Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Questo Calcio giocatelo voi

Senza sogni, colori e passione cosa resta del calcio? Nulla. Ecco perchè non riesco più a digerirlo.

Un cambiamento lento, ma inesorabile. Negli ultimi anni questo sport è diventato esclusivamente un business di potere. Un business in cui, inevitabilmente, i soldi contano più di ogni altra cosa.

E’ un calcio moderno in cui si parla sempre meno di pallone, ma di diritti tv, rigori dati o non dati, di appelli, ricorsi e controricorsi, di partite sospese per una nevicata, di faldoni in tribunale e di penalizzazioni.

Non se ne può davvero più. Anche perchè a rimetterci sono sempre i tifosi, delle squadre più piccole.

Le sfuriate in tv dei grandi allenatori, che fanno i grandi con i piccoli e i piccoli con i grandi. Le dichiarazioni arrendevoli dei presidenti di squadre normali, tanto rassegnati alle nuove dinamiche del calcio quanto determinati a non cambiare nulla.

Le big vorrebbero un campionato tutto per loro, le piccole forse sì, forse no. Ancora non si è capito. Poi accade che i risultati dei tornei siano già scritti prima ancora del loro inizio. La Juventus vince a mani basse, Roma e Napoli concorrenti non all’altezza. E dopo? Rimane il duello tra Inter e Milan, il resto è da contorno.

Così vengono oscurati i miracoli Atalanta, Sassuolo e via dicendo. Non ci si arrabbia nemmeno più, perchè “tanto va così“. Scherzare con la passione dei tifosi significa scherzare col fuoco.

Il calcio è un gioco, sarebbe opportuno ricordarcelo. E se questo sport si è trasformato in qualcosa di diverso bisogna riflettere e domandarsi se non sia il caso di tornare indietro per andare avanti.

Chi è disposto a fare un passo indietro? La soluzione è questa: meno soldi più passione, meno squadre più qualità.

La  sicurezza negli stadi deve necessariamente restare una priorità, soprattutto di questi tempi. Abbattere le barriere, semplificare la rincorsa ai biglietti anche. Siamo nel 2017.

E se proprio volessimo far felici tutti allora lasciamo questo calcio business ai top club della nostra Serie A.

Lasciamo che se lo giochino da soli.

 

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Serie A: il prossimo anno sarà un campionato equilibrato? Il pallone non si ferma. Con la sbornia della vittoria agli Europei ancora da smaltire...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

Chiedi chi era Masinga Il nostro tributo a Phil Masinga, simbolo dei Bafana Bafana, scomparso 2 anni fa, che oggi avrebbe compiuto 52 anni....

Calcio

Pierino Prati, il mestiere di far goal Il 22 giugno 2020 ci lasciava Pierino Prati, l’attaccante del Milan e della Roma, campione d’Europa con...

Calcio

Manu Chao, la passione per il calcio con il Genoa nel cuore Il 21 giugno 1961 nasceva, nella città di Parigi, José Manuel Arturo...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Il 20 giugno 2020 ci salutava Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue...

Calcio

Mauro Tassotti, il Djalma Santos bianco “Puoi togliere il ragazzo dal ghetto ma non il ghetto dal ragazzo”, dice Zlatan Ibrahimovic. Potremmo portare questa...

Calcio

Il Campionato Romano di Guerra: il calcio a Roma durante e dopo l’occupazione nazista Il 5 giugno 1944 a Roma si respirava un’aria nuova...

Calcio

Lunedì 3 febbraio 1964. Una data importante nella storia gigliata. Non ci riferiamo alla conquista di scudetti o trofei, ma il giorno dopo il...

Calcio

Francesco Totti: le tappe indimenticabili della storia del Capitano Il 28 Maggio 2017 si ritirava Francesco Totti, l’eterno Capitano della Roma. Riviviamo tutte le...

Calcio

La lettera di addio alla Roma di Daniele De Rossi Il 26 maggio 2019 Daniele De Rossi, storica bandiera della Roma, giocava l’ultima partita...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro