//

Premier League: quanto pagano i tifosi per seguire la propria squadra

Inizia la lettura

[themoneytizer id=”27127-1″]

Premier League: quanto pagano i tifosi per seguire la propria squadra

Da sport popolare a sport elitario, da calcio a calcio business. Secondo uno studio condotto dal famoso broker di social-trading eToro e dalla società di revisione contabile KPMG sulla Premier League si è riusciti a immortalare le nuove tendenze in atto nel mondo del calcio.

Secondo lo studio i tifosi inglesi spenderanno nella stagione corrente qualcosa come 1.3 mld di sterline per sostenere la propria squadra del cuore. Questo a causa dell’impatto sempre maggiore di biglietti, abbonamenti TV e merchandise.

I costi a carico del tifoso sono aumentati del 31% rispetto alla stagione 2014/2015 e del 6.5% rispetto alla scorsa stagione. Questo aumento crescendo dei costi stagione dopo stagione fa capire il trend user-UNfriendly in atto.

Non tutti i prezzi però sono cresciuti in modo omogeneo: gli abbonamenti ad esempio rispetto al 2014/2015 sono aumentati solo dell’1% mentre il costo degli abbonamenti TV hanno visto un +40%, merchandise +21%, biglietti singoli +14% e cibo e bevande +11%.

In media un tifoso di Premier spenderà circa 1.888 sterline durante la stagione in corso, pari all’ 8% del reddito medio annuale britannico. Il calcio è diventato così una delle voci pro-capite più consistenti per l’inglese tifoso di calcio.

L’Arsenal è la squadra più costosa da seguire, mentre il Manchester City è quella che garantisce il miglior ritorno sull’investimento: un tifoso dei citizens spende in media 16.90 sterline per ogni goal realizzato dalla squadra di Guardiola.

Il calcio, inteso come Federazioni europee e mondiali, avrebbe bisogno di una profonda riflessione anche perchè, ad onor del vero, la gran parte di questi costi crescenti non sono attribuibili direttamente ai singoli club. Lo studio è stato condotto sulla Premier League ma è valido, a livello di trend, anche a tutti gli altri maggiori campionati europei. Al cuore non si comanda, soldi permettendo…

[themoneytizer id=”27127-28″]

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo.
Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Articoli recenti a cura di