Connect with us

Cerca articoli

Doping

Rio 2016, Doping: torna in Italia la pallavolista trovata positiva

A tre giorni dall’inizio ufficiale delle Olimpiadi di Rio, la delegazione italiana deve fare i conti con il caso di positività al doping di una nostra atleta. Viktoria Orsi Toth è stata infatti rimandata in Italia per disposizione del TNA che l’ha sospesa dopo il riscontro da parte della NADO Italia su un campione prelevato alla pallavolista il 19 luglio scorso. Dalle analisi è stato rilevata la presenza di Clostebol Metabolita, uno steroide anabolizzante, che ha fatto scattare la sospensione e il ritorno in patria.

Per la giocatrice di origini ungheresi che dal 2010, dopo anni nella pallavolo, si è cimentata nel beach volley, sfuma la possibilità di partecipare alla manifestazione brasiliana nella quale, in coppia con la Menegatti, avrebbe potuto ambire ad un posto sul podio, visti i risultati recenti nel World Tour, con una storica medaglia d’oro nella tappa di Sochi. In un primo momento il Coni aveva negato, attraverso comunicato, l’esistenza di un caso di doping all’interno della delegazione azzurra, salvo poi ammettere l’evidenza. Si attende ora il nome della sostituta che dovrebbe essere Rebecca Perry.

Per il Presidente della FIPAV, Carlo Magri, si è trattato di una leggerezza da parte di una ragazza di 25 anni che ha assunto il farmaco sotto forma di pomata senza chiedere parere ai medici federali. Il Clostebol viene usato anche per lenire le abrasioni e velocizzare il processo di cicatrizzazione.

Il caso della Toth si va dunque ad aggiungere ad altre positività riscontrate ad atleti in procinto di partire per Rio come il canottiere Niccolò Mornati, la velista Roberta Caputo, Jamel Chatbi per le 3000 siepi e il canottiere Vincenzo Abbagnale ( i due per non aver rispettato le norme whereabouts circa la reperibilità degli stessi) e infine a Leone Barbaro anche lui canottiere, trovato positivo alla stessa sostanza della Toth. Senza dimenticare lo spinosa caso di Alex Schwazer.
In mattinata si attendono le controanalisi sulla giocatrice italo ungherese presso il Laboratorio dell’Acqua Cetosa.

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Dorando Pietri, storia dell’atleta che perse (vincendo) le Olimpiadi Il 24 luglio 1908 durante la maratona delle Olimpiadi di Londra l’atleta italiano Dorando Pietri...

Altri Sport

A tu per tu con Igor Cassina, il ginnasta venuto dallo spazio Con mille imprevisti e diecimila difficoltà siamo arrivati alla partenza di questa...

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Ripetuto volteggio fra apice e baratro, la vita di Nadia Comăneci si è sviluppata quasi fosse...

Altri Sport

A tu per tu con Francesco Attolico, l’Airone azzurro della pallanuoto Momenti frenetici a Tokyo dove a giorni sta per partire la trentaduesima edizione...

Altri Sport

Scandalo Festina: il doping piomba sul Tour de France 1998 L’oscurità dei pedali. Il ciclismo, disciplina favolosa ma al tempo stesso maledetta in talune...

Interviste

Gli Dei di Olimpia: intervista a Valerio Iafrate – Io ha sempre utilizzato Olimpiadi e Mondiali di calcio (ma pure Europei di calcio e Mondiali...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 25 giugno 1903 nasceva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 23 Giugno 1894 su iniziativa del Barone De Coubertin...

Basket

A tu per tu con Charlie Recalcati, la leggenda del basket italiano La riapertura parziale al pubblico degli eventi sportivi, che procede di pari...

Pugilato

Teófilo Stevenson: tutto l’oro di Cuba  L’11 giugno 2012 moriva a Cuba, Teófilo Stevenson, leggendario pugile caraibico che durante tutta la sua vita non...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Altri Sport

Nino Bibbia: storia di un fruttivendolo diventato Campione Olimpico Il 28 maggio 2013 moriva Nino Bibbia, il primo azzurro a conquistare un oro nei...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro