Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

Roma 2024, Raggi:”Scelta irresponsabile”. Malagò:”Meritiamo rispetto”. Ipotesi commissario straordinario?

Alla fine venne il giorno. Dopo mesi di attesa, e un’aria sempre più pesante sull’argomento, ieri è arrivato il “no” alla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024. Attraverso una conferenza stampa, Virginia Raggi ha ribadito il suo parere negativo sulla corsa a cinque cerchi per la Capitale, sottolineando come l’eventuale proseguimento dell’iter sarebbe stata una “scelta irresponsabile”, definendo i Giochi “Olimpiadi del mattone”, della speculazione edilizia, con i debiti che andrebbero a gravare sulla popolazione romana, già soffocata da una situazione insostenibile. E richiama i Mondiali di Nuoto del 2009.

Dall’altra parte della contesa, Giovanni Malagò, che accusa la Raggi di aver disertato il famoso incontro previsto per ieri pomeriggio al quale la Sindaca non avrebbe partecipato per sopravvenuti impegni. “Noi ce ne andiamo” queste le parole del numero 1 del Coni, uscendo dal Campidoglio dopo l’appuntamento mancato. Continua poi invitando i membri della Giunta capitolina a non votare la mozione che darebbe formalmente rilevanza al ritiro della candidatura. “Se ne assumeranno la responsabilità“, l’anatema lanciato da Malagò verso coloro che voteranno a favore. A pesare sulla scelta, i soldi già spesi per la candidatura(si parla di 11 milioni), che andranno bruciati, e la spesa che dovrà essere sopportata per le opere infrastrutturali che dovranno essere fatte in occasione dei prossimi Europei itineranti del 2020 dove Roma ospiterà alcune gare e l’Anno Giubilare del 2025. Lavori che, in caso di Olimpiadi nella Capitale, sarebbero stati coperti dai fondi del Cio, e che invece ricadranno sul bilancio comunale. Su questo aspetto punta molto Malagò, il quale dopo il mancato incontro con la Raggi ha sentito il Premier Renzi e con lui avrà un incontro per cercare di risolvere la situazione.

Emerge, quindi, un ultimo tentativo del Coni: la possibilità di nominare un commissario governativo straordinario che mandi avanti la candidatura. Malagò che prima aveva scartato questa ipotesi adesso potrebbe fare un passo indietro, anche se sull’argomento aveva le idee chiare: “Un commissario governativo che mandi avanti la candidatura? Tecnicamente è possibile, ma, così, daremmo una brutta immagine di noi al Comitato Olimpico Internazionale“.
Il braccio di ferro non è del tutto finito, in attesa della ratifica ufficiale del Comune di Roma.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Compie oggi 59 anni Nadia Comaneci, fenomenale ginnasta rumena che alle Olimpiadi 1976 mandò in tilt...

Altri Sport

Stefania Belmondo: a tu per tu con la “Trapulin d’oro” dello sci italiano Il mondo dello sport riparte con fatica tra la seconda ondata...

Altri Sport

Peter Norman: il bianco di quel podio a Messico 1968 Il 16 Ottobre 1968 alle Olimpiadi in Messico, il podio dei 200 metri regala...

Altri Sport

Steven Bradbury: quando l’idolo della Gialappa’s rischiò di morire Compie oggi 47 anni Steven Bradbury, l’idolo della Gialappa’s che vinse per caso la medaglia...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Altri Sport

L’incredibile impresa di Carlo Airoldi: storia di un eroe italiano Il 21 settembre 1869 nasceva Carlo Airoldi, un piccolo grande eroe che con la...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Storie di Sport

Strage di Monaco, le colpe dei tedeschi Durante le Olimpiadi di Monaco 1972, nella notte tra il 5 e il 6 Settembre un gruppo...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 2 settembre 1937 moriva Pierre De Coubertin, padre delle...

Altri Sport

Jonathan Edwards, il Gabbiano che non volava di domenica Il 7 agosto 1995 ai Mondiali di atletica di Goteborg, Jonathan Edwards, l’uomo volante del...

Altri Sport

Lo sport non è soltanto passione ed intrattenimento, ma anche impegno ed abnegazione. Un misto di determinazione e sacrificio, senza i quali, come spesso...

Altri Sport

Hassiba Boulmerka, un oro per la libertà Compie oggi 52 anni Hassiba Boulmerka, l’atleta algerina divenuta simbolo di libertà contro la discriminazione che soffriva...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro