Connect with us

Cerca articoli

Varie

NBA, Player Efficiency Rating: Steph Curry meglio di Jordan e Chamberlain?

Secondo la statistica creata da John Hollinger, qualora Curry chiudesse la stagione in linea con i suoi numeri attuali, avrebbe disputato la miglior stagione di sempre nella storia della lega superando Wilt Chamberlain, Michael Jordan e LeBron James.

Steph Curry meglio di Michael Jordan. Per alcuni verità, per altri speranza, per altri ancora bestemmia. Eppure secondo il “Player Efficiency Rating” che valuta, in un solo numero, la stagione di ogni singolo giocatore, la cosa è molto probabile. Attualmente il playmaker dei Golden State Warriors viaggia a quota 32.2 e se dovesse chiudere così non solo supererebbe il record di Wilt Chamberlain fissato a 31.86 durante la stagione 1962/1963, ma anche quello di Michael Jordan a quota 31.71 nella stagione 1987/1988 e Lebron James 31.67 in quella 2008/2009.

CHE COS’E’ IL PLAYER EFFICIENCY RATING:

Il Player Efficiency rating (PER) è una statistica “all-in-one” create da John Hollinger, ex analista di ESPN, per valutare la prestazione di un giocatore di basket. Il “PER” tiene conto di giocate positive come: canestri dal campo, tiri liberi, triple, assists, rimbalzi, stoppate e palle rubate. E di quelle negative come: tiri sbagliati, palle perse e falli personali. Questa statistica pesa anche la differenza di minutaggio tra due giocatori e, attraverso complicati calcoli matematici, riesce ad equiparare ad esempio i titolari con i panchinari. Nella NBA il valore medio del PER è 15.00. Hollinger ha anche stilato un range di valori per categorizzare i giocatori.

Da 35.00 in su: Gloria eterna – Da 30.00 a 34.99: Senza dubbio MPV – Da 27.50 a 29.99: Forte candidatura MPV – Da 25.00 a 27.49: Debole candidatura MVP – Da 22.50 a 24.99: All Star Game – Da 20.00 a 22.49: Ai limiti della chiamata all’All Star Game –  Da 18.00 a 19.99: Seconda opzione – Da 16.50 a 17.99: Terzo violino – Da 15.00 a 16.49: Buon giocatore – Da 13.00 a 14.99: Rotazione – Da 11.00 a 12.99: Garbage time – Da 9 a 10.99: In vendita – Da 0.00 a 8.99: D-League.

CRITICHE AL PLAYER EFFICIENCY RATING:

Le critiche mosse a questa valutazione statistica si fondano principalmente sulla constatazione che essa è sbilanciata verso i valori di produzione offensiva, senza riuscire a dare il giusto peso ai cosiddetti “intangibles”, ossia alle tante piccole cose che un giocatore può fare utilmente in campo senza che le stesse siano rilevate in un tabellino. Esempio esplicativo di ciò il caso di Bruce Bowen, generalmente conosciuto durante la sua carriera come un vero e proprio mastino della difesa: il suo Player Efficiency Rating in 13 stagioni NBA è solamente di 8.2. Questo perché sono solo due, stoppate e rimbalzi, le caratteristiche difensive prese in considerazione da questa particolare ma comunque utile statistica.

FOTO: www.dcgazette.com

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 7 Settembre 2008 moriva a El Paso, in Texas, Don Haskins, leggenda del...

Basket

Alphonso Ford: l’ultimo palleggio del Puma Il 4 Settembre 2004 moriva Alphonso Ford, uno dei più forti cestisti che abbiamo potuto ammirare nel basket...

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso? Avrebbe compiuto oggi 43 anni Kobe Bryant, fenomenale quanto sfortunato cestista NBA, scomparso lo scorso...

Basket

Memento: C’erano una volta i Sonics, la Leggenda di Emerald City “L’acqua limacciosa della memoria, dove tutto ciò che cade si nasconde. Se la...

Basket

Mahmoud Abdul Rauf: il cecchino del Mississippi che ce l’aveva con gli Stati Uniti Washington, 14 marzo 1996. Va di scena il match NBA...

Basket

Brandon Roy, il raffinato killer dalle ginocchia di cristallo Ha compiuto ieri 38 anni Brandon Roy, uno dei talenti più forti della NBA recente,...

Basket

La Legge Len Bias: quando per cambiare le regole ci deve scappare il morto Il 19 Giugno 1986 una overdose di cocaina interrompe il...

Basket

Dirk Nowitzki: quando il Basket incontrò la matematica Compie oggi 43 anni Dirk Nowitzki, il fenomeno tedesco che in NBA ha fatto la storia...

Basket

Predrag Stojakovic, il miglior tiro che non sia mai entrato Compie oggi 44 anni Predrag Stojakovic, uno delle mani più educate della Storia Nba....

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 7 giugno 1993 ci lasciava Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una...

Basket

Krešimir Ćosić, la leggenda del Fenomeno che disse di No alla Nba Il 25 maggio 1995 moriva Kresimir Cosic, il fenomeno croato della palla...

Basket

Compie oggi 74 anni Lew Alcindor, divenuto Kareem Abdul-Jabbar dopo la conversione all’Islam, uno dei più grandi giocatori della storia del basket. Numero uno della...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro