Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Il prezzario della vergogna: quanto bisogna pagare per sfondare nel calcio

[themoneytizer id=”27127-1″]

Il prezzario della vergogna: quanto bisogna pagare per sfondare nel calcio

Il calcio ha perso negli ultimi anni il suo fascino e forse sarà anche perché, chi lo vive dall’interno, ne conosce le sue dinamiche amorali, spregevoli e anti-sportive.

Nei giorni scorsi sul quotidiano il Giorno è uscito un articolo a cura di Giulio Mola in cui viene portato alla luce un prezzario della vergogna su come sia possibile comprarsi posti in squadra, convocazioni, anni di contratto e addirittura aiuti importanti per le convocazioni in nazionale di categoria.

Si va dai 10.000 euro per un posto negli allievi fino ai 100.000 per vari allenamenti in prima squadra con esordio. In mezzo i 20/30 mila euro per un anno di contratto in Lega Pro. Questi i soldi chiesti alle famiglie dei calciatori da parte di loschi figuri che si aggirano intorno ai campi: osservatori con fantomatici legami in grosse squadre, sedicenti procuratori ma purtroppo anche allenatori e dirigenti in prima persona che camuffano l’obolo sotto forma di spese necessarie per coprire vitto e alloggio che, nel caso di calciatori minorenni, è però a carico della società.

Perché i genitori accettano? Perché se se lo possono permettere danno un grosso vantaggio al figlio ma soprattutto perché costruiscono un curriculum professionale di tutto rispetto se hanno militato in nazionali giovanili, Primavera blasonate e un paio di anni in C. Con questo curriculum è più facile il lavoro di proposta da parte del procuratore del calciatore dal curriculum comprato nel riuscire a convincere i presidenti e i direttori sportivi a ingaggiare il ragazzo.

Anche all’estero la situazione non è migliore. Provini lampo fittizi e promesse di rosee carriere infranti sul duro muro della realtè. E’ l’esca perfetta soprattutto per i giovani calciatori extracomunitari provenienti dall’Africa che pagano 3000 euro per provare a cambiare in meglio la loro vita ma che ben presto, una o due stagioni, capiscono in quale incubo si sono cacciati.

Qualcuno deve aver frainteso la massima di de Coubertin: “L’importante non è vincere ma partecipare” visto che la partecipazione in questione è sempre meno fisico/sportiva e sempre più esclusivamente economica.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

Giornata mondiale del Gioco: La “Sindrome di Ronaldo” Domani 28 maggio si celebrerà la Giornata mondiale del Gioco. Qualcosa che andrebbe ricordato anche mentre...

Calcio

Franco Scoglio, Professore di calcio e di vita Avrebbe compiuto ieri 80 anni Franco Scoglio, storico e iconico allenatore del Genoa. Il nostro tributo...

Calcio

Forest Green Rovers, la squadra più Eco-Friendly al mondo Il 15 marzo 2019 in 150 paesi sparsi in tutto il mondo (e 2000 città),...

Calcio

A tu per tu con Giacomo Tedesco Abbiamo avuto il piacere di intervistare Giacomo Tedesco, ex calciatore e attuale allenatore di tecnica individuale. Giacomo,...

Calcio

La coppa fantasma: quella finale tra Udinese e Atalanta senza trofeo… La coppa fantasma. Fin dal giorno della sua assegnazione. Dove nessuno la vide...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista a Nick “Dinamite” Amoruso In occasione dei suoi 46 anni compiuti oggi, vi riproponiamo l’intervista a Nick Amoruso nella...

Calcio

Famosa per le ceramiche e la cucina, Sassuolo negli ultimi mesi si sta facendo un nome anche come terra di portieri. Il 1°dicembre 2019,...

Calcio

Lo strano mondo della Serie C dove prima fallisci poi vinci Per meglio comprendere la realtà italiana del calcio professionistico di provincia, quello alle...

Calcio

La Serie C sta per ammainare definitivamente bandiera bianca. La ripresa dei tre gironi, per motivi sanitari e strutturali, sarà impossibile e Francesco Ghirelli,...

Calcio

Quando e come ripartirà il calcio italiano Una ripartenza del calcio professionistico italiano da effettuare a scaglioni per favorire il corretto svolgimento di tutti...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista ad Aldo Agroppi In occasione dei 76 anni compiuti oggi da Aldo Agroppi, vi riproponiamo l’intervista in cui abbiamo...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Per la prima volta nella storia del nostro calcio, è stata inflitto il Daspo...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro