Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Rio 2016: arrivederci Fede, il tuo sogno continua

Essere campioni non vuol dire vincere sempre. Significa molto di più. Significa saper accettare le vittorie e le sconfitte con la stessa faccia. Significa saper domare le proprie emozioni nel bene e nel male. Significa non abbassare mai lo sguardo ed affrontare tutte le sfide, a prescindere da come sarà il risultato. Essere campioni significa essere padroni di sè. Federica Pellegrini non ha portato a casa l’ennesima medaglia in queste Olimpiadi di Rio. Per questo non la si può più considerare una campionessa? Assolutamente no. È una ragazza come molte altre. O forse con qualcosa di più. Ma sicuramente con tutte le paure, le incertezze, i dolori che ognuno di noi può provare.

Quante volte si ha cosi tanto timore di qualcosa che alla fine non la si affronta? Lei le sue gare le ha sempre fatte. Quante volte ci si sente a pezzi e non si vorrebbe uscire di casa? Lei i suoi allenamenti li ha comunque fatti. Non è già solo per questo una campionessa? Era solo una ragazzina di 15 anni quando regalò alla sua patria la prima medaglia importante. Da allora la sua tenacia non le ha mai fato mancare un colpo. Qualche barcollamento non è mancato, certo. Ma chi non ne ha mai avuti? Il dispiacere per questa gara lo abbiamo provato tutti, ma credo che nessuno possa immaginare quello che può aver provato lei. Nessuno può davvero capire cosa può significare sentire che le gambe non rispondono come vorresti, che il fiato ti manca più del solito, che le braccia bruciano come se in fiamme, che la testa pulsa troppo forte, che la stanchezza è un macigno che schiaccia giù. E tu devi combattere contro tutto questo nello stesso momento.

Federica è sempre stata una fenice, in grado di rinascere, di rinnovarsi, di non restare sempre allo stesso punto, ma di andare sempre e comunque avanti. È una ragazza che ha saputo resistere al mondo dei pettegolezzi amorosi, dello show business, dell’ansia da prestazione, dei giudizi inopportuni. Tutto per inseguire un sogno. Il suo sogno. Ebbene, la miglior definizione di campione è proprio questa: campione è colui che non ha paura di inseguire il suo sogno. Federica Pellegrini corrisponde senza dubbio a tale definizione. Per vedere l’alba bisogna sempre attraversare la notte.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Storie di Sport

Julius Yego, da YouTube alla Leggenda Compie oggi 33 anni Julius Yego, il campione del giavellotto la cui vita ci spiega come nello Sport...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il primo gennaio 1863 nasceva Pierre De Coubertin, l’uomo al...

Altri Sport

Charlie Chaplin: storia di un atleta diventato il più grande comico di sempre Il 25 Dicembre 1977 moriva quel genio artistico di Charlie Chaplin,...

Altri Sport

Miruts Yifter: tra ori e misteri, l’etiope senza età Il 22 Dicembre 2016 moriva Miruts Yifter, la Leggenda etiope dell’atletica leggera, la cui storia,...

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Compie oggi 60 anni Nadia Comaneci, fenomenale ginnasta rumena che alle Olimpiadi 1976 mandò in tilt...

Altri Sport

Yvonne de Ligne: Omicidio sul Ghiaccio Le storie olimpiche  a volte si intersecano con vicende di altro genere, non ultime quelle della cronaca nera....

Altri Sport

Steven Bradbury: quando l’idolo della Gialappa’s rischiò di morire Compie oggi 48 anni Steven Bradbury, l’idolo della Gialappa’s che vinse per caso la medaglia...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Storie di Sport

Strage di Monaco, le colpe dei tedeschi Durante le Olimpiadi di Monaco 1972, nella notte tra il 5 e il 6 Settembre un gruppo...

Altri Sport

Edwin Moses, i passi di un dio Il nostro tributo al leggendario Edwin Moses nel giorno in cui compie 66 anni. Scrivere di sport...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro