Connect with us

Cerca articoli

Calcio

“Non ho l’età, per stupirti, non ho l’età”: i Media a caccia (a tutti i costi) del nuovo Maradona

L’ultima storia di calcio arriva dalla Scozia. Karamoko Dembelè, anni 13, esordisce nel campionato Under 20 con i Celtic Glasgow. Maglietta troppo larga, calzoncini troppo lunghi. Non ho l’eta, per dribblare, non ho l’età. Eppure, Dembelè fa saltare il banco. Dribbling, tocco di palla, visione di gioco. Il ragazzino ha classe cristallina. Vero, ma ha anche 13 anni. Pochi ma quanto bastano, perché il web si innamori del regista trequartista capace di giocare alla pari con avversari più grandi e grossi di lui…tutto bello. Attenzione, però, alle controindicazioni.

screen-shot-2016-10-03-at-23-47-15

Il canovaccio è noto. Circolano primi video, i primi “ohhh”. E inizia lo show. Rombo dei motori di ricerca, pronti via: a colpi di tastiere, touch e condivisioni c’è solo un titolo. Dembelè è “il nuovo Messi”.

Calma. In quella maglia XXXL ci deve essere,  guai se non fosse così, spazio per i sogni. Karamoko però è un bambino. E, in quanto tale, andrebbe protetto dalla rete “social”. Incastrarsi è facile quanto pericoloso.

maxresdefault

Nuovi Messi(a), del resto, sono stati visti e dimenticati: l’ultimo della lista è Hachim Mastour, classe 1998. Calciatore marocchino: a 14 anni stupisce nella Reggiana. A 15 Il Milan lo fa suo a 16 esordisce in nazionale. I titoloni sinora, sono molto più numerosi rispetto alle prodezze sul campo. In rossonero è aggregato addirittura alla prima squadra fra lo stupore e l’interesse. Il ragazzo, però, fatica. La sua stella si eclissa. Finisce in prestito al Malaga. Prestito biennale, diritto di riscatto non esercitato. I rossoneri non ci credono più: gioca nello Zwolle, in Eredivisie, olandese. Il tempo, ovviamente, è dalla sua. Risalire, si può.

Chi ha rischiato il precipizio è Vincenzo Sarno. Nato a Secondigliano, nel 1988. Nel 1996, a 8 anni lo “scugnizzo” incanta tutti. E giù i titoloni: “il nuovo Maradona”. Il Torino sborsa 120 milioni di euro per aggregarlo ai pulcini. Il bambino prodigio resta una promessa. Soffre e ritorna a casa. A 16 è scartato dalla Roma e  si ritrova in piena crisi d’identità. Inizia un pellegrinaggio ai margini del sogno: Sangiovannese, Giulianova, Brescia, Potenza, Reggina, Lanciano, Chiavari. Trova la sua dimensione a Foggia, a 28 anni. “Il calcio mi ha tolto la serenità”. Masticato e buttato via come un chewingum.

Due esempi, una morale: la sottocultura preme forte e punta a trasformare un prodigio in una Baby Star. Meglio evitare, se possibile, la ricerca frenetica-ossessiva del Fenomeno. Dietro al Re Messi c’è un esercito di ragazzini delusi, minati nell’autostima e privati della serenità. Piuttosto che esaltare Dembelè è doveroso augurargli di giocare e vivere con serenità la sua età. Se sarà il nuovo Messi, e non si può che augurarglielo, lo scopriremo presto. Intanto, si diverta.

bannerdna

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Nils Liedholm: c’era una volta il “Barone” Avrebbe compiuto ieri 99 anni Nils Liedholm, indimenticabile Barone svedese del calcio italiano. Personaggio unico e inimitabile...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 45 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Calcio

Roberto Rosato, “Faccia d’angelo” rossonera Piemontese, nato il 18 agosto 1943. Campione d’Italia, d’Europa e del mondo con il Milan. Ma non è Gianni...

Calcio

“We will Ruud you”: il calcio ai tempi di Gullit Se Marco Van Basten è la fiaba da raccontare ai figli la sera mentre...

Motori

In Belgio un destino lontano 28 anni regalò Schumacher alla storia della Formula 1 Il 30 Agosto 1992 al Gp di Spa, in Belgio,...

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più Tutto ha inizio a Turi, 30 Km da Bari, Oronzo nasce...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Il 28 agosto 1981 moriva a Vienna Bela Guttmann, leggendario allenatore ungherese, che dopo aver...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa La storia di John “Jock” Stein inizia nel lontano 1922 a Burnbank, nel...

Motori

Enzo Ferrari: Storia d’Inverno Il nostro tributo alla leggenda Enzo Ferrari nel giorno della sua morte, datata 14 agosto 1988. “Perché a vent’ anni...

Calcio

Léo Júnior, nostro signore del centrocampo Eravamo abituati troppo bene, questo lo sappiamo e ce ne rendiamo conto ogni anno di più: la nostra...

Calcio

La C2 del Licata e le origini di “Zemanlandia” Dilectissima. Così nel XIII° secolo Federico II di Svevia appellò Licata, cittadina in provincia di...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro