Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Doping

Fuori da (quasi) tutto: l’Antidoping sospende lo Sport russo

[themoneytizer id=”27127-1″]

Fuori da (quasi) tutto: l’Antidoping sospende lo Sport russo

Fuori da tutto o quasi. La Russia dice addio alle Olimpiadi di Tokyo 2020  e quelle invernali di Pechino 2022 e non solo.

Mosca subisce, per mano del Comitato Esecutivo dell’Agenzia Anti-doping (WADA) le sanzioni più dure nella storia dell’Olimpismo a causa della continua, reiterata, e con il coinvolgimento di tutti gli organi statali, falsificazione di dati e documenti sui controlli antidoping ai propri atleti.

L’esclusione vale per tutte le competizioni internazionali e intercontinentali come le Olimpiadi e qualsiasi campionato mondiale dove non potrà neanche essere esposta la bandiera nazionale. Gli atleti che dimostreranno di non aver mai avuto problemi di doping potranno gareggiare come “atleti neutrali”. Quindi oltre a Giochi, la decisione riguarderà anche i Mondiali di calcio del 2022 in Qatar. Resta salva la partecipazione agli Europei 2020 della prossima estate in quanto la Wada non classifica la UEFA come “major event organisation” a differenza delle manifestazioni legate al Cio e alla Fifa.

La Russia ha 21 giorni per presentare un ricorso. A quel punto la Corte internazionale dello sport (Tas) prenderà una decisione definitiva.

L’agenzia nazionale Anti-doping Russa (Rusada) è di nuovo esclusa dalla WADA e al paese non sarà consentito né organizzare né tantomeno candidarsi per l’organizzazione dei prossimi eventi sportivi più importanti a livello globale.

Secondo il rapporto della Commissione di ispezione, migliaia di dati sono stati cancellati o manipolati per proteggere almeno 145 atleti. Già ai Giochi invernali di Pyeongchang 2018 alla Russia era stato impedito di creare la propria spedizione e alla fine 168 atleti hanno gareggiato come “atleti olimpici dalla Russia”

Il doping russo aveva visto il coinvolgimento dei servizi segreti (Fsb), il ministero dello sport, il laboratorio antidoping moscovita e altri enti nazionali e federazioni sportive internazionali come ad esempio quella di atletica leggera, che dal 2015 è sospesa e gli atleti che hanno dimostrato di non aver mai avuto problemi di doping possono gareggiare come atleti neutrali.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Facebook

Da non perdere

Calcio

Muro di Berlino: Dirk Schlegel e Falko Götz, i due talenti della Germania Est fuggiti dalla Stasi Compie oggi 60 anni Dirk Schlegel, il...

Calcio

Aye, Mr President! – Quando Donald Trump stava per irrompere nel mondo del Calcio Compie oggi 74 anni Donald Trump, il magnate americano divenuto...

Calcio

Albino United: la squadra di calcio che combatte la stregoneria e la strage di innocenti in Africa Il 13 giugno di ogni anno ricorre...

Calcio

Mauro Tassotti, il Djalma Santos bianco “Puoi togliere il ragazzo dal ghetto ma non il ghetto dal ragazzo”, dice Zlatan Ibrahimovic. Potremmo portare questa...

Calcio

Kim Vilfort, il meno importante dei miracoli – Lieve è il dolore che parla. Il grande, è muto –  Seneca I sopravvissuti non sono...

Pugilato

Teófilo Stevenson: tutto l’oro di Cuba  L’11 giugno 2012 moriva a Cuba, Teófilo Stevenson, leggendario pugile caraibico che durante tutta la sua vita non...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Calcio

31 anni da Italia 1990, le Notti Magiche e il trionfo dell’ultima Germania divisa L’8 giugno di 31 anni fa iniziavano i Mondiali di...

Calcio

Il Campionato Romano di Guerra: il calcio a Roma durante e dopo l’occupazione nazista Il 5 giugno 1944 a Roma si respirava un’aria nuova...

Calcio

Giornata Mondiale dell’Ambiente: Come il Calcio si sta muovendo per difendere la salute del pianeta Nel giorno in cui si celebra la Giornata Mondiale...

Calcio

4 giugno 1944, Roma Liberata: i destini incrociati di Attilio Ferraris IV e Bruno Buozzi Il 4 giugno 1944 terminava, dopo quasi nove mesi,...

Calcio

Emigrante Fútbol Club: 4 squadre fondate da italiani in Argentina Il 3 Giugno si festeggia la Giornata Nazionale dell’Emigrante italiano in Argentina. Per l’occasione...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro