Connect with us

Cerca articoli

Pugilato

Marciano vs Ali, quando la tecnologia fece sfidare sul ring due leggende

Marciano vs Ali, quando la tecnologia fece sfidare sul ring due leggende

Rocky Marciano vs Muhammad Ali. Due grandi campioni, due grandi icone del mondo del pugilato. I loro nomi sono leggenda, le loro storie continuano ad appassionare migliaia di sportivi nonostante sia passato molto tempo.

Tanti gli aspetti da raccontare sulle luminose carriere di questi personaggi, così diversi e così uguali. Diversi dal punto di vista tecnico: Ali decisamente più elegante ed aggraziato, Rocky meno tecnico ma più arcigno e potente dal punto di vista fisico. Uguali perchè due veri campioni. Due campioni di pesi massimi accomunati dal fatto di essere rimasti imbattuti durante l’intera carriera.

Ai tempi tutti gli appassionati del mondo del pugilato dibattevano su chi tra i due pugili fosse il più forte. I fan si dividevano, per alcuni il gancio destro di Rocky era forte “come un treno a tutta velocità” e Ali non avrebbe avuto scampo, per altri Marciano non poteva competere con l’estro di Cassius Clay.

Fu così che bel 1969 venne organizzata l’inedita sfida tra titani: il ‘Super Fight’ tra Muhammad Ali e Rocky Marchiano. Un incontro, il cui esito, fu elaborato da un sistema informatico prodotto e gestito da un’azienda di Miami. Al progetto presero parte matematici ed esperti del settore. Murray Woroner, ideatore dello scontro virtuale, coinvolse decine di giornalisti e i migliori cinema del paese per la trasmissione della sfida in sala.

Rocky Marciano e Muhammad Ali avevano la loro copia virtuale, con tutti i punti di forza e i punti deboli inseriti accuratamente nei rispettivi profili. L’incontro sarebbe durato circa quarantacinque minuti e venne radiotrasmesso in diretta radio con tanto di cronaca e pubblico finto. Un vero e proprio capolavoro per gli strumenti di allora.

Il Super Fight tra Rocky e Ali divenne un grande evento mediatico da non perdere. I due pugili parteciparono come osservatori al duello leggendario, una sfida che come potete immaginare ha regalato grande equilibrio e spettacolo.

Ma chi riuscì ad imporsi? Vi posso dire che al nuovo campione servirono ben tredici round virtuali per mettere al tappeto il suo avversario. Woroner mise in palio una cintura in oro e tanti gioielli dal valore di dieci mila dollari per il vincitore.

Il Super Fight fu trasmesso in oltre 1500 sale cinematografiche in tutto il mondo e incassò ben cinque milioni di dollari.

Mettetevi comodi, non vi resta che (ri)gustarvi l’incontro.

[themoneytizer id=”27127-28″]

 

 

A cura di

Clicca per commentare

0 Comments

  1. Renato

    Gennaio 8, 2017 at 2:38 pm

    Fecero un qualcosa di simile, alla fine degli anni 70 trasmesso in radio su coppi e Merckx

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Pugilato

Max Schmeling contro Joe Louis: Terzo Reich contro Stati Uniti Il 28 settembre 1905 nasceva Max Schmeling, il pugile tedesco che, suo malgrado, divenne...

Pugilato

La storia di Oscar “Ringo” Bonavena Fisico massiccio, sguardo accattivante e folta chioma nera come la pece era questo Oscar Bonavena, argentino di Buenos Aires...

Pugilato

Billy Collins e quel pugno “dopato” che ha distrutto la sua vita Il 21 settembre 1961 nasceva il pugile di origini irlandesi Billy Collins,...

Pugilato

Raccontami di Sugar Ray, di Scorsese e del revolver di Babbo Natale Il 19 Settembre 2017 ci lasciava a 95 anni Giacobbe LaMotta, meglio...

Pugilato

Ken Norton: l’Ercole Nero, il vero Apollo Il 18 settembre 2013 ci salutava Ken Norton, il pugile afroamericano che riuscì a rompere la mascella...

Pugilato

Manny Pacquiao, il Re delle Filippine Gli aneddoti che potrebbe raccontare sulla sua infanzia nelle Filippine sono più numerosi dei metri quadri delle ville...

Pugilato

Tom Sharkey, il marinaio: le gambe corte e la testa calda di un uomo che mai si arrese Volendo indicare un pugile che possa...

Pugilato

Chi era Jackie McCoy, eroe silenzioso nel rumoroso mondo della boxe Il 15 gennaio del 1997 moriva di cancro Jackie McCoy, per quarantasei lunghi...

Pugilato

Sandro Mazzinghi: i pugni sul ring, i cazzotti della vita Non c’erano di mezzo né il Milan né l’Inter, quel pomeriggio di fine maggio,...

Pugilato

Vita e morte di Randolph Turpin, un triste eroe britannico In un tragico pomeriggio di maggio del 1966 si concludeva l’esistenza del primo grande...

Pugilato

La storia dell’australiano Les Darcy, una fiamma bruciata troppo in fretta James Leslie Darcy, detto “Les”, fu un pugile australiano di grande talento, i...

Pugilato

Kid Chocolate, quando Cuba aveva un Re Cuba prima di Castro ebbe un re; il re si fermava per le strade dell’Havana con una...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro