Connect with us

Cerca articoli

Varie

Rio 2016: Neymar vince l’oro, litiga con i tifosi e lascia la fascia da capitano

Le Olimpiadi di Rio sono finite ma Neymar, l’attaccante del Barcellona e della nazionale brasiliana, continua a far parlare di sé. Prima l’abbraccio con l’ex fidanzata Bruna Marquezine sugli spalti subito dopo la vittoria contro la Germania per 6-5 ai rigori e poi l’annuncio, in conferenza stampa, che ha sorpreso tutti: «Ne ho parlato con la mia famiglia e ho deciso: da oggi non voglio più essere il capitano del Brasile». Il Brasile vince il suo primo titolo olimpico, firmato Neymar, migliore in campo. E solo un attimo dopo il capitano abdica. Un mix di emozioni e fulmini a ciel sereno. Come quello che è arrivato nella serata dell’oro olimpico al Maracana. Accade tutto in pochi minuti. Dopo aver ritirato la medaglia, durante il consueto giro del campo, Neymar si avvicina ad un gruppetto di brasiliani che, durante la partita lo avevano più volte contestato ed offeso da bordocampo e li affronta. I toni tra il campione e i tifosi sono accesi. Non è la prima volta che le prestazioni dell’attaccante vengono aspramente contestate dai tifosi. Il campione si infiamma e risponde più volte a tono. Poi si avvia, ma un attimo dopo ritorna sui suoi passi e con rabbia sferra un pugno alla balaustra che lo separa dai tifosi. Saranno poi due addetti al campo ad allontanarlo dal campo. Il rapporto tra la stella del Barça e i tifosi è sempre stato particolare. Solo un paio di mesi fa, dopo che il Barcellona vinceva la Liga, il prato del Los Carmenes di Granada veniva preso d’assalto da centinaia di tifosi festanti e Neymar, letteralmente sommerso dalla folla, veniva colpito in testa e alla bocca in maniera fortuita.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Mario Jardel e quei saluti calorosi sotto la curva sbagliata Con il calciomercato invernale nel vivo, riviviamo la storia di un bomber dal grande...

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Storie di Sport

Julius Yego, da YouTube alla Leggenda Compie oggi 32 anni Julius Yego, il campione del giavellotto la cui vita ci spiega come nello Sport...

Calcio

Il Derby di Mostar tra nazionalismo, religione, politica e odio A Roma, molte volte, quando si gioca la partita tra Roma e Lazio, si...

Calcio

Dario Fo: il Premio Nobel che amava il calcio “vecchie maniere” Il 10 dicembre 1997 il drammaturgo e attore Dario Fo ritira a Stoccolma...

Calcio

Sempre jogando, Dirceu – Non spiegherei la felicità a un bambino. Gli darei un pallone. – Dorothee Solle Qualcuno pensò, in fondo a ragion...

Calcio

Socrates: storia di un Dottore che non faceva altro che essere se stesso Il 4 dicembre 2011 ci lasciava uno dei personaggi più iconici...

Altri Sport

Giornata Mondiale della Disabilità: ecco i Paralimpici più forti dei normodotati Per la Giornata Mondiale delle persone con disabilità, vi raccontiamo le imprese di...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe – Per Didi giocare a calcio è come sbucciare un’arancia. – Pelé  Nella favela di Campos, alle porte...

Calcio

Carlos Alberto, capitano elegante e talentuoso del Brasile ’70 Il 25 Ottobre 2016 il calcio brasiliano perdeva uno dei suoi più grandi simboli. Il capitano...

Calcio

Real – Barca, Mas que Futbol: Storia, Calcio, Politica e Identità del Clasico Si gioca oggi alle 16 la sfida più sentita di Spagna,...

Calcio

La Strage allo Stadio Lenin di Mosca e l’insabbiamento del regime Il 21 Ottobre 1982 allo Stadio Lenin di Mosca, durante una partita di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro