Connect with us

Cerca articoli

Integratori

Puoi fare overdose di vitamine?

Puoi fare overdose di vitamine?

L’assunzione di vitamine fa parte della routine quotidiana di milioni di persone in tutto il mondo. Sebbene le indicazioni per un dosaggio sicuro siano elencate sulla maggior parte dei flaconi di integratori, non è insolito assumere più di quanto raccomandato. I consumatori di salute sono bombardati da informazioni fuorvianti circa l’assunzione di alte dosi di determinate vitamine che potrebbero giovare alla loro salute in molti modi. Tuttavia, assumere troppe sostanze nutritive può essere pericoloso.

Liposolubili vs Idrosolubili

Le 13 vitamine conosciute sono divise in 2 categorie: liposolubili e idrosolubili.

Vitamine idrosolubili

Le vitamine idrosolubili sono prontamente escrete dal corpo e non facilmente immagazzinate nei tessuti. Ci sono più vitamine idrosolubili di quelle liposolubili.

Le vitamine idrosolubili includono la vitamina C, più otto vitamine del gruppo B;

Vitamina B1 (tiamina)

Vitamina B2 (riboflavina)

Vitamina B3 (niacina)

Vitamina B5 (acido pantotenico)

Vitamina B6 (piridossina)

Vitamina B7 (Biotina)

Vitamina B9 (folato)

Vitamina B12 (cobalamina)

Poiché le vitamine idrosolubili non vengono immagazzinate ma piuttosto escrete attraverso l’urina, è meno probabile che causino problemi anche se assunte a dosi elevate. Tuttavia, l’assunzione di megadosi di alcune vitamine idrosolubili può portare a effetti collaterali potenzialmente pericolosi. Ad esempio, l’assunzione di dosi molto elevate di vitamina B6 può portare a danni ai nervi potenzialmente irreversibili nel tempo, mentre l’assunzione di grandi quantità di niacina, in genere superiori a 2 grammi al giorno, può causare danni al fegato.

Vitamine liposolubili

A differenza delle vitamine idrosolubili, le vitamine liposolubili non si dissolvono in acqua e sono facilmente immagazzinate nei tessuti del corpo.

Ci sono quattro vitamine liposolubili;

Vitamina A

Vitamina D

Vitamina E

Vitamina K

Dato che le vitamine liposolubili possono accumularsi nel corpo, questi nutrienti hanno maggiori probabilità di portare alla tossicità rispetto alle vitamine idrosolubili. Sebbene raro, assumere troppa vitamina A, D o E può portare a effetti collaterali potenzialmente dannosi . In alternativa, l’assunzione di alte dosi di vitamina K non sintetica sembra essere relativamente innocua, motivo per cui non è stato fissato un livello di assunzione superiore (UL) per questo nutriente. Il livello di assunzione superiore è impostato per indicare la dose massima di un nutriente che è improbabile che causi danni a quasi tutte le persone nella popolazione generale.

Potenziali rischi derivanti dall’assunzione di troppe vitamine

Se consumati naturalmente attraverso il cibo, è improbabile che questi nutrienti causino danni, anche se consumati in grandi quantità. Tuttavia, se assunto in dosi concentrate sotto forma di integratore si rischia di prenderne troppo e farlo può portare a esiti negativi per la salute.

Effetti collaterali del consumo eccessivo di vitamine idrosolubili

Se assunte in eccesso, alcune vitamine idrosolubili possono causare effetti collaterali negativi, alcuni dei quali possono essere pericolosi. Tuttavia, analogamente alla vitamina K, alcune vitamine idrosolubili non hanno tossicità osservabile e quindi non hanno alcun UL stabilito. Queste vitamine includono vitamina B1 (tiamina), vitamina B2 (riboflavina), vitamina B5 (acido pantotenico), vitamina B7 (biotina) e vitamina B12 (cobalamina).

È importante notare che sebbene queste vitamine non abbiano tossicità osservabile, alcune di esse possono interagire con i farmaci e interferire con i risultati degli esami del sangue. Pertanto, è necessario prestare attenzione con tutti gli integratori alimentari. Le seguenti vitamine idrosolubili hanno impostato UL, in quanto possono causare effetti collaterali negativi se assunte a dosi elevate.

Vitamina C. La vitamina C una tossicità relativamente bassa, anche se dosi elevate di essa possono causare disturbi gastrointestinali, tra cui diarrea, crampi, nausea e vomito. L’emicrania può verificarsi a dosi di 6 grammi al giorno

Vitamina B3 (niacina). Se assunta sotto forma di acido nicotinico, la niacina può causare ipertensione, dolore addominale, disturbi della vista e danni al fegato se consumata in dosi elevate di 1-3 grammi al giorno.

Vitamina B6 (piridossina). Il consumo eccessivo a lungo termine di B6 può causare gravi sintomi neurologici, lesioni cutanee, sensibilità alla luce, nausea e bruciore di stomaco, con alcuni di questi sintomi che si verificano a dosi di 1-6 grammi al giorno.

Vitamina B9 (folato). L’assunzione di una quantità eccessiva di folato o acido folico in forma di supplemento può influire sulla funzione mentale, avere un impatto negativo sul sistema immunitario e mascherare una carenza di vitamina B12 potenzialmente grave.

Si noti che questi sono effetti collaterali che le persone sane possono sperimentare quando assumono grandi dosi di queste vitamine. Gli individui con condizioni di salute possono sperimentare reazioni ancora più gravi all’assunzione di una quantità eccessiva di vitamina. Ad esempio, sebbene sia improbabile che la vitamina C causi tossicità nelle persone sane, potrebbe portare a danni ai tessuti e anomalie cardiache fatali negli individui affetti da emocromatosi, un disturbo da accumulo di ferro.

(Fonte www.healthline .com)

Avatar
A cura di

Da non perdere

Integratori

Come scegliere vitamine e integratori di alta qualità Gli integratori alimentari sono prodotti che le persone usano per aggiungere sostanze nutritive o altri composti...

Alimentazione

Kefir: 9 benefici per la salute basati sull’evidenza scientifica Il Kefir è di gran moda nella comunità della salute naturale. Ricco di nutrienti e...

Integratori

Vitamine del gruppo B: benefici, effetti collaterali e dosaggio Le vitamine del gruppo B sono un gruppo di sostanze nutritive che svolgono molti ruoli...

Integratori

7 integratori necessari per una dieta vegana  Una preoccupazione comune delle diete vegane è se forniscono al tuo corpo tutte le vitamine e i...

Alimentazione

Proteine animali e vegetali: qual è la differenza? Circa il 20% del corpo umano è costituito da proteine. Poiché il tuo corpo non immagazzina...

Alimentazione

Vino rosso: fa bene o fa male? I benefici per la salute del vino rosso sono dibattuti da tempo. Molti credono che un bicchiere...

Integratori

Vitamina A: benefici, carenza, effetti collaterali e altro La vitamina A è un nutriente liposolubile che svolge un ruolo vitale nel tuo corpo. Esiste...

Integratori

L’olio di pesce Omega-3 può aiutarti a perdere peso? L’olio di pesce è uno degli integratori più comuni sul mercato. È ricco di acidi...

Alimentazione

10 benefici del tè verde basati sull’evidenza Il tè verde è considerato una delle bevande più salutari del pianeta. È ricco di antiossidanti che...

Alimentazione

10 soppressori naturali dell’appetito che ti aiutano a perdere peso Esistono molti prodotti dimagranti sul mercato. Funzionano in modi diversi, riducendo l’appetito, bloccando l’assorbimento...

Basket

La Legge Len Bias: quando per cambiare le regole ci deve scappare il morto Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza e infine all’età adulta è lastricato...

Integratori

Che cos’è l’erba di piantaggine e come si usa? Conosciuta per crescere ovunque, dai parcheggi ai parchi giochi, l’erba di piantaggine è spesso considerata...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro