Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Da Predestinato a Grande Incompreso: tutti i Record di Frank

Settantasette giorni. Questo è quanto è durato Frank de Boer come manager del Crystal Palace. Un totale complessivo di sole 11 settimane, 4 partite di campionato e soli 360 minuti di calcio effettivo sulla panchina delle Eagles. Sconfitto per 1-0 sul campo della sorpresa Burnley, l’olandese è stato licenziato dopo che il suo Palace si è reso protagonista di un imbarazzante inizio di stagione, perdendo tutte e quattro le partite senza segnare neanche la misera di un gol. Una partenza tanto scadente di una squadra di Premier League non si registrava da ben 93 anni. Un esonero lampo secondo solo, nella carriera di De Boer, a quello della scorsa stagione all’Inter dopo appena 84 giorni.

Terzo Classificato – Nella storia della Premier è il terzo esonero più veloce. Prima di De Boer ci sono in questa poco edificante classifica, Renè Meulensteen tecnico del Fulham per 75 giorni e, in testa, Les Reed che durò appena 40 giorni alla guida del Charlton. Record non di certo invidiabili ma che raccontano di come la carriera di De Boer da allenatore predestinato stia diventando pian piano quella del grande incompreso lasciato ai margini del calcio che conta.

8 Maggio 2016 – Non è un data a caso. E’ la data in cui De Boer perse il titolo di Campione d’Olanda all’ultima giornata con l’Ajax pareggiando 1-1 contro il modesto De Graafschap e regalando così la vittoria finale al PSV. Prima di quel giorno De Boer aveva vinto 4 campionati consecutivi ed una Supercoppa. Una carriera totalmente in discesa e pronta ad entrare nel calcio di primissima fascia. Quell’8 Maggio, però, sembra essere stato lo spartiacque della sua giovane carriera da tecnico. Da quel giorno De Boer sembra aver perso certezze. Catapultato in un calcio isterico e in ambiente per nulla facile come quello di Milano sponda nerazzurra, l’ex allenatore dell’Ajax era totalmente un pesce fuor d’acqua. Nessuno a Milano ma anche al Crystal Palace, poteva avere la calma e la pazienza di saper aspettare i frutti del suo lavoro tattico e tecnico. De Boer è senza dubbio un allenatore che va lasciato lavorare e sbagliare, come è possibile fare all’Ajax in un calcio, come quello olandese, senza pressioni. Dopo questo fallimento la carriera di De Boer è ormai davanti ad un bivio: Cambiare, per potersi riproporre anche subito su un determinato tipo di mercato, oppure rimanere sé stesso e non tradire la sua idea di calcio aspettando la chiamata giusta, in una piazza che possa permettersi di aspettarlo e di vedere successivamente i frutti del suo lavoro? Ai posteri l’ardua sentenza.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 4 Aprile 1968 veniva assassinato a Memphis, Martin Luther King. Nello stesso periodo,...

Calcio

Giuseppe Chiappella: Firenze andata e ritorno Lombardo come Prandelli, tornò anche lui sulla panchina della Fiorentina. Giuseppe Chiappella scrisse pagine importanti della storia gigliata,...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista ad Arrigo Sacchi  Per i 74 anni compiuti oggi da Arrigo Sacchi, vi riproponiamo l’intervista al “profeta” del calcio...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Calcio

Ciao Mondo Sono già passati 3 anni da quando Emiliano Mondonico ci ha salutato dopo una dura battaglia contro il cancro. Un allenatore unico...

Calcio

Cesare Prandelli: il coraggio di fermarsi e il tempo che non torna più “No, il tempo non torna più. E ieri non eri tu,...

Interviste

A tu per tu con Sara Simeoni, la donna volante Ci sono dei momenti e delle sensazioni legati con un filo invisibile e impressi...

Calcio

Vampeta, il ‘vampiro’ nerazzurro affogato nel mare della perdizione Compie oggi 47 anni Marcos André Batista Santos, meglio noto come Vampeta, il brasiliano che...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Via del Campo: Nemmeno Roy Keane ha fermato gli Haaland Haaland, Haaland, Haaland. Negli ultimi giorni, il web si è riempito del...

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più L’11 Marzo 1990 ci lasciava uno dei primi allenatori pugliesi saliti...

Calcio

113 anni di Inter, la squadra (quasi) mai stata in B Il 9 Marzo 1908 nasceva il Foot-Ball Club Internazionale, meglio conosciuto come Inter. La squadra...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro