Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Non è un Paese per sportivi: l’Italia rinuncia anche ai Mondiali di Rugby

Neanche il tempo di metabolizzare il No di Virginia Raggi alla candidatura di Roma come paese ospitante delle prossime Olimpiadi del 2024, che arriva anche il ritiro della corsa azzurra ai Mondiali di Rugby previsti per il 2023. Una nota della Fir, la Federazione Italiana di Rugby, chiarisce la decisione, sottolineando che “a seguito delle consultazioni degli ultimi giorni con la presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Coni” si è deciso per il passo indietro della Penisola alla manifestazione iridata.

Il presidente della Federazione Alfredo Gavazzi, fresco vincitore delle elezioni interne che lo hanno visto confermato nel ruolo, motiva la posizione collegandola alla rinuncia di Roma ai Giochi.Da sempre strettamente collegata a quella di Roma 2024, la candidatura alla Rugby World Cup 2023 non ha più le condizioni per proseguire“, queste le sue parole. A differenza della situazione nella Capitale, l’iter per il Mondiale di Rugby era in fase avanzata, in quanto l’annuncio della candidatura era stato fatto nel dicembre 2014 e confermato lo scorso giugno, in attesa della scelta finale di assegnazione prevista per novembre 2017. Ad agosto erano stati svelati i possibili impianti che avrebbero ospitato le partite: Olimpico e Flaminio di Roma, Meazza di Milano, Olimpico di Torino, Ferraris di Genova, Franchi di Firenze, Dall’Ara di Bologna, Friuli di Udine, Euganeo di Padova, San Paolo di Napoli, San Nicola di Bari e Barbera di Palermo.

“Rimaniamo convinti delle grandi potenzialità della candidatura italiana, che avrebbero portato indubbi benefici e necessarie migliorie negli stadi italiani e siamo consapevoli di perdere una fantastica opportunità per radicare ancor più i nostri valori ed il nostro sport nel tessuto sociale italiano” ha continuato il numero 1 del Rugby italiano, “ma dobbiamo prendere atto di come ad oggi non vi siano le basi per continuare questo percorso“.

Gavazzi ha poi concluso il suo discorso ringraziando Malagò per aver sempre sostenuto la candidatura dell’Italia e i Comuni che si erano messi a disposizione per ospitare il Mondiale.
In corsa rimangono quindi solo Francia, Irlanda e Sudafrica, in attesa della Rugby World Cup del 2019 che si svolgerà in Giappone.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Charlie Chaplin: storia di un atleta diventato il più grande comico di sempre Il 16 aprile si celebra il Charlie Chaplin Day per ricordare...

Altri Sport

A tu per tu con Fiona May, la Regina del Salto in lungo Momenti frenetici quelli che si stanno vivendo all’inizio di questa primavera...

Interviste

A tu per tu Roberto Cammarelle, il signore del ring Partita con l’accensione del simbolico braciere a Fukushima l’edizione numero trentadue dei Giochi Olimpici...

Altri Sport

L’Aquila 12 anni dopo: storie di sportivi portate via da un terremoto Il 6 aprile 2009, alle ore 03:32 di notte, un terremoto di...

Altri Sport

Gelindo Bordin e l’impresa impossibile di Seul 1988 Compie oggi 62 anni  il maratoneta Gelindo Bordin, l’atleta che vinse un incredibile oro alle Olimpiadi...

Calcio

Sarnano, 1 Aprile 1944: Partigiani contro Nazisti 1 a 1 Il Primo Aprile 1944, in centro Italia, si sarebbe giocata una partita di calcio...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 31 marzo 1980 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Altri Sport

A tu per tu con Giovanni “Johnny” Pellielo, la Leggenda del Tiro a Volo Fasi decisive per il mondo dello sport in generale che...

Pugilato

Teófilo Stevenson: tutto l’oro di Cuba  Il 29 marzo 1952 nasceva a Cuba, Teófilo Stevenson, leggendario pugile caraibico che durante tutta la sua vita...

Calcio

Paolo List e gli altri: vittime innocenti della Sla, la malattia dei calciatori Il 28 Marzo 2016 moriva a soli 52 anni Paolo List,...

Altri Sport

Fosse Ardeatine: Anticoli e Gelsomini, storie di sportivi uccisi dai nazisti Il 24 marzo 1944 si consumò uno degli eventi più tragici del periodo...

Interviste

A tu per tu con Sara Simeoni, la donna volante Ci sono dei momenti e delle sensazioni legati con un filo invisibile e impressi...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro