Placeholder Photo

MONDIALI DI SCHERMA 2015 : MERAVIGLIOSAMENTE ITALIA

Inizia la lettura
3 mins read

Bisognerà dire GRAZIE agli atleti della scherma italiana.

Bisognerà ringraziarli e tanto, perché poche volte, come in questo momento, lo sport italiano aveva bisogno di tornare a vincere e di farlo, una volta tanto, senza troppe polemiche. Fiaccato, ancora una volta (per quanto tempo ancora?) dagli scandali scoppiati nel mondo del calcio, lo sport azzurro è tornato a sorridere grazie a loro: gli uomini e le donne della scherma italiana.

L’avventura dei mondiali in Russia si è chiusa infatti come meglio non poteva. Nel medagliere, l’Italia è arrivata seconda dopo la Russia che ha collezionato 9 medaglie in tutto. Il totale di quelle italiane è invece, 5 medaglie nel complesso, è di 4 ori ed un bronzo. A vincere sono stati entrambi: sia gli uomini che le donne.

Verrebbe da aggiungere ancora loro, sempre e meravigliosamente loro. Si perché, non è certo una novità che il quartetto composto da Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Martina Batini, abbia vinto la medaglia d’oro. Non è un caso allora, che questo quartetto sia stato soprannominato “il dream team” che nella sua storia ha totalizzato ben 15 medaglie iridate. Ed è stato proprio il DT a conquistare anche a Mosca la medaglia d’oro nella prova di fioretto a squadre, battendo la super favorita Russia, allenata tra l’altro da Stefano Cerioni, ex ct azzurro.

Prima di loro a vincere l’oro era stata la “stella di Catania” Rossella Fiamingo mentre sempre Arianna Errigo aveva conquistato la medaglia di bronzo. Tra gli uomini, i titoli sono arrivati prima dalla sciabola e poi dal fioretto.

Nella sciabola a squadre, la stoccata vincente è arrivata dall’evergreen Aldo Montano, la cui esultanza al momento del colpo finale, ha ricordato quelle storiche dei calciatori Marco Tardelli ai mondiali di Spagna dell’82 e Fabio Grosso, a quelli, più recenti, di Germania nel 2006. Poi, nell’ultimo giorno di mondiale, come nell’ultima pagina di un libro di favole, è arrivata anche la vittoria dei ragazzi del fioretto, che in finale hanno battuto sempre loro, i favoriti russi. I “quattro uomini d’oro” della scherma mondiale si chiamano Andrea Baldini, Andrea Cassarà, Giorgio Avola e Daniele Garrozzo.

A loro come a tutto il resto della compagine italiana partita per Mosca, bisognerà soltanto dire grazie, ragazzi.

social banner

 

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli recenti a cura di