettoni”. È un freddo giorno...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 21 Settembre si celebra la Giornata Mondiale della Pace ONU. Per...

Altri Sport

Perché corro alla Maratona di New York Il 13 settembre 1970 si correva la prima edizione della Maratona di New York, quest’anno rimandata a...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Pugilato

E’con grande dolore e sgomento che scrivo questo articolo su Alessandro Mazzinghi. Lo scorso 22 agosto il cuore del grande pugile pontenderese ha cessato...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa Il 10 Settembre 1985 ci lasciava Jock Stein, leggendario allenatore del Celtic Campione...

Inchieste & Focus

L’Altra Faccia di Pyongyang: la Corea del Nord e lo Sport “organico” di Kim Jong Un Oggi, 9 Settembre, si celebrano in Corea del...

Calcio

Roberto Donadoni, gli Usa e una simulazione ‘da Oscar’ Compie oggi 57 anni Roberto Donadoni, splendido centrocampista d’attacco del Milan imbattibile, oggi allenatore. Per...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 2 settembre 1937 moriva Pierre De Coubertin, padre delle...

Pugilato

La boxe, quello sport al quale tutti gli altri vorrebbero assomigliare, per usare le parole di George Foreman, uno di quei campioni che hanno...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista a Nick “Dinamite” Amoruso In occasione dei suoi 46 anni compiuti oggi, vi riproponiamo l’intervista a Nick Amoruso nella...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro