Connect with us

Cerca articoli

Doping

Il pugno duro della Wada risparmia il calcio russo

[themoneytizer id=”27127-1″]

Il pugno duro della Wada risparmia il calcio russo

Non c’è pace per la Russia sulla questione doping. C’è però una buona notizia: non verrà estromessa da Euro 2020 come nazione ospitante in questo primo torneo itinerante anche qualora dovesse essere sanzionata, secondo la richiesta dell’agenzia internazionale anti-doping (WADA), con il divieto per quattro anni di ospitare grandi eventi sportivi a seguito dello scandalo doping (doping di Stato) che ha coinvolto il paese.

Il paese non perderà, in caso di nuova sanzione, neanche il diritto di ospitare la finale di Champions League del 2021 poichè come riporta il Telegraph qualsiasi divieto riguarderà solamente i campionati mondiali in relazioni a sport individuali. Quindi la Champions League anche se è una competizione riguardante un solo sport, il calcio, e solo a livello europeo e non mondiale, quindi non rientra in questo divieto. Stesso discorso ovviamente per Euro 2020 con San Pietroburgo che ospiterà tre partite della fase a gironi e un quarto di finale.

Potrebbe restare valido, invece, il divieto per il paese di sventolare la propria bandiera nelle principali competizioni ma la decisioni del comitato esecutivo della Wada sono attese per il nove dicembre. A rischio la partecipazione a Tokyo 2020.

Insomma la WADA vorrebbe applicare il pugno duro contro un paese che reiteratamente e sistematicamente con la connivenza anche dei vertici dello Stato ha violato i principi dello sport, pugno duro che però pian piano si sta aprendo e diventando sempre più un buffetto davanti al solito dio denaro e gli interessi commerciali.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

Dall’El Dorado ai Narcos: Inferno e Paradiso dei Millonarios di Bogotà Cinco y baile. Dopo il quinto gol, si balla. C’è stata una squadra...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Il 23 Gennaio 1939 moriva in circostanze misteriose Matthias Sindelar, il fenomeno austriaco che con il suo gesto...

Calcio

Andrej Kanchelskis, storia di una sfortuna infinita Compie oggi 52 anni Andrej Kanchelskis, il calciatore russo arrivato in Italia per spaccare il mondo, finito...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Il Mistero Scaini: la triste storia di un ragazzo che non era Paolo Rossi Il 21 Gennaio 1983 se ne andava Enzo Scaini, il...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Chiedi chi era Masinga Il nostro tributo a Phil Masinga, simbolo dei Bafana Bafana, che due anni fa ci lasciava a soli 49 anni....

Calcio

La cantina Nevio Scala: dalla panchina alle vigne Capolavoro in Emilia-Romagna. Tra calcio e buon vino Nevio Scala ha scritto un romantico romanzo di...

Calcio

A tu per tu con Ambra Lombardo tra calcio e spettacolo a Tiki Taka e non solo A tu per tu con la bellissima...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro