Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (decima giornata)

In attesa che il Napoli giochi il posticipo di questa sera con il Bologna, le squadre della parte alta della classifica vincono tutte. Un Milan minimalista guadagna la vittoria anche contro il solido Torino. Stesso risultato (1-0) ottenuto dal Napoli pochi giorni fa, con dinamiche di gara similari: la squadra di Juric insabbia i rossoneri nel suo gioco rugginoso e poco ci manca che riesca a uscire con un buon risultato da San Siro. Alla fine, però, sono solo applausi per i granata, che raccoglieranno punti contro avversari tecnicamente più abbordabili. Sorrisi per Pioli e i suoi ragazzi, che tengono il passo per presentarsi domenica sera all’Olimpico ancora in testa alla classifica per sfidare una Roma che, dopo il match inenarrabile di Conference League di sette giorni fa, ha conseguito un’ottima prestazione col Napoli e un buon risultato contro il Cagliari che, seppur ultimo, ha giocato una partita vigorosa e pericolosa per i giallorossi. Che, alla fine, per risolvere la questione sarda, si crogiolano in una perla di Pellegrini.

Dopo il mezzo passo falso con l’Udinese anche l’Atalanta torna a conquistare i tre punti grazie a Zapata e Ilicic. Attaccante fondamentale il primo, maturato forse tardi ma oggi centravanti ideale per la combinazione micidiale di velocità, potenza e bagaglio tecnico che è capace di offrire. Il centesimo gol in A realizzato a Marassi è più loquace di mille parole. Ilicic, attualmente estraneo alle sue periodiche buriane mentali, estrae dal cilindro un gol da puro illusionista che costringe all’applauso anche il pubblico doriano.

Qualche chilometro più a sud anche l’Inter si fa corsara e, con D’Ambrosio e Dimarco, mantiene le distanze da Milan e Roma. La Lazio di Sarri riguadagna fiducia con la Fiorentina mentre la Juventus si imbatte nella terza sconfitta in dieci partite. E’ la squadra di Allegri l’unica eccezione alla vittoria del gruppone che occupa i primi sette posti della classifica. L’1-2 rimediato contro il Sassuolo (prima vittoria assoluta dei neroverdi in trasferta a Torino) ferma la tentata risalita dei bianconeri in classifica: oggi, settimi a tredici punti di distanza dal Milan, possono ritenersi di fatto esclusi dalla lotta scudetto, non solo per meri calcoli matematici. Il gioco latita, gli equilibri di squadra ancora non si sono assestati e la qualità media non appare all’altezza della rosa dei rossoneri e del Napoli.

Dal Verona a scendere la nebbia del campionato si fa densa e indefinita. C’è una lotta scivolosa, scenari da gironi danteschi nei quali al momento è impossibile riconoscere valori definitivi, come testimonia la sorprendente ultima posizione del Cagliari.

A cura di

Giornalista e scrittore, coltiva da sempre due grandi passioni: la letteratura e lo sport, che pratica a livello amatoriale applicandosi a diverse discipline. Collabora con case editrici e redazioni giornalistiche ed è opinionista sportivo nell’ambito dell’emittenza televisiva romana. Nel 2018 ha pubblicato il romanzo "Ci vorrebbe un mondiale" – Ultra edizioni. Nel 2021, sempre con Ultra, ha pubblicato "Da Parigi a Londra. Storia e storie degli Europei di calcio".

Da non perdere

Calcio

Gigi Radice non se ne andrà mai Di Gigi Radice non se ne sentiva parlare da tempo ed era fin troppo scontato che, quando...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (sedicesima giornata) A guardare oggi la classifica sembra che la Lega di serie A...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Avrebbe compiuto ieri 73 anni Luciano Re Cecconi, iconico calciatore della...

Calcio

E’ un mercoledì oltremodo denso quello che vede accorciarsi le distanze in vetta alla classifica: cinque punti contengono il viaggio delle prime quattro, sempre...

Calcio

La vittoria del Napoli nell’ultimo match della domenica racconta tante storie. Quella di Mertens, tanto per cominciare: rientrato a tempo pieno in squadra dopo...

Calcio

Non sono andato a letto presto: Vita e Assist di Gianfranco Zigoni Lo scorso 25 novembre ha compiuto 77 anni Gianfranco Zigoni, iconico calciatore...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 In occasione dei 60 anni compiuti oggi da Ricardo Alemao, l’ex centrocampista brasiliano...

Calcio

Guido Masetti, “primo portiere”, oggi più di ieri Il 22 novembre 1907 nasceva Guido Masetti, storico portiere della protagonista del primo scudetto giallorosso. Per...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (tredicesima giornata) La ripresa del campionato non rimuove i pensieri legati alle ultime partite...

Calcio

Paulo Dybala: ‘La Joya’ di Laguna Larga che segna in nome del padre Compie oggi 28 anni Paulo Dybala, l’attaccante argentino della Juventus, che...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 9 novembre 1997 moriva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Calcio

Si rallenta in vetta: Napoli e Milan ottengono solo un punto dalla dodicesima giornata di campionato dopo due partite ricche di intensità. Si è...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro