Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Per la Fifa il Razzismo è estinto? Chiusa la Task Force

Sembrano ormai lontani i tempi in cui il maggior organo calcistico mondiale, la Fifa, veniva travolta dallo scandalo della corruzione nei piani alti della dirigenza. Al posto dell’eterno presidente Blatter è arrivato Gianni Infantino che da segretario della Uefa ha sostituito il colonnello svizzero sulla poltrona più prestigiosa del football. Una svolta che faceva auspicare finalmente un cambiamento all’interno dell’organo di potere, abbandonando i retaggi di un passato che ha avuto più ombre che luci.

Arriva, invece, oggi, la notizia che riporta all’attenzione l’operato della Fifa: a margine di una cerimonia che si è tenuta a Manchester per la presentazione di un premio sulla diversità, la Federazione Mondiale ha annunciato di aver smantellato la task force anti razzismo messa in piedi proprio da Blatter tre anni fa. I membri della commissione sono stati avvertiti attraverso lettera di ringraziamento che li sollevava dall’incarico, e chi si è visto s’è visto. Le motivazioni date a questa scelta sono riconducibili semplicemente al fatto che per la Fifa il loro lavoro in merito al razzismo è finito.

“Perplessità e preoccupazione” queste le prime reazioni da parte dell’osservatorio inglese “Kick Out” che nelle sue mansioni ha proprio il monitoraggio di atteggiamenti legati al razzismo. In particolare, in vista dei Mondiali del 2018 in Russia, paese, secondo l’organo di controllo, “noto per razzismo e abusi sulle minoranze“. Il tempismo nell’eliminare la task force ha il sapore della beffa: stasera infatti la partita tra il Rostov e il PSV si disputerà in uno stadio mezzo vuoto a causa dei cori offensivi dei tifosi russi in occasione del preliminare con l’Ajax. Oltre a Kick Out, contro questa decisione ha tuonato anche il Principe Al bin Al Hussein , candidato alla Presidenza Fifa e uscito sconfitto proprio contro Infantino. Per lui il percorso contro il razzismo è ancora lungo e ha trovato questa scelta vergognosa.

Dalla Federazione arrivano le prime difese che sottolineano come la commissione sia stata eliminata ma il suo programma è stato inglobato all’interno del piano generale elaborato da Infantino. Sempre a conforto è intervenuta anche la segretaria generale, la senegalese Fatma Samoura che ha commentato così: “Sono la prova vivente che sul razzismo applichiamo tolleranza zero“.
Staremo a vedere se la Fifa riuscirà a tirarsi fuori dall’ennesima bufera che l’ha travolta.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Calcio e Razzismo: tra modifiche e belle parole, riusciremo davvero a risolvere il problema? Torna in prima pagina la questione razzismo nel calcio, dopo...

Calcio

11 Settembre 2001: il calcio nel giorno in cui il Mondo cambiò per sempre Alle 14,46 (ora italiana) di venti anni fa, un aereo...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 7 Settembre 2008 moriva a El Paso, in Texas, Don Haskins, leggenda del...

Calcio

L’Africa e i Mondiali del 1966, una storia dimenticata Coppa del Mondo 1966: presente nell’immaginario collettivo per la vittoria dell’Inghilterra (rimasta l’unica fino ai...

Calcio

Viv Anderson, il primo Leone nero della Storia d’Inghilterra Il 29 Luglio 1956 nasceva Viv Anderson, il calciatore rimasto nella storia dello Sport per...

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

La partita nella piazza Rossa che decise il destino del calcio in Russia Quando si viene a Mosca non si può rinunciare ad una...

Calcio

Mexico ’86, 22 Giugno: Maradona racconta la “Mano de Dios” Il 22 Giugno 1986 durante in Mondiali in Messico Diego Armando Maradona segna il...

Calcio

Gli Europei e le scorie della Guerra Fredda Nel 1991 ho accompagnato la nazionale di calcio under 21 dell’allora Unione Sovietica in una delle...

Pugilato

La vera storia di Jack Johnson: un perdono lungo 100 anni Il 10 giugno 1946 moriva Jack Johnson, il primo pugile afroamericano della storia...

Calcio

Palestina-Israele, anche il calcio alle prese con l’Intifada Nell’ultima settimana la tensione tra Israele e Palestina ha toccato livelli altissimi, con il vicendevole lancio...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro