Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Perché Parma e Sampdoria giocheranno con le maglie invertite

[themoneytizer id=”27127-1″]

Perché Parma e Sampdoria giocheranno con le maglie invertite

Non tutti arrivano a 30 anni di unione. Quando ciò accade, bisogna festeggiare tale evento in maniera speciale.

E’ ciò che avranno pensato Joma e Erreà, sponsor tecnici di Sampdoria e Parma, in vista del confronto tra queste due squadre in programma domenica prossima, 5 maggio 2019, presso lo stadio Ennio Tardini della città emiliana. Proprio in questa occasione, infatti, sia i supporte blucerchiati che quelli gialloblu rinnoveranno un gemellaggio calcistico che va avanti da quasi 30 anni.

Per festeggiare questo anniversario si è deciso di dar vita ad una vera e propria iniziativa dal titolo “#Blucrociati – Not just colours”. Essa, per l’esattezza, vedrà due tra le divise italiane più iconiche di tutti i tempi mescolare i propri simboli mantenendo però la propria identità attraverso i colori storici, quasi a voler rappresentare l’abbraccio e la stima tra le due tifoserie.

Le due squadre hanno emesso un vero e proprio comunicato congiunto su questa iniziativa:Una storia fatta di grandi sfide sul campo e di una lunga amicizia sugli spalti. Da quasi 30 anni, mentre le due squadre lottano per vincere, le due tifoserie danno prova di rispetto reciproco, amore e passione per la propria maglia. Oggi le due società hanno deciso di celebrare questo storico legame tra i propri tifosi scambiandosi la maglia”.

Alla fine del match le maglie, utilizzate dai calciatori che scenderanno sul terreno da gioco, verranno messe all’asta per beneficenza. Il ricavato della vendita di quelle del Parma verrà interamente devoluto all’Istituto “Gaslini” di Genova, mentre quello delle divise da gioco della Sampdoria sarà donato all’Ospedale dei Bambini di Parma.

[themoneytizer id=”27127-28″]

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Calcio

St. Pauli: i Pirati tedeschi che giocano contro l’odio Il 15 Maggio 1910 ad Amburgo nasceva un club che si è reso famoso negli...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe Il 12 maggio 2001 moriva, a Rio de Janeiro, Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno...

Calcio

Ebrima Darboe, il sogno di una cosa – E poi, e poi Gente viene qui e ti dice Di saper gia’ Ogni legge delle...

Calcio

Bob Marley: il Reggae nella mente, il Calcio nel cuore L’11 maggio 1981 moriva il leggendario cantante reggae Robert Nesta Marley. Da tutti conosciuto...

Calcio

Luis Vinicio, ‘O Lione Un sudamericano napoletano d’adozione. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di Bruno Pesaola, stavolta è il turno di Luis Vinicio,...

Calcio

Nando Martellini, una voce sul tetto del Mondo Il nostro tributo al leggendario Nando Martellini nel giorno in cui ricordiamo la sua scomparsa avvenuta...

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare Sarà poi vero che abbiamo tutti una vita? La domanda appare scontata, se non addirittura...

Calcio

Franco Scoglio, Professore di calcio e di vita Avrebbe compiuto ieri 80 anni Franco Scoglio, storico e iconico allenatore del Genoa. Il nostro tributo...

Calcio

Quando Ezequiel Lavezzi era del Genoa ma finì al Napoli Compie oggi 36 anni Ezequiel Lavezzi, il Pocho che ha fatto innamorare Napoli ma...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” Il  2 maggio 1998 moriva Justin Fashanu, il primo calciatore professionista a fare coming out e dichiarare la sua...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Le maledizioni e le imprecazioni rappresentano una vera e propria caratteristica nel mondo calcistico attuale....

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro