Connect with us

Cerca articoli

Doping

Fuori da (quasi) tutto: l’Antidoping sospende lo Sport russo

[themoneytizer id=”27127-1″]

Fuori da (quasi) tutto: l’Antidoping sospende lo Sport russo

Fuori da tutto o quasi. La Russia dice addio alle Olimpiadi di Tokyo 2020  e quelle invernali di Pechino 2022 e non solo.

Mosca subisce, per mano del Comitato Esecutivo dell’Agenzia Anti-doping (WADA) le sanzioni più dure nella storia dell’Olimpismo a causa della continua, reiterata, e con il coinvolgimento di tutti gli organi statali, falsificazione di dati e documenti sui controlli antidoping ai propri atleti.

L’esclusione vale per tutte le competizioni internazionali e intercontinentali come le Olimpiadi e qualsiasi campionato mondiale dove non potrà neanche essere esposta la bandiera nazionale. Gli atleti che dimostreranno di non aver mai avuto problemi di doping potranno gareggiare come “atleti neutrali”. Quindi oltre a Giochi, la decisione riguarderà anche i Mondiali di calcio del 2022 in Qatar. Resta salva la partecipazione agli Europei 2020 della prossima estate in quanto la Wada non classifica la UEFA come “major event organisation” a differenza delle manifestazioni legate al Cio e alla Fifa.

La Russia ha 21 giorni per presentare un ricorso. A quel punto la Corte internazionale dello sport (Tas) prenderà una decisione definitiva.

L’agenzia nazionale Anti-doping Russa (Rusada) è di nuovo esclusa dalla WADA e al paese non sarà consentito né organizzare né tantomeno candidarsi per l’organizzazione dei prossimi eventi sportivi più importanti a livello globale.

Secondo il rapporto della Commissione di ispezione, migliaia di dati sono stati cancellati o manipolati per proteggere almeno 145 atleti. Già ai Giochi invernali di Pyeongchang 2018 alla Russia era stato impedito di creare la propria spedizione e alla fine 168 atleti hanno gareggiato come “atleti olimpici dalla Russia”

Il doping russo aveva visto il coinvolgimento dei servizi segreti (Fsb), il ministero dello sport, il laboratorio antidoping moscovita e altri enti nazionali e federazioni sportive internazionali come ad esempio quella di atletica leggera, che dal 2015 è sospesa e gli atleti che hanno dimostrato di non aver mai avuto problemi di doping possono gareggiare come atleti neutrali.

[themoneytizer id=”27127-28″]

A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste Lo Sport spesso è stato strumento di resistenza alle ingiustizie e atrocità. Anche...

Altri Sport

Chamonix 1924: le Olimpiadi dei Soldati Il 25 gennaio 1924 a Chamonix, in Francia iniziavano le Olimpiadi invernali, la prima edizione della storia dei...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Ieri, 23 gennaio, ricadeva l’anniversario della morte, datato 1939, avvenuta in circostanze misteriose di Matthias Sindelar, il fenomeno...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Calcio

La Tigre Arkan e un sogno chiamato Champions League Il 15 Gennaio del 2000 moriva Željko Ražnatović, meglio conosciuto come la Tigre Arkan, il...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Il calcio è una chiave per vincere il dolore di un bambino mai nato Ci sono molti modi per esorcizzare il dolore. C’è chi...

Calcio

Milan-Roma: la distanza non è solo nei chilometri Oggi alle ore 18.30 si sfideranno a San Siro due squadre che rappresentano due città così...

Calcio

Wimbledon ’88, la gloria dei bastardi Per i 57 anni compiuti oggi da Vinnie Jones, vi raccontiamo in FA Cup della squadra più scorretta di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro