Più Var per tutti: anche il Calcio Mondiale approva la moviola in campo

Inizia la lettura
3 mins read

Nella prossima massima kermesse mondiale per nazionali, l’Ifab ha votato per l’introduzione e l’utilizzo del VAR. Mentre la Russia si prepara, il presidente della Fifa si dichiara soddisfatto: “Quando abbiamo iniziato non sapevamo cosa ne sarebbe venuto fuori, ora fa parte del nostro mondo”.

L’International Football Association Board ha approvato all’unanimità il VAR durante il 132º congresso svoltosi a Zurigo. Un introduzione che, come scritto in una nota, “rappresenta una nuova era per il calcio che aiuterà a migliorare l’integrità e la correttezza nel gioco”. Ora bisognerà aspettare il Consiglio Fifa del prossimo 15-16 marzo a Bogotà per l’ufficialità della sua introduzione al prossimo Mondiale russo.

 INFANTINO RINGRAZIA L’ITALIA:

Il presidente Infantino ha ringraziato l’Italia per l’esperimento che ha permesso al VAR di venire valutato e migliorato costantemente ed arrivare il più perfetto possibile proprio in occasione del prossimo Mondiale. Saranno quattro i casi in cui il Var potrà intervenire: goal non goal, rigore non rigore, rosso diretto e scambio di persona. Sulla decisione del presidente della Uefa Ceferin di non introdurla per il momento nella Champions League Infantino non si è detto dispiaciuto: “Lo capisco, non è mica facile prendere delle decisioni importanti. Io stesso ero molto scettico sul Var e ho cambiato idea perché l’ho studiata approfonditamente e l’abbiamo analizzata tutti e effettivamente non ci sono aspetti negativi se non quello della comunicazione e poi si possono migliorare con il tempo. E’ chiaro che introdurre il Var in una competizione transnazionale non è una cosa facile e capisco perfettamente alcune titubanze che possono esserci, ovviamente è chiaro anche che il Var è il futuro e il fatto che al mondo oggi ci siano 20-30-40 paesi che lo vogliono introdurre ne è la dimostrazione”.

 IL PUBBLICO VEDRA’ LE IMMAGINI DEL VAR

 A differenza dell’Italia dove addirittura le immagini televisive sono diverse da quelle viste dal VAR, nel prossimo Mondiale le decisioni prese dal Video Assistant Referee saranno godibili e visibili attraverso i maxi-schermi dagli astanti. Un altro passo ed un altro attingere agli sport americani, esempio più fulgido la NFL, dove non solo il replay dell’azione viene mostrato a tutti ma l’arbitro stesso accende il microfono e spiega il perché della decisione presa. Forse quest’ultima parte è chiedere troppo ma la speranza è l’ultima a morire. Intanto godiamoci un altro passo verso la massima trasparenza nel mondo del calcio.

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo.
Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli recenti a cura di