Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

Pirateria 2.0 sulle dirette Facebook: l’occasione di Zuckerberg per mangiarsi tutta la torta dei diritti tv del calcio

In Lega si discute (e si litiga) per la spartizione dei proventi dei diritti televisivi. Intorno, invece, i grandi colossi ripensano agli investimenti, impauriti dal nemico. La diretta facebook, l’ultima frontiera della pirateria 2.0 che, da danno, potrebbe trasformarsi nella più clamorose svolte della storia del calcio in TV. E se Facebook diventasse il broadcaster?

Tutto nasce da un vuoto legislativo. Facebook condanna e proibisce video o immagini solo attraverso la segnalazione di altri utenti. Un contenuto è cancellato solo se lesivo della dignità o della privacy, se ritenuto offensivo o inappropriato, se dà fastidio, se non è interessante, o se è considerato spam.

Nulla, dunque, che possa essere associato alla trasmissione di un derby o di una grande classica. Anche perché mettetevi nei panni dell’utente: quale tifoso che ha la possibilità di vedere gratis la propria squadra o un big match, con tanto di commento in italiano, segnalerebbe come “inappropriato” o “inoffensivo” il contenuto di una diretta? Onesti sì. Scemi no.

Risultato? I pirati spadroneggiano. Come? In primis, creano una pagina Facebook. Quindi, sintonizzano la tv sul canale che trasmette la partita. Infine, avviano la diretta. Et voilà, la partita, con tanto di commento originale, è servita su un piatto d’argento invitante e con un’accoglienza illimitata. In occasione di Barcellona-Real Madrid, la pagina “Capitanes de Futbal”, prima di subire segnalazioni e “ban” ha toccato 4,6 milioni di visite.

Un fenomeno impossibile da arginare. Combatterlo a forza di “blocchi” è una soluzione poco praticabile. Qualsiasi utente bloccato può riaccedere in pochi secondi su Facebook con un nuovo profilo. Quindi? La pirateria non va combattuta, ma anticipata. E in alcuni casi, ci si stà già muovendo. La Lega Calcio sulle orme della MLS (l’accordo prevede la diffusione dell’intero campionato) e della LIGA (che ha concesso la diretta dell’anticipo del venerdì sul proprio canale ufficiale), potrebbe accordarsi per un “Pacchetto” low cost che comprenda la trasmissione delle partite?

La risposta è: forse. Qualche società, in questo senso, si è già mossa esplorando il territorio per carpirne la redditività: la Roma ha trasmesso sul proprio canale Facebook la diretta della sfida fra la squadra primavera e il Novara. L’Udinese pubblica on line i propri allenamenti. Il Real Madrid, già da anni, manda in diretta il pre partita. In tutti i casi, le risposte sono state confortanti. E tanti utenti significa tanta pubblicità…

A questo punto non è impossibile immaginare che Zuckerberg investa nel pallone. Anche perchè, storicamente, Palo Alto è contrario alla pirateria. Non perchè siano cultori dell’onestà. Piuttosto perchè, molto meno poeticamente, le dirette, cosi come sono concepite e accolte, non fruttano pubblicità. Quindi niente soldi. Quanto basta per organizzare una controproposta: Facebook si fa carico del problema. Chiaramente a pagamento. Pagano poco, pagano tutti. Più di un’idea.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Pasolini e il calcio. L’intellettuale che voleva essere un’ala sinistra Il 5 marzo 1922 nasceva a Bologna, quartiere Santo Stefano, Pier Paolo Pasolini, uno...

Calcio

Le meteore della Serie A: El Uablo bianconero Juan Eduardo Esnaider Compie oggi 48 anni Juan Eduardo Esnaider, uno dei tanti “fenomeni parastatali” (come...

Calcio

La Dittatura di Videla e quella protesta attaccata ad un palo Molti al mondo sono i modi di protestare. Alcuni tranciano come il cordone...

Calcio

A tu per tu con Giacomo Tedesco Abbiamo avuto il piacere di intervistare Giacomo Tedesco, ex calciatore e attuale allenatore di tecnica individuale. Giacomo,...

Calcio

L’India ai Mondiali del 1950: una storia da raccontare mai accaduta Il 16 luglio 1950 si chiudeva con la mitica finale tra Uruguay e...

Calcio

Dino Zoff racconta i Mondiali del 1974 Compie oggi 79 anni Dino Zoff, leggendario portiere italiano tra i più forti della storia del calcio....

Calcio

Roma – Milan: la distanza non è solo nei chilometri Roma – Milan. Roma e Milano. Una splendida dicotomia. Difficile che chi ami una,...

Calcio

Josè Leandro Andrade: la vita estrema della Maravilla Negra La Garra Charrúa ancora doveva fare il giro del mondo, il Maracanazo neanche era arrivato....

Calcio

O Gigante da colina e il suo profeta magro: Roberto Dinamite “Gigante da colina”: un nome da fiaba, che sembra posarsi sulle spalle dei...

Azzardo

Calcio e gioco d’azzardo: nuova partnership tra As Roma e Leovegas.News Un accordo che era nell’aria, anticipato dalla pubblicità comparsa sui cartelloni dello stadio...

Calcio

Ali Gagarin: storia di un Bomber che nessuno conosce Quando parliamo di attaccanti che hanno fatto la storia del calcio a suon di goal,...

Calcio

Willem van Hanegem, il Sopravvissuto Compie oggi 77 anni Willem van Hanegem, iconico giocatore dell’Olanda del Calcio totale che per tutta la sua vita...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro