Connect with us

Cerca articoli

Basket

NBA, North Carolina omofoba: addio All Star Game 2017?

La NBA negli ultimi anni è sempre stata in prima linea nella lotta alla discriminazione. Quando l’ex proprietario dei Los Angeles Clippers Donald Sterling fu registrato nel pronunciare frasi razziste, il Commissioner Adam Silver lo escluse a vita dalla lega. La lega cestistica americana fu anche la prima tra le quattro massime leghe sportive americane (NBA, NFL, MLB, NHL) ad avere un giocatore dichiaratosi apertamente gay, Jason Collins, tra le fila delle proprie franchigie. Non solo, fu anche la prima lega ad avere un assistant – coach donna con un contratto a tempo pieno, Becky Hammon con i San Antonio Spurs nel 2014.

Nei giorni scorsi la North Carolina ha approvato una legge denominata “Anti LGBT” (anti lesbian, gay, bisexual and transgender) che vieta alle persone di usare i bagni pubblici secondo il sesso attuale ma le costringe ad usare quelli corrispondenti al sesso scritto sul certificato di nascita. Esempio: se un individuo nasce uomo, poi si opera e cambia sesso diventando una donna, sarà costretto comunque ad usare i bagni degli uomini perché è questo il sesso scritto sul suo certificato di nascita.

Non è una sorpresa quindi che la NBA abbia risposto, tramite comunicato, in modo molto duro a questa legge, minacciando tra le altre cose di spostare il luogo dell’ All Star Game 2017 che si dovrebbe disputare proprio in North Carolina, precisamente a Charlotte. “Siamo impegnati a creare un ambiente inclusivo per tutti coloro che partecipano agli eventi. Siamo molto preoccupati dalla possibilità che la legge vada contro i nostri principi guida di uguaglianza e rispetto”.

Spostare l’organizzazione di un evento di tale portata non sarà facile, ma se dovesse essere così ne varrà assolutamente la pena solo per il fatto di stare dalla parte giusta della storia, e non solo di questa situazione. Questo quanto trapela da fonti vicine ai massimi esponenti della lega.

Lo sport è anche educazione ed ha una forte funzione sociale. Lo scorso anno, lo stato dell’Indiana provò a far passare una legge analoga a quella appena entrata in vigore in North Carolina, ma il presidente della NCAA Mark Emmert minacciò di spostare tutti i meeting e gli eventi già programmati se non si fosse fatto nulla a riguardo. Il governo fece in seguito marcia indietro e la legge non passò.

Non solo, la North Carolina è al momento il lizza per essere lo stato ospitante del torneo NCAA nel 2017 (Greensboro) e nel 2018 (Charlotte). Facile dedurre che se nulla cambierà e se questa legge non verrà presto abrogata questi due eventi molto probabilmente verranno assegnati ad altri stati, portando non solo un grande danno d’immagine allo stato ma anche e soprattutto economico.

FOTO: www.bizjournals.com

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 4 Aprile 1968 veniva assassinato a Memphis, Martin Luther King. Nello stesso periodo,...

Basket

Non solo March Madness: ecco la storia del vecchio NIT Inizia oggi il March Madness, il torneo finale che assegna il titolo di Campione...

Basket

Mahmoud Abdul Rauf: il cecchino del Mississippi che ce l’aveva con gli Stati Uniti Compie oggi 52 anni Mahmoud Abdul Rauf, il cestista americano,...

Basket

A tu per tu con Denis Marconato, il gigante azzurro Abbiamo intervistato Denis Marconato, ex cestista e attuale allenatore dell’Istrana che milita in serie...

Basket

Il cuore grande di Marc Gasol Compie oggi 36 anni Marc Gasol, la stella NBA che, a differenza di molti, alle parole ha dato...

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso? E’ passato già un anno da quando un terribile incidente in elicottero si è portato...

Basket

Conrad McRae, “Icaro Mangiafuoco” della palla a spicchi Avrebbe compiuto oggi 49 anni Conrad McRae, lo sfortunato cestista che nel Basket Europeo ha lasciato...

Basket

Javaris Crittenton, quando la NBA è criminale Compie oggi 32 Javaris Crittenton, l’ex giocatore NBA esempio lampante di come si possa buttare un talento...

Basket

36 anni del Re: LeBron James e il segreto dell’eterna giovinezza Compie oggi 36 anni LeBron James, il Re che anche quest’anno ha fatto...

Basket

Giannis Antetokounmpo: storia di un clandestino diventato Superstar Compie oggi 26 anni Giannis Antetokounmpo, fenomenale giocatore Nba dei Milwaukee Bucks, per il secondo anno...

Basket

Krešimir Ćosić, la leggenda del Fenomeno che disse di No alla Nba Avrebbe compiuto oggi 72 anni Kresimir Cosic, il fenomeno croato della palla...

Basket

La Legge Len Bias: quando per cambiare le regole ci deve scappare il morto Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza e infine all’età adulta è lastricato...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro