Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Roma: dove Sport e Verde non vanno d’accordo

Roma non avrà le Olimpiadi ma abbiamo, o meglio, avremo lo stadio della Roma. Ottimo, quindi possiamo ricominciare a parlare dello sport della gente.

Roma è uno dei comuni più verdi d’Europa, se non del mondo, e questo dovrebbe naturalmente significare una grande quantità di spazi all’aperto a disposizione di chi vuole, o vorrebbe, muoversi liberamente nella natura. Gli spazi ci sono ma sulla loro fruibilità e sicurezza c’è molto da dire e quindi, purtroppo, potersi muovere all’aperto in un ambiente attrezzato, manutenuto, sicuro e fruibile a tutti sta diventando un privilegio per pochi.

Il Dipartimento Ambiente Capitolino è molto più famoso per le “scorribande” legate a Mafia Capitale che per la gestione e la programmazione efficace del verde. Non c’è, a oggi, nessuna traccia di una possibile collaborazione tra l’Assessorato all’Ambiente e quello allo Sport su come poter rendere fruibili spazi all’aperto attrezzati per il movimento e il benessere. Questo non è mai stato fatto, se non a spot, neanche nel passato prossimo o remoto. Esistono qui e là delle piccole palestre all’aperto frutto di qualche sponsorizzazione sporadica da parte di aziende del settore, percorsi natura carenti di manutenzione e sentieri per correre, risultato di passaggi ripetuti di cocciuti runners piuttosto che di una tracciatura adeguata.

E pensare che ci vorrebbe tanto poco per avere una popolazione in salute e attiva. I politici, con le loro scelte, avrebbero la possibilità di influenzare positivamente l’ambiente in cui crescono i nostri figli, in cui viviamo. Con pochi soldi e senza nessun impatto ambientale lascerebbero un segno nella vita dei cittadini. Ma così non avviene. Il verde è visto troppo spesso come un colore e non come vita. Il verde è visto troppo spesso come un’occasione per un taglio di nastro senza pensare quasi mai a come fare per farlo vivere.

La città ideale, e Roma lo potrebbe essere, dovrebbe avere – oltre a chilometri di vere piste ciclabili, frutto di una rete che dal piccolo quartiere si propaga all’intera città – innumerevoli “spazi” di sport, dai più piccoli parchi verdi alle grandi ville storiche. Playground polivalenti, attrezzature per il fitness e percorsi per runners e bikers, con il solo costo della manutenzione, si potrebbe fare sport low-cost. Attraverso la sussidiarietà orizzontale presente nel nuovo codice degli contratti, fruendo del partenariato pubblico-privato, si potrebbe stimolare la cittadinanza “attiva” a prendersi cura di queste aree, facendole diventare un pilastro fondamentale di un nuovo uso degli spazi verdi come un vero ed insostituibile servizio pubblico.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

0 Comments

  1. Pingback: La norma pro ambiente che nessuno rispetta | Ener2Crowd

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Basket

[themoneytizer id=”27127-1″] Conrad McRae, “Icaro Mangiafuoco” della palla a spicchi Avrebbe compiuto oggi 48 anni Conrad McRae, lo sfortunato cestista che nel Basket Europeo...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Pallotta come Decio Cavallo, a lui hanno venduto lo stadio e non la Fontana di Trevi (dal Fatto Quotidiano 27 Marzo 2019)...

Calcio

Pineto United, la favola calcistica che si batte contro il degrado e per l’inclusione La crisi e il degrado della nostra amata Capitale sono...

Calcio

In questi giorni tutti hanno detto qualcosa sullo Stadio della Roma ma in pochi  sono riusciti a schiarirci le idee al riguardo. Per fare...

Altri Sport

E’ notizia di qualche giorno fa l’appello disperato di Gianni Maddaloni, “O’ Mae'” per tutti, colui che ha avuto il coraggio di aprire una...

Altri Sport

Dopo il grande successo dell’edizione del 5 Agosto, la WAS OBSTACLE RACE sbarca a Cinecittà World per una gara unica nel suo genere. L’appuntamento...

Altri Sport

Buongiorno, Roma, facciamo sport? Beh, non è proprio il momento. La rinuncia a Roma 2024, le lungaggini burocratiche legate alla realizzazione dello stadio della...

Calcio

Lo Zimbabwe ha recentemente rimosso e rimesso a nuovo completamente un campo da calcio in erba artificiale donato direttamente dalla FIFA nel 2008, quando...

Inchieste & Focus

E’ possibile pensare che in una città dove per mancanza di manutenzione si stanno abbassando tutti i limiti di velocità si possa svolgere, ad...

Inchieste & Focus

“Se dovessi darmi un voto mi darei un sette mezzo. Stiamo cambiando la città”. Un anno dopo la sua elezione a sindaco di Roma,...

Calcio

La strada che potrebbe portare le standing areas negli stadi italiani parte da Roma. In primis dallo Stadio Olimpico, di proprietà del Coni, che...

Altri Sport

Ci azzecca la politica con un’affermazione come questa? “I ragazzi non sanno fare la capriola” . E ancora “non hanno forza nelle braccia e hanno...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro