Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

Calcioscommesse: Graziano Pellè cannoniere o pallonaro ?

La notizia era di quelle che sanno di bomba. E proprio come una bomba quando viene lanciata, questa era una di quelle notizie che appena diffusa devi solo aspettare la deflagrazione e poi, eventualmente, iniziare a contare i danni. Mentre qualcuno stava già iniziando a contare, il cannoniere-bombarolo di turno ha voluto di suo pugno provare a disinnescare la “bomba-notizia” e a quanto pare c’è anche riuscito. La storia della bomba che alla fine non è scoppiata è quella di Graziano Pellè, centravanti del Feyenord e della Nazionale di calcio, che in un’intervista al portale olandese Spitnews, ripresa in Italia da alcuni siti internet tra i quali Tuttojuve.com, aveva parlato e male del calcio italiano puntando il dito contro la Juventus. Si proprio lei, la Vecchia Signora del calcio italiano. Si potrebbe aggiungere, ancora una volta lei. Si perché dal gol di Turone a Calciopoli, è stata una sfilza di polemiche che hanno riguardato i favoritismi, reali o presunti, ottenuti dal club bianconero.

Questa volta, la Madama del calcio italiano, era stata tirata in ballo da Pellè che in un’intervista aveva dichiarato le ragioni per le quali aveva deciso di abbandonare l’Italia.  “A me piace l’onestà – ha detto il bomber del Feyenord –  e in Italia vi è difficilmente. C’erano molte storie sulle partite che la Juventus aveva comprato per essere campione. Spesso veniva anche consigliato ha aggiunto Pellè –  chi doveva avere la meglio sul match (la Juventus). Non è questo il calcio che sognavo” .

Pellè non ha spiegato però quali siano state, se a questo punto ci sono effettivamente state, le “storie sulle partite” che la Juve avrebbe comprato.  Dopo dichiarazioni del genere le domande sorgono spontanee: quali sono e quante sono queste partite? Chi sono e quanti sono i calciatori che si sarebbero “venduti”? Pellè non ha saputo o voluto, dare una risposta.  E a qualcuno evidentemente le parole di Pellè non sono piaciute.  E allora, come altre volte in casi del genere,  ecco che a distanza di poche ore è arrivata pronta la smentita . Tra i primi a riportarla non poteva non esserci il Tuttosport, il quotidiano sportivo che ha la sede nella città di Torino. Queste le contro-dichiarazioni che Pellè ha affidato all’agenzia Ansa:Non ho mai volutoha detto Pellè – attaccare il calcio italiano, né i suoi club..mi dispiace se sono stato frainteso.  Frainteso da chi?

Piuttosto anche in questo caso le domande sarebbero altre: perché Pellè ha voluto smentire? C’entra qualcosa il suo destino in Nazionale? Al momento la storia-leggenda della Juve che comprava le partite finisce qui.  I dubbi su Pellè restano: è un cannoniere che spara bombe, o semplicemente un altro pallonaro?

social banner

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Calcio

St. Pauli: i Pirati tedeschi che giocano contro l’odio Il 15 Maggio 1910 ad Amburgo nasceva un club che si è reso famoso negli...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe Il 12 maggio 2001 moriva, a Rio de Janeiro, Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno...

Calcio

Ebrima Darboe, il sogno di una cosa – E poi, e poi Gente viene qui e ti dice Di saper gia’ Ogni legge delle...

Calcio

Bob Marley: il Reggae nella mente, il Calcio nel cuore L’11 maggio 1981 moriva il leggendario cantante reggae Robert Nesta Marley. Da tutti conosciuto...

Calcio

Luis Vinicio, ‘O Lione Un sudamericano napoletano d’adozione. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di Bruno Pesaola, stavolta è il turno di Luis Vinicio,...

Calcio

Nando Martellini, una voce sul tetto del Mondo Il nostro tributo al leggendario Nando Martellini nel giorno in cui ricordiamo la sua scomparsa avvenuta...

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare Sarà poi vero che abbiamo tutti una vita? La domanda appare scontata, se non addirittura...

Calcio

Franco Scoglio, Professore di calcio e di vita Avrebbe compiuto ieri 80 anni Franco Scoglio, storico e iconico allenatore del Genoa. Il nostro tributo...

Calcio

Quando Ezequiel Lavezzi era del Genoa ma finì al Napoli Compie oggi 36 anni Ezequiel Lavezzi, il Pocho che ha fatto innamorare Napoli ma...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Il 2 Maggio 2016, in virtù del pareggio tra Chelsea e Tottenham, il...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” Il  2 maggio 1998 moriva Justin Fashanu, il primo calciatore professionista a fare coming out e dichiarare la sua...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro