Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Pubblicità e scommesse: le due cose che le Tv dovranno fare per rispettare il Decreto Dignità

[themoneytizer id=”27127-1″]

Pubblicità e scommesse: le due cose che le Tv dovranno fare per rispettare il Decreto Dignità

La pubblicità delle scommesse e del gioco d’azzardo tra poco sarà solamente un ricordo nel Belpaese. Dall’8 agosto 2019, infatti, per una novità inserita nel cosiddetto “decreto dignità”, non sarà più possibile mandare in onda pubblicità su questi due temi.

Sulla questione è scesa in campo la stessa AgCom (l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni). Questa stessa autorità ha stilato delle vere e proprie linee guida per spiegare, ai diretti interessati, come agire senza correre il rischio di cadere in eventuali sanzioni.

Tra i punti da mettere in risalto vi è quello che permette ai nomi delle storiche agenzie delle scommesse italiane, ad esempio Totocalcio e Superenalotto, di conservare il “diritto ad esistere”.

La stessa AgCom ha chiesto al governo di non scagliarsi a 360° contro il mondo del gioco di azzardo. Nel mondo del calcio attuale infatti, sia a livello nazionale che internazionale, sono sempre di più le squadre che, come sponsor principale, hanno una società di scommesse. Nella liga spagnola, ad esempio, se ne possono contare quattro, nella Premier League inglese addirittura nove.

Qualora la legge italiana non dovesse essere corretta, le nostre emittenti tv nazionali dovranno occuparsi di due problemi in particolare: oscurare il nome degli sponsor dalle divise da gioco delle squadre internazionali, sia durante le dirette, sia nei match in differita. Inoltre, saranno obbligate a oscurare anche le pubblicità di scommesse dai cartelloni degli stadi inglesi, spagnoli o tedeschi.  Tra il dire ed il fare, però, ne passa di acqua sotto i ponti….

[themoneytizer id=”27127-28″]

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Chapecoense 4 anni dopo: storia di un sogno rimasto in bianco e nero Il 28 Novembre 2016 l’aereo con a bordo la squadra brasiliana...

Calcio

Guido Masetti, “primo portiere”, oggi più di ieri Il 27 novembre 1993 ci salutava Guido Masetti, storico portiere della protagonista del primo scudetto giallorosso....

Calcio

Dieci e non più dieci Germogliano i fiori, in mezzo ai rifiuti,  Per ogni rimbalzo che resta immacolato; Tra terra battuta, tra il fango e...

Calcio

Il calcio secondo Bernardo Bertolucci Il 26 novembre 2018 ci lasciava, all’età di 77 anni, Bernardo Bertolucci, il regista parmigiano, autore di alcuni capolavori...

Integratori

7 integratori necessari per una dieta vegana  Una preoccupazione comune delle diete vegane è se forniscono al tuo corpo tutte le vitamine e i...

Calcio

Last United: l’ultima volta di George Best Il 25 novembre 2005 ci lasciava George Best, uno dei più grandi giocatori della storia del calcio,...

Calcio

Non sono andato a letto presto: Vita e Assist di Gianfranco Zigoni Compie oggi 76 anni Gianfranco Zigoni, iconico calciatore anni 70, capace di...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe – Per Didi giocare a calcio è come sbucciare un’arancia. – Pelé  Nella favela di Campos, alle porte...

Calcio

Se per un colpo di testa rischi la vita: il calcio e i problemi legati alla neurodegenerazione E’ tornato d’attualità un tema spinoso che...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 In occasione dei 59 anni compiuti oggi da Ricardo Alemao, l’ex centrocampista brasiliano...

Calcio

Il “Best friulano”: Ezio Vendrame, la mezzala che sarebbe diventata un poeta Avrebbe compiuto ieri 73 anni un giocatore unico nel suo genere, dentro...

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste Il 21 novembre 1894 nasceva a Budapest Géza Kertész, il calciatore e allenatore...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro