Connect with us

Cerca articoli

Calcio

“Non ho l’età, per stupirti, non ho l’età”: i Media a caccia (a tutti i costi) del nuovo Maradona

L’ultima storia di calcio arriva dalla Scozia. Karamoko Dembelè, anni 13, esordisce nel campionato Under 20 con i Celtic Glasgow. Maglietta troppo larga, calzoncini troppo lunghi. Non ho l’eta, per dribblare, non ho l’età. Eppure, Dembelè fa saltare il banco. Dribbling, tocco di palla, visione di gioco. Il ragazzino ha classe cristallina. Vero, ma ha anche 13 anni. Pochi ma quanto bastano, perché il web si innamori del regista trequartista capace di giocare alla pari con avversari più grandi e grossi di lui…tutto bello. Attenzione, però, alle controindicazioni.

screen-shot-2016-10-03-at-23-47-15

Il canovaccio è noto. Circolano primi video, i primi “ohhh”. E inizia lo show. Rombo dei motori di ricerca, pronti via: a colpi di tastiere, touch e condivisioni c’è solo un titolo. Dembelè è “il nuovo Messi”.

Calma. In quella maglia XXXL ci deve essere,  guai se non fosse così, spazio per i sogni. Karamoko però è un bambino. E, in quanto tale, andrebbe protetto dalla rete “social”. Incastrarsi è facile quanto pericoloso.

maxresdefault

Nuovi Messi(a), del resto, sono stati visti e dimenticati: l’ultimo della lista è Hachim Mastour, classe 1998. Calciatore marocchino: a 14 anni stupisce nella Reggiana. A 15 Il Milan lo fa suo a 16 esordisce in nazionale. I titoloni sinora, sono molto più numerosi rispetto alle prodezze sul campo. In rossonero è aggregato addirittura alla prima squadra fra lo stupore e l’interesse. Il ragazzo, però, fatica. La sua stella si eclissa. Finisce in prestito al Malaga. Prestito biennale, diritto di riscatto non esercitato. I rossoneri non ci credono più: gioca nello Zwolle, in Eredivisie, olandese. Il tempo, ovviamente, è dalla sua. Risalire, si può.

Chi ha rischiato il precipizio è Vincenzo Sarno. Nato a Secondigliano, nel 1988. Nel 1996, a 8 anni lo “scugnizzo” incanta tutti. E giù i titoloni: “il nuovo Maradona”. Il Torino sborsa 120 milioni di euro per aggregarlo ai pulcini. Il bambino prodigio resta una promessa. Soffre e ritorna a casa. A 16 è scartato dalla Roma e  si ritrova in piena crisi d’identità. Inizia un pellegrinaggio ai margini del sogno: Sangiovannese, Giulianova, Brescia, Potenza, Reggina, Lanciano, Chiavari. Trova la sua dimensione a Foggia, a 28 anni. “Il calcio mi ha tolto la serenità”. Masticato e buttato via come un chewingum.

Due esempi, una morale: la sottocultura preme forte e punta a trasformare un prodigio in una Baby Star. Meglio evitare, se possibile, la ricerca frenetica-ossessiva del Fenomeno. Dietro al Re Messi c’è un esercito di ragazzini delusi, minati nell’autostima e privati della serenità. Piuttosto che esaltare Dembelè è doveroso augurargli di giocare e vivere con serenità la sua età. Se sarà il nuovo Messi, e non si può che augurarglielo, lo scopriremo presto. Intanto, si diverta.

bannerdna

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Ruud Krol a Napoli, anche libero va bene In una foto al porto di Napoli, in mezzo a due pescatori e con una grossa...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Motori

Jim Clark, l’amore al volante Il 7 aprile 1968 sul circuito di Hockenheim perde la vita in un tragico incidente Jim Clark, leggendario pilota...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista ad Arrigo Sacchi  Per i 74 anni compiuti oggi da Arrigo Sacchi, vi riproponiamo l’intervista al “profeta” del calcio...

Calcio

Ciao Mondo Sono già passati 3 anni da quando Emiliano Mondonico ci ha salutato dopo una dura battaglia contro il cancro. Un allenatore unico...

Calcio Social

Tra LeBron e Ibrahimovic nessuno dei due ha ragione Quello tra LeBron James e Zlatan Ibrahimovic è stato uno scontro che a livello mediatico...

Calcio

Saul Malatrasi, l’uomo delle Coppe Quando qualche anno fa la Spal tornava in Serie A dopo quasi mezzo secolo venivano citati i giocatori lanciati...

Storie di Sport

Roma-Napoli: una storia di calcio, cinema, musica e passione Domani sera si giocherà all’Olimpico Roma-Napoli, una partita che un tempo era definita il “Derby...

Calcio

Eraldo Pecci, la classe di “Piedone” Esordio in Serie A sul campo della Juventus, campione d’Italia sui bianconeri, due secondi posti a una lunghezza...

Calcio

L’uso dei social di Marchisio aiuterà le generazioni future Con molta probabilità, nel 2050, quando la regola diventerà discutere dell’atleta che si espone per...

Calcio

Jock Stein, il destino del minatore che salì sul tetto d’Europa La storia di John “Jock” Stein inizia nel lontano 1922 a Burnbank, nel...

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più L’11 Marzo 1990 ci lasciava uno dei primi allenatori pugliesi saliti...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro