Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Calcioscommesse: Graziano Pellè cannoniere o pallonaro ?

La notizia era di quelle che sanno di bomba. E proprio come una bomba quando viene lanciata, questa era una di quelle notizie che appena diffusa devi solo aspettare la deflagrazione e poi, eventualmente, iniziare a contare i danni. Mentre qualcuno stava già iniziando a contare, il cannoniere-bombarolo di turno ha voluto di suo pugno provare a disinnescare la “bomba-notizia” e a quanto pare c’è anche riuscito. La storia della bomba che alla fine non è scoppiata è quella di Graziano Pellè, centravanti del Feyenord e della Nazionale di calcio, che in un’intervista al portale olandese Spitnews, ripresa in Italia da alcuni siti internet tra i quali Tuttojuve.com, aveva parlato e male del calcio italiano puntando il dito contro la Juventus. Si proprio lei, la Vecchia Signora del calcio italiano. Si potrebbe aggiungere, ancora una volta lei. Si perché dal gol di Turone a Calciopoli, è stata una sfilza di polemiche che hanno riguardato i favoritismi, reali o presunti, ottenuti dal club bianconero.

Questa volta, la Madama del calcio italiano, era stata tirata in ballo da Pellè che in un’intervista aveva dichiarato le ragioni per le quali aveva deciso di abbandonare l’Italia.  “A me piace l’onestà – ha detto il bomber del Feyenord –  e in Italia vi è difficilmente. C’erano molte storie sulle partite che la Juventus aveva comprato per essere campione. Spesso veniva anche consigliato ha aggiunto Pellè –  chi doveva avere la meglio sul match (la Juventus). Non è questo il calcio che sognavo” .

Pellè non ha spiegato però quali siano state, se a questo punto ci sono effettivamente state, le “storie sulle partite” che la Juve avrebbe comprato.  Dopo dichiarazioni del genere le domande sorgono spontanee: quali sono e quante sono queste partite? Chi sono e quanti sono i calciatori che si sarebbero “venduti”? Pellè non ha saputo o voluto, dare una risposta.  E a qualcuno evidentemente le parole di Pellè non sono piaciute.  E allora, come altre volte in casi del genere,  ecco che a distanza di poche ore è arrivata pronta la smentita . Tra i primi a riportarla non poteva non esserci il Tuttosport, il quotidiano sportivo che ha la sede nella città di Torino. Queste le contro-dichiarazioni che Pellè ha affidato all’agenzia Ansa:Non ho mai volutoha detto Pellè – attaccare il calcio italiano, né i suoi club..mi dispiace se sono stato frainteso.  Frainteso da chi?

Piuttosto anche in questo caso le domande sarebbero altre: perché Pellè ha voluto smentire? C’entra qualcosa il suo destino in Nazionale? Al momento la storia-leggenda della Juve che comprava le partite finisce qui.  I dubbi su Pellè restano: è un cannoniere che spara bombe, o semplicemente un altro pallonaro?

social banner

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Azzardo

Calcio e gioco d’azzardo: nuova partnership tra As Roma e Leovegas.News Un accordo che era nell’aria, anticipato dalla pubblicità comparsa sui cartelloni dello stadio...

Calcio

Ali Gagarin: storia di un Bomber che nessuno conosce Quando parliamo di attaccanti che hanno fatto la storia del calcio a suon di goal,...

Calcio

Willem van Hanegem, il Sopravvissuto Compie oggi 77 anni Willem van Hanegem, iconico giocatore dell’Olanda del Calcio totale che per tutta la sua vita...

Calcio

A tu per tu con Eleonora Cristiani, tra social calcio e Cosenza Abbiamo intervistato Eleonora Cristiani, volto noto della Serie B. Eleonora, tifosissima del...

Calcio

Helmut Haller: il giocoliere teutonico Il biondone di Augusta. Helmut Haller: un teutonico consacrato in Italia. Lo stivale è diventato presto casa sua. Lui,...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” Il 19 febbraio 1961 nasceva Justin Fashanu, il primo calciatore professionista a fare coming out e dichiarare la sua...

Calcio

Socrates: storia di un Dottore che non faceva altro che essere se stesso Il 19 febbraio 1954 nasceva uno dei personaggi più iconici della...

Calcio

Roberto Baggio: Genealogia del Divin Codino Quest’anno le candeline da spegnere sono cinquataquattro. Se provi ad affiancare le immagini di quando accarezzava palloni deliziando...

Calcio

Sadio Mané, i pantaloncini più belli che (non) avevo – Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno; insegnagli a...

Calcio

Chiamatelo Garellik: La storia di Claudio Garella Para e basta. Para più che puoi. La parte del corpo coinvolta non conta: para ed esulta....

Calcio

Aldo Agroppi, comunque granata Se nelle stracittadine anche gli occhi di Paolino Pulici diventavano granata, un altro cuore torinista che sentiva il derby della...

Calcio

Bob Marley: il Reggae nella mente, il Calcio nel cuore Il 6 febbraio 1945 nasceva il leggendario cantante reggae Robert Nesta Marley. Da tutti...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro