Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Minacce di morte per Kaepernick ma Obama lo difende pubblicamente

La protesta di Colin Kaepernick prosegue senza sosta ed il caso di Terence Crutcher, un 40enne nero ucciso dalla polizia in Oklahoma venerdì 16 Settembre non fa che inasprire il duello tra il QB dei 49ers e l’NFL. A scendere in campo a favore dell’italo-americano addirittura il Presidente Barack Obama che al G20 ha detto che “Colin ha esercitato il suo diritto costituzionale di mandare un messaggio. C’è una lunga serie di figure dello sport che l’hanno fatto. A volte la protesta è controversa o rende le persone frustrate o arrabbiate ma preferisco che ci siano giovani impegnati nel tentare una via per accedere al nostro processo democratico piuttosto che gente che rimane seduta in disparte senza prestare attenzione a nulla. Non dubito della sua sincerità, per quanto ho sentito”, prosegue Obama. “Sono convinto che abbia a cuore delle tematiche nobili di cui bisogna parlare. Se non altro, può aiutare ad interessarsi e a discutere di argomenti di cui bisogna occuparsi realmente. Forse i suoi detrattori inizieranno a vedere che lui sì ha a cuore la giustizia e l’uguaglianza. Può essere rumoroso ma è così che funziona la democrazia”.
Un messaggio chiaro da parte dell’uomo più potente del mondo che ha basato il suo doppio mandato all’espressione delle minoranze e che quindi non poteva esimersi dallo scendere in campo in questa battaglia.
Nel frattempo però, Kaepernick viene minacciato quotidianamente di morte, sia sui Social Network che nella vita vera dove si vedono casacche con il numero 7 di Colin bruciare su aste ma che nonostante tutto da agosto ad oggi la maglia dei 49ers di Kaepernick è la più venduta della lega. In tutto questo la polizia di Santa Clara minaccia gli scioperi per le partite interne a San Francisco.
La questione non finisce qui.
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Motori

Gilles Villeneuve, l’eterno poeta innamorato del limite /E volta nostra poppa nel mattino,/ Dei remi facemmo ali al folle volo/ Sempre acquistando dal lato...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Si è festeggiato ieri negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, per celebrare...

Pugilato

Carlos Monzon, la strada della violenza L’8 gennaio 1995 moriva Carlos Monzon, il pugile argentino campione del mondo dei pesi medi che con il...

Calcio

Auguri Davide Avrebbe compiuto 35 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato quattro anni fa, sconvolgendo il calcio italiano....

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Avrebbe compiuto ieri 93 anni uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone,...

Pugilato

Jarry Quarry, bianco per caso Vederlo davanti ad Ali, con i suoi passi prevedibili progressivamente invischiati nella ragnatela del più grande di tutti, fa...

Altri Sport

Andrej Kuznecov, ricordo di una stella cadente È una notte come tante sull’autostrada A14. E come tante altre volte, il silenzio è rotto dal...

Calcio

Kyle Rote Jr, storia (dimenticata) della stella che non sapeva di esserlo Provate a chiedere a Kyle Rote Jr, oggi distinto sessantottenne residente in...

Calcio

Coppa del Bicentenario: quando i SuperEroi del Team America sfidarono il Mondo Nell’estate del 1976, in territorio statunitense, il mondo del calcio diede vita...

Pugilato

La vera storia di Jack Johnson: un perdono lungo 100 anni Il 26 Dicembre 1908 Jack Johnson diventa il primo pugile afroamericano della storia...

Motori

Michele Alboreto, signor pilota, pilota signore Chi l’ha detto che si debba sempre cominciare dall’inizio? Peraltro quelli bravi, o che vogliono apparire tali, cominciano...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro