Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Pellegrini: “Torniamo a giocare per salvare i lavoratori”

Si allarga il fronte del sì per la ripresa della Serie A. Lorenzo Pellegrini, tramite i suoi profili social, ha comunicato la sua volontà in merito alla ripartenza del campionato, mettendo in luce probabili e negativi risvolti socio economici per molte famiglie in caso di stop definitivo. Ecco le parole del centrocampista giallorosso: 

 

 

“Il nostro desiderio è tornare in campo. Ci sono le condizioni per allenarsi in sicurezza nei centri sportivi e ci auguriamo di farlo il più presto possibile. Non possiamo che augurarci che il campionato, in condizioni di sicurezza, riparta. Non solo per ragioni sportive ma anche per evitare conseguenze economiche disastrose per le migliaia di persone che lavorano nel mondo del calcio e per le loro famiglie”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la Juventus che con Andrea Agnelli in prima persona ha espresso apertamente la volontà di terminare il campionato nel corso dell’Assemblea di Lega: “Ribadisco con forza che la Juventus ha la ferma volontà di concludere il campionato. Iniziando gli allenamenti il 18 maggio e le partite a giugno ci saranno modi e tempi per finire le stagioni. Rispettando le indicazioni dell’Uefa e dell’Eca“. Dalla Spagna, intanto, Ivan Rakitic, centrocampista del Barcellona, è ancora più esplicito: “Sono pronto a correre il rischio di essere contagiato, ma voglio tornare a giocare“.

 

La Lega Serie A, nel frattempo, nella sua assemblea ha presentato all’unanimità un protocollo sulla ripresa del torneo (non sugli aspetti medici ma logistici) e un paio di bozze del nuovo calendario. La parola passa al governo.

RedazioneNews
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Da non perdere

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Quando James Rodriguez stava per andare al Bari Nell’estate del 2014 il colombiano James Rodriguez, dopo un grande Mondiale in Brasile disputato con la...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Franco Citti: l'”Accattone” che amava il calcio Il 14 gennaio 2016 moriva a 80 anni il grande Franco Citti. Per ricordarlo vi raccontiamo la...

Motori

Tanti auguri “Fisico”, ultimo patriota della Formula 1 231 gran premi disputati in Formula 1, 19 podi, 4 pole position e 3 gare vinte;...

Calcio

Pier Luigi Nervi, l’architettura al servizio dello sport Il 9 Gennaio 1979 moriva un maestro indiscusso della storia dell’architettura italiana, Pier Luigi Nervi, un innovatore nell’ambito...

Calcio

Luigi Barbesino, il mistero della morte del campione d’Italia caduto in guerra “Grande personalità, spiccate doti di comando, incuteva soggezione e a tratti anche...

Calcio

Auguri Davide Avrebbe compiuto 34 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato tre anni fa, sconvolgendo il calcio italiano....

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Il 3 gennaio 1929 nasceva uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone. Tutti...

Altri Sport

Andrej Kuznecov, ricordo di una stella cadente È una notte come tante sull’autostrada A14. E come tante altre volte, il silenzio è rotto dal...

Calcio

Fulvio Bernardini: il maestro di sport troppo forte per tutti Il 28 Dicembre 1905 nasceva Fulvio Bernardini, una Leggenda del calcio italiano. Uomo poliedrico...

Calcio

Quando Pavel Nedved poteva “tradire” la Juve per andare all’Inter Il 22 dicembre 2003 veniva assegnato il Pallone d’oro a Pavel Nedved, fenomeno ceco e...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro